Rational
Pentole Agnelli
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e ospitalità
sabato 21 aprile 2018 | aggiornato alle 02:04 | 53652 articoli in archivio
HOME     PROFESSIONI     CUOCHI
di Clara Mennella
vicedirettore
di Clara Mennella
vicedirettore

La performance... sexy di Cogo e Negrini
In gara per Imaf chefs’ cup 2013

Pubblicato il 12 giugno 2013 | 10:16

Siamo stati in giuria nella tappa milanese del primo cooking show stellato che sta girando l’Italia con sfide live nei ristoranti della catena Sina. A luglio la premiazione dei vincitori di Napoli, finale a San Francisco


Nata dall’idea lungimirante di Rossella Canevari, scrittrice e direttore artistico, Imaf chef’s cup ha anticipato i tempi, è giunta infatti quest’anno alla 3ª edizione, proponenedo una competizione che aggiunge valore artistico al lavoro dei cuochi, invitandoli ad una sfida amichevole che ha come mission la trasposizione delle emozioni regalate da artisti e opere d’arte di ogni genere, nelle preparazioni culinarie.

L’edizione 2013 è attualmente in corso, si svolge nei mesi di maggio e giugno attraverso un percorso tracciato dalle location che sono i ristoranti d’albergo della prestigiosa catena luxury Sina.

Sette tappe, sette cene, sette coppie di cuochi stellati. Ad ogni coppia è stata lasciata la scelta degli artisti ai quali ispirarsi, ad esprimere le valutazioni una rosa di tre giurati di qualità scelti fra giornalisti di settore e blogger, affiancati da tre giurati garanti.

da sinistra: Alessandro Negrini, Davide Oltolini, Roberta Schira, Clara Mennella, Lorenzo Cogo
Nella foto, da sinistra: Alessandro Negrini, Davide Oltolini, Roberta Schira, Clara Mennella, Lorenzo Cogo.

Il resoconto che segue è quello della tappa milanese, la quarta di questa edizione, che si è svolta a Milano lo scorso 28 maggio al ristorante L’Opéra dell’Hotel De la Ville e che mi ha vista coinvolta quale giurata di qualità insieme agli amici Roberta Schira, giornalista e scrittrice e Davide Oltolini, critico e giornalista enogastronomico.

La coppia di chef che ha animato la competizione era composta da Lorenzo Cogo e Alessandro Negrini, due professionisti giovanissimi che hanno già fatto parlare parecchio di sé; il primo (chef del ristorante El Coq a Marano Vicentino - Vi) per essere il più giovane cuoco insignito della Stella Michelin all’età di 26 anni, il secondo Alessandro Negrini di origini valtellinesi, perché da qualche tempo è il volto giovane e comunicativo di quella che è una delle realtà ristorative più consolidate della “piazza” milanese, il ristorante Il Luogo di Aimo e Nadia Moroni.

Noi giurati siamo stati chiamati ad esprimerci su 3 punti: bontà del piatto, coerenza con il tema e complicità di coppia.

La forma d’arte scelta dagli chef è stata la fotografia attraverso gli obiettivi di due fotografi di grande impatto emotivo, Terry Richardson e Robert Mapplethorpe.

Immagini pop di personaggi famosi colte su set, backstage ma anche momenti di vita privata sono le caratteristiche degli scatti di Richardson, corpi di grande perfezione estetica immortalati nudi in pose plastiche e provocatorie, scolpiti dalle luci e dal bianco e nero per Mapplethorpe.

Fil rouge di tutta la serata sono stati quindi la sensualità e l’erotismo che Lorenzo e Alessandro hanno trattato con ironia, leggerezza e eleganza, sfidando pubblico e giurati in divertenti schermaglie verbali e culinarie.

I piatti preparati sono stati “Flower Power”, un risotto dagli ingredienti particolarissmi, fiori di sambuco e polline, profumatissimo e cotto alla perfezione con un richiamo forte alla passionalità e “Pomp”, un dolce elaborato e provocatorio dalle forme carnali e al gusto di pompelmo e miele con un finale a sorpresa di pop-corn di pasta scoppiettanti.

La complicità di coppia è stata ammirevole: «Tra me e Lorenzo c’è uno scambio tra colleghi che si stimano e si aiutano» ha raccontato Negrini, inoltre i due chef hanno in comune un forte legame con il proprio territorio e con l’Italia in generale: «Abbiamo entrambi viaggiato molto ma siamo rimasti profondamente legati al nostro paese, quando andiamo a lavorare all’estero portiamo sempre qualche prodotto made in Italy».

Le precedenti competizioni

  • 15 maggio: Cristina Bowerman - Claudio Sadler (l’Olimpo dell’Hotel Bernini Bristol di Roma).
  • 16 maggio: Marco Stabile - Andrea Mattei (Conservatory Lorenzo de Medici del Grand Hotel Villa Medici di Firenze).
  • 21 maggio: Luca Marchini - Iside de Cesare (Maxim’s dell’Hotel Palace Maria Luigia di Parma)
  • 29 maggio: Rosanna Marziale - Stefano Cerveni (Collins’ dell’Hotel Brufani Palace di Perugia)
  • 4 giugno: Piergiorgio Siviero - Paolo Cappuccio (Antonoo’s Lounge and Restaurant del Centurion Palace di Venezia)
  • 11 giugno: Igles Corelli - Vincenzo di Grande (La Conchiglia dell’Hotel Astor di Viareggio)

Alessandro Negrini Lorenzo Cogo Imaf chef’s cup cucina italiana


ARTICOLI CORRELATI
Loading...
Mostra più articoli >

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >

ARTICOLI RECENTI
Loading...


COMMENTA
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

Caricamento...
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - Mail & Credits - Sitemap - Policy - © ® - Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Edizioni Contatto Srl
via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg)
P.IVA 02990040160
Mail & Credits - Sitemap - Policy - © ®
Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548