Italia a Tavola

Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e ospitalità
giovedì 18 dicembre 2014 | aggiornato alle 15.19 | 36074 articoli in archivio
 
 
05 giugno 2009 16:19
Apre al pubblico la Collezione Branca
nello storico stabilimento milanese
Un viaggio fra erbe e spezie, storia e oggetti di un sistema produttivo che risale al 1845. Affascinanti testimonianze di una comunicazione d’avanguardia espressione di un’epoca. Una golosa degustazione al Fernet-Branca conclude il racconto della storia di Fratelli Branca Distillerie e di un’epoca

MILANO - Nata per iniziativa della famiglia, la Collezione Branca apre le porte al pubblico. I visitatori possono accedervi varcando l'ingresso dello storico stabilimento di Milano, in via Resegone 2, il grande complesso di architettura lombarda dei primi anni del Novecento dove è ospitata, e tuttora cuore della produzione della Fratelli Branca Distillerie, l'azienda italiana nota in tutto il mondo per Fernet-Branca e altri brand (Stravecchio, Brancamenta, Candolini, Caffè Borghetti, Carpano per citarne alcuni) che ha creato e fatto suoi in oltre 164 anni di attività.

 La Collezione Branca invita i visitatori a un viaggio fra profumi di erbe e spezie naturali dove la cultura degli speziali, che risale al fondatore, Bernardino Branca, si è coniugata nelle cinque generazioni successive con imprenditorialità, ricerca della qualità, etica e responsabilità sociale. Un museo di impresa e di una realtà imprenditoriale familiare che deve la sua fama a quell' amaro, il Fernet-Branca, contraddistinto da un'aquila con il globo terrestre fra gli artigli disegnata dal triestino Leopoldo Metlicovitz nel 1893, diventata sinonimo del made in Italy nel mondo.

Tappa culturale e turistica per chi intende approfondire il legame dell'impresa e dei suoi prodotti con il territorio, la Collezione Branca è, oltre che una ricca documentazione storica di un sistema produttivo, affascinante storia della comunicazione e dell'impegno culturale di un'azienda che ha sempre scelto di abbinare l'innovazione con la tradizione e di lasciare testimonianze e traccia del proprio ruolo e impegno nel territorio in cui opera: con il restauro di Torre Branca a Milano nel cuore del Parco Sempione, con il Museo Carpano a Torino, con il Museo d'arte moderna nell'antica distilleria di Fernet-Branca a Saint-Louis in Francia ed oggi, con la Collezione Branca.

Il Conte Niccolò Branca, presidente e amministratore delegato di Fratelli Branca Distillerie, ha così commentato l'apertura del museo: «Insieme alla mia famiglia desideravo condividere con la collettività e Milano, città con la quale Branca ha fin dalle sue lontane origini un profondo legame, il patrimonio imprenditoriale, storico e culturale dell'azienda. Si tratta di una documentazione che contribuisce ad arricchire la storia dell'industria e della comunicazione italiana come del territorio in cui operiamo. La contiguità della Collezione con il sito produttivo consente ai visitatori inoltre di ben comprendere come quei valori di qualità, etica, naturalità ed eco-sostenibilità che fanno parte delle radici e della storia di Fratelli Branca Distillerie e dei sui prodotti, siano stati mantenuti intatti e continuino a rappresentare il carattere distintivo dell'azienda. L'apertura della Collezione Branca infine vuole essere anche un contributo al fenomeno di rivitalizzazione culturale di un'area milanese, la Bovisa, con cui lo stabilimento confina».

La Collezione Branca non guarda solo alla storia passata, è anche spazio dove l'oggetto assume un duplice significato: è documentazione storica di una realtà industriale, oltre che espressione di comunicazione e di concezione organizzativa. Allestita nel complesso industriale di Milano, la Collezione Branca occupa oltre 1.000 mq. è frutto di più di 10 anni di lavoro, in cui sono stati coinvolti molti soggetti dell'azienda, in tutte le attività, dalla selezione dei materiali, al restauro degli oggetti (eseguito all'interno dagli stessi operai), fino all'allestimento finale.

La Collezione è aperta su prenotazione/invito, per gruppi di massimo 25 persone, ogni lunedì, mercoledì e venerdì con visite guidate in italiano e inglese (su richiesta), alle ore 10 e alle ore 15, con una durata di un'ora e mezza circa. Ingresso gratuito. Prenotazioni: collezione@branca.it; fax 02 86971966.


