Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e ospitalità
lunedì 24 aprile 2017 | aggiornato alle 16:58 | 48213 articoli in archivio
HOME     ALIMENTI     FRUTTA e VERDURA

Bollini su frutta e verdura addio Arriva il tatuaggio laser

Primo Piano del 22 novembre 2009 | 15:20

Presto si potrebbe dire addio alle etichette adesive di frutta e verdura. In Florida stanno infatti studiando un sistema di scritte al laser al posto dei bollini per identificare i prodotti. Il "tatuaggio" non altera la qualità della frutta, né la tendenza a marcire e non favorisce i germi


A breve le etichette adesive di frutta e verdura potrebbero andare in pensione. A sostituirle un "tatuaggio" al laser sulla buccia, una sorta di codice a barre che indica la provenienza. L'idea arriva Jan Narciso e Ed Exteberria dell'Agricultural Research Service e dell'Università della Florida. I due hanno usato un laser al biossido di carbonio per incidere le informazioni necessarie sui pompelmi, intaccando solo le primissime cellule, le più esterne, della buccia del frutto.

Il marchio ottenuto in questo modo non può essere modificato, né lavato o tolto via: i bollini possono essere persi o sostituiti, il tatuaggio perciò è ancora più efficace per risalire alla provenienza reale del prodotto. Addirittura, dicono, potrebbe essere usato per scrivere una sorta di codice a barre contenente informazioni diverse, che possano essere lette alla cassa del supermercato oltre che nei punti di controllo della filiera produttiva: niente più code a pesare la frutta, quindi, basterà passare l'arancia direttamente sul lettore della cassa per saperne il prezzo.

Per verificare se il procedimento alteri in qualche modo la qualità della frutta i due ricercatori hanno coperto il tatuaggio con un sottile strato di cera, in grado di impedire la perdita di acqua dal frutto e bloccare l'ingresso di germi patogeni: metodo efficace, ma anche questo potenzialmente fastidioso. Così i ricercatori hanno fatto prove senza la cera, accorgendosi che non è in effetti necessaria: i piccoli forellini incisi nella buccia attraverso il tatuaggio sono sigillati dal biossido di carbonio del laser, così i germi non possono entrare nel cibo e non viene iniziato nemmeno il processo di marcescenza. «Il microscopico strato di cera può essere comunque utile a prevenire del tutto la perdita di acqua dal frutto» dicono Narciso ed Exteberria, che hanno pubblicato i loro esperimenti sulla rivista Hort Technology.

Gli studiosi hanno condotto anche test per verificare i processi di maturazione e marcescenza del frutto tattato con il laser: i ricercatori hanno inoculato organismi che favoriscono la marcescenza e poi inciso la buccia col laser. Non hanno trovato patogeni né nella buccia, né all'interno. Il tatuaggio al laser, dunque, non altera minimamente i processi di maturazione né la tendenza a marcire perché il laser cauterizza la buccia del vegetale.

I primi test sono stati condotti sui pompelmi, ma prove positive sono state già raccolte su pomodori, avocado e altra frutta e verdura. Il sistema è attualmente sotto esame negli Usa da parte dell' Fda (Food and drug administration), l'ente che si occupa della regolamentazione dei prodotti alimentari e farmaceutici.

Una soluzione che potrebbe rivelarsi pratica visto che piccole etichette adesive non sono semplicemente fastidiose, ma rappresentano un grosso problema nel momento in cui bisogna riciclare i rifiuti di frutta e verdura. E l'etichettatura al laser è anche a prova di manomissione. Infatti, il marchio è praticamente permanente. La nuova tecnologia elimina le spese di adesivi e di stampe delle etichette, è ecocompatibile, e permette di etichettare 14 pezzi al secondo.

frutta verdura tatuaggio laser scadenza florida cibo Italia a tavola tavola


ARTICOLI CORRELATI
Loading...
Mostra più articoli >

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >

ARTICOLI RECENTI
Loading...


COMMENTA
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

Caricamento...
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - Mail & Credits - Sitemap - Policy - © ® - Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Edizioni Contatto Srl
via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg)
P.IVA 02990040160
Mail & Credits - Sitemap - Policy - © ®
Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548