Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e ospitalità
sabato 23 settembre 2017 | aggiornato alle 13:04 | 50408 articoli in archivio

Approvata la Carta di Riva del Garda
Innovazioni per agronomi e forestali

Pubblicato il 20 maggio 2013 | 14:49

In chiusura del 15° Congresso nazionale dei dottori agronomi e forestali, è stato approvato il documento finale con le linee guida per la professione per il prossimo anno. Al centro formazione e innovazione




Assicurazione obbligatoria, formazione continua, società tra professionisti e nuovo codice deontologico. L’assemblea del 15° Congresso nazionale dei dottori agronomi e dei dottori forestali ha approvato la Carta di Riva del Garda che traccia le linee guida per la professione per il prossimo anno.

da sinistra: Antonio Boschetti, Maria Cruz Diaz Alvarez e Rosanna Zari
Nella foto, da sinistra: Antonio Boschetti, direttore de L'Informatore Agrario, Maria Cruz Diaz Alvarez, presidente dell'Amia, l'Associazione mondiale degli ingegneri agronomi, e Rosanna Zari, vicepresidente del Conaf.

«Siamo davanti ad un passaggio storico senza precedenti - ha detto il Presidente Conaf Andrea Sisti - oggi abbiamo scritto una nuova pagina per il futuro della nostra professione. Innovazione, ricerca e qualità della prestazione professionale dovranno guidare senza indugi la nostra quotidiana attività di professionisti al servizio del Paese».

L’assicurazione obbligatoria per la prestazione professionale
A seguito dell’introduzione dell’obbligo della copertura assicurativa della responsabilità civile professionale sancita dal D.L. n. 137/2012, il Conaf ha ideato una polizza assicurativa collettiva con l’obiettivo di tutelare le fasce di iscritti più deboli, consentendo la fruizione di una polizza con caratteristiche contrattuali di qualità elevata ad un costo accessibile. Un sistema, come quello attuato da Conaf, è in grado di evitare il rischio che un iscritto non sia coperto da assicurazione, nonostante l’assenza dell’obbligo a contrarre assicurazione per le compagnie assicuratrici. Attraverso il sistema Conaf, ogni professionista iscritto che abbia attivato la sua posizione assicurativa, sarà tutelato in ogni ambito professionale e, contrariamente agli usi del mercato assicurativo, senza alcuna esclusione sostanziale, salvo il caso di dolo.

La formazione continua per la qualità della prestazione
premio montezemoloNell’accingersi al passaggio alla formazione continua, così come definita dalla riforma professionale, l’assemblea ha sottolineato come la formazione deve servire a produrre un processo di trasformazione. La formazione, inoltre, deve essere desiderata in relazione alla qualità dell'offerta. Occorre, infine, che la formazione stimoli un continuo processo di cambiamento ed innovazione.

Le società tra professionisti
Davanti al passaggio normativo che favorisce l'aggregazione dei professionisti, introducendo forme che potrebbero garantire un modo più moderno per affrontare un lavoro professionale che oggi risulta sempre più complesso, il Conaf si impegna ad attivarsi presso le istituzioni preposte, per individuare soluzioni chiare ed efficaci per rendere lo strumento delle società tra professionisti una forma per l'esercizio della professione efficiente ed al passo con i tempi. Inoltre vista l'innovatività del provvedimento legislativo viene sollecitata l'ipotesi di favorire la creazione di società tra professionisti, nei modi che il sistema ordinistico riterrà più opportuni, sia attraverso interventi diretti, sia facendosi promotore di politiche di agevolazione fiscali a favore dei giovani e detassazazione sul reinvestimento degli utili.

La responsabilità del professionista
Un nuovo codice deontologico per la professione di dottore agronomo e forestale. Che rispetti i dettami imposti dalla recente riforma delle professioni e, al tempo stesso, strizzi l'occhio al consumatore. Dalla trasparenza del rapporto contrattuale con il cliente all'obbligo di polizza assicurativa per il professionista, dalla pubblicità informativa sulla propria attività alla formazione continua, dalla possibilità di costituire società tra professionisti alla funzione di vigilanza dell'Ordine, sono molte le novità introdotte dalla riforma delle professioni che entrano a pieno titolo nella norme che autoregolamentano gli iscritti e che possono essere oggetto di eventuali illeciti disciplinari. È proprio per ridefinire illeciti e funzioni di vigilanza alla luce della riforma delle professioni che è stato predisposto un aggiornamento di quelle regole che prima ogni categoria professionale si dava in assoluta autonomia.

Conaf Agronomi Forestali carta Riva del Garda assicurazione formazione innovazione


ARTICOLI CORRELATI
Loading...
Mostra più articoli >

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >

ARTICOLI RECENTI
Loading...


COMMENTA
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

Caricamento...
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - Mail & Credits - Sitemap - Policy - © ® - Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Edizioni Contatto Srl
via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg)
P.IVA 02990040160
Mail & Credits - Sitemap - Policy - © ®
Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548