Il percorso
 L'aroma del Fernet-Branca pervade il museo, che si apre con i dipinti e le sculture raffiguranti i fondatori. In un lungo corridoio è rappresentato parte del ciclo produttivo con gli strumenti che appartengono a una realtà industriale nata nel 1845: mortai, alambicchi, distillatori, caldaie in rame, imbottigliatrici. Per evidenziare i diversi ambiti produttivi sono stati allestiti una suggestiva area 'erboristeria”, il laboratorio chimico per la qualità e l'analisi delle erbe, la falegnameria, un ufficio. Alle pareti si possono ammirare tra l'altro diplomi, medaglie e alcuni calendari annuali realizzati dal 1886 al 1913, che hanno dato vita a una vivace cronaca iconografica legata agli avvenimenti di maggior rilievo. I calendari hanno come soggetto principale l'elemento femminile, scelta deliberata e controcorrente per un prodotto 'forte” come Fernet-Branca, il cui consumo era prerogativa del soggetto maschile.

Seguono una serie di manifesti promozionali a firma Metlicovitz, Cappiello, Jean d'Ylen, Mauzan, Codognato, che testimoniano l'attenzione di Branca all'immagine d'impresa. Un'attenta analisi dei calendari e dei manifesti consente di individuare l'evoluzione del gusto estetico italiano, della comunicazione che interpreta il piacere del bere, oltre che di rappresentare le condizioni sociali del Bel Paese in quell' epoca. Su alcuni tavoli sono esposte 'vecchie” bottiglie di oltre 60 anni di prodotti Branca (tra cui una delle prime prodotte) e in un armadio a vetri è stata accuratamente allestita una raccolta di bottiglie di imitazioni del prodotto, molte delle quali risalgono ai primi Anni del Novecento.

Il racconto della storia di Branca prosegue con una splendida raccolta fotografica di insegne pubblicitarie, arredi di locali pubblici, grafica per esterni nelle mescite ovvero bar, ristoranti e punti vendita, frutto di scatti effettuati dalla fine dell'Ottocento in tutta Italia. Archiviate presso l'Archivio Branca, queste fotografie costituiscono una fonte unica nel suo genere. Nell'area comunicazione si ammirano i bozzetti di alcune campagne pubblicitarie degli anni '60-'70 e si rivedono alcuni famosi Caroselli della televisione. Fra questi, quelli ideati da Ro Mercenaro, creati e animati da Max Squillace e Fusako Yusaki. L'artista giapponese è stata sperimentatrice della innovativa tecnica 'stop-motion”: forme appena abbozzate, modellate con la plastilina, si trasformano sullo schermo dando vita a brevi sketch immaginifici e curati, accompagnati da una musica ritmata e travolgente.

Il percorso si conclude con uno spaccato sulla realtà industriale di ieri e di oggi: le botti in rovere in cui matura per oltre un anno Fernet-Branca o per oltre tre anni il brandy Stravecchio. Una sorpresa inaspettata per tutti i visitatori: sono oltre 500 le botti originali e conservate 'sotto” le vie più trafficate di Milano, in quel quadrilatero dove sorge lo stabilimento fra Via Resegone, Viale Jenner, Via Lancetti.


La degustazione al Fernet-Branca
L'orgoglioso racconto della storia imprenditoriale della famiglia Branca illustrata all'opening di apertura della Collezione Branca dal Presidente e Amministratore Delegato di Fratelli Branca Distillerie Niccolò Branca, è stata accompagnata da una degustazione al Fernet-Branca, l'amaro che nei suoi oltre 160 anni di vita ha mantenuto la vivacità e lo slancio con cui ha conquistato consensi, dal 1845 ad oggi, non solo nei maggiori mercati europei, ma anche in quelli del Sud e Nord America e dell' Estremo Oriente. La sua formula segreta, che viene tramandata da padre in figlio nella famiglia Branca, ha mantenuto nel tempo l'ottima qualità che ne fa tuttora l'amaro considerato dopo pasto per eccellenza, sia per il suo gusto speciale ed inimitabile che per le sue qualità.

 Fernet-Branca è ottenuto da un delicato equilibrio di 27 erbe e spezie accuratamente selezionate e provenienti da 4 continenti, armonizzate attraverso un invecchiamento di almeno un anno in botti di rovere. L'Aloe dal Sud Africa, la Menta dal Piemonte, il Rabarbaro dalla Cina, la Genziana dalla Francia, la Galanga dall'India o dallo Sri Lanka, lo zafferano dall'Iran, la Camomilla dall'Italia e dall'Argentina e tutte le altre erbe, spezie e radici contribuiscono a creare il suo gusto di carattere e il suo sapore unico. Di colore bruno chiaro dai riflessi ambrati, Fernet-Branca sprigiona un profumo caratteristico, intenso e penetrante, equilibrato, ricco, da cui emergono note amare.
 
Estremamente versatile, si beve liscio, con ghiaccio, nel caffè, oppure con acqua naturale minerale o con cola, (il Fernandito, long drink che spopola da anni in Argentina) o altre bibite gassate come il Ginger Ale negli Stati Uniti. Grazie al suo sapore asciutto e pulito e alle sue ricche note amare Fernet-Branca dà origine a raffinate associazioni. E' proposto dunque anche in creativi e golosi abbinamenti nella ristorazione, settore dove da sempre Fernet-Branca ha un ruolo di primo piano. Gli ospiti dell'opening della Collezione sono stati accolti da un rinfrescante Fernandito dal gusto morbido e dissetante accompagnato da un antipasto di crema di pomodoro e peperone con crostini profumati al Fernet-Branca, servito freddo in tumbler di vetro.

Deliziosa per occhi e per il palato, l'entrè è stata seguita da una versione rivisitata del milanesissimo risotto giallo al salto, irrinunciabile protagonista di una visita così meneghina, all'aroma di Fernet-Branca: accompagnato da pomodoro fresco e basilico, il piatto è particolarmente goloso, esalta il gusto dello zafferano e si arricchisce di un aroma nuovo, proveniente dalla sapiente riduzione di Fernet-Branca con scalogno, pepe nero in grani e alloro e aggiunta di fondo bianco. A conclusione della degustazione non poteva mancare un dessert delizioso e raffinato: Mele con gelato alla liquirizia e Fernet-Branca, un must per veri intenditori, accompagnato da un ultimo, centellinato, sorso di 'Sopra tutto Fernet-Branca”.


Il profilo aziendale
Fratelli Branca Distillerie srl (www.branca.it), azienda a totale capitale privato controllato dalla famiglia Branca, è un'affermata realtà imprenditoriale italiana, leader nel settore spirits da oltre 160 anni. La società è presente in più di 160 Paesi e compete con successo, in Italia e all'estero, con società multinazionali. Il portafoglio prodotti che fanno capo alla società sono brand affermati nei segmenti di mercato di riferimento quali: Fernet-Branca, Brandy Stravecchio Branca, Brancamenta, Caffè e Sambuca Borghetti, Grappe Candolini, la linea del monovitigno Sensèa, i rinomati vermuth Carpano Antica Formula, Punt e Mes, i vermuth classici Carpano, vini e olio Villa Branca. Tutti prodotti famosi sia per la loro storia che per la loro eccellente qualità. La produzione è concentrata in Italia (Fratelli Branca Distillerie, Milano, Via Resegone) e in Argentina (Fratelli Branca Destilerias S.A., Tortuguitas/Buenos Aires) dove la società con Fernet-Branca è leader assoluta del mercato. Dal 1 aprile 2009 Fratelli Branca Distillerie distribuisce in Italia anche i prestigioosi brand del gruppo francese Rémy Cointreau: i cognac Rémy Martin e Louis XIII, Cointreau, gli Champagne Piper-Heidsieck e Charles Heidsieck, il rum Mount Gay e la specialità Passoa.


Fratelli Branca Distillerie
via Broletto 35, 20121 Milano
Tel 02 85131 - Fax 02 8513269
info@branca.it

talia a Tavola alimenti food bevande caffè birra distillati vino salute diete ristorazione aziende attrezzature ristoranti pizzerie bar enoteche hotel SPA agriturismi appuntamenti fiere turismo circoli libri stampa ricette oroscopo enogastronomia territorio ospitalità horeca

COMMENTI (1)
13/01/2014 15:42:49
1) eventuale vendita VS liquori
possedendo delle bottiglie di VS prodotti vorrei sapere vostra eventuale disponibilità Saluti
Francesco Saverio Perone
pensionato
privato


COMMENTI (1) - dì la tua
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
Nome *   Cognome *  
Indirizzo Città
Nazione
Provincia *   CAP
Telefono Professione
Azienda Cellulare
Fax Sito web
E-mail*   Categoria *  
Titolo
Messaggio  
Codice di verifica
    

Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.
RICERCA AVANZATA
Inserisci una o più parola chiave
Sezione
Categoria
Regione
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - Mail & Credits - Sitemap - Policy - © ® - Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548