Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e ospitalità
sabato 16 dicembre 2017 | aggiornato alle 17:50 | 51827 articoli in archivio
HOME     TURISMO     TERRITORIO
di Andrea Radic
vicedirettore
di Andrea Radic
vicedirettore

Gallicianò nel cuore dell'Aspromonte
Volto della vera Magna Grecia

Pubblicato il 15 agosto 2017 | 16:30

Quaranta abitanti in un pungo di case gettate sulle rocce, una chiesa ortodossa e l'ospitalità della tradizione. Un luogo fermo nel tempo che consegna emozioni profonde e panorami unici di un'epoca primordiale




L’Aspromonte è un susseguirsi di colline, montagne, foreste, boschi, rocce, con le fiumare, secche in estate, che si introducono e ne segnano le valli. I piccoli paesi arroccati sui contrafforti rocciosi, case in pietra con muri a secco attorniate da piante di fico d’india, mandorli e alberi di fico. Luogo primordiale e affascinante, abitato da gente di carattere, orgogliosa del proprio territorio e delle sue tradizioni. Persone che innanzitutto offrono a chi giunge la propria ospitalità, legata alla parola greca “xenìa”, consegnando storie e informazioni che sommate alle emozioni e alle suggestive visioni paesaggistiche, consegnano numerosi motivi per giungere fin quassù.

Gallicianò nel cuore dell'Aspromonte Volto della vera Magna Grecia

Il viaggio per raggiungere Gallicianò (Rc) è, di per sé, ragione di intraprenderlo. La strada si inerpica tra tornanti e uliveti e porta subito in quota regalando panorami davvero mozzafiato sulla più bella valle dell’Aspromonte. Dopo l’ultima curva, ecco le case di Gallicianò, sono una manciata di tetti gettati sulle rocce, ma il complesso è suggestivo quanto un presepe.

L’antico borgo racchiude un raro gioiello, la chiesetta ortodossa della Madonna dei Greci. Un luogo unico e di altissimo valore storico e religioso, a Gallicianò infatti permane la lingua greca, parlata da tutti i circa quaranta abitanti. Il Borgo è anche città della musica tradizionale, sono nati e cresciuti qui i suonatori di fisarmonica e tamburello protagonisti ogni anno del Festival di cultura e musica grecanica "Paleariza".

Gallicianò nel cuore dell'Aspromonte Volto della vera Magna Grecia

A Gallicianò è visitabile anche un Museo Etnografico dedicato ad Angela Bogasari Merianoù, la filosofa greca giunta in questi luoghi negli anni ‘70, alla scoperta della questa piccola comunità con cui condivideva le origini. La struttura museale è stata realizzata con materiali donati dagli stessi paesani, convinti che fosse l’unico modo per mantenere viva la memoria del paese. E a due passi dal Museo, ci si disseta in quella che viene chiamata “Fontana dell’Amore”, così denominata perché lì anticamente si incontravano i fidanzati.

Il senso dell’ospitalità è nel Dna degli abitanti di Gallicianò, per questa ragione, da non perdere una cena o pranzo all’Osteria locale, la cui terrazza affaccia, a volo d’uccello, sulla vallata. Qui è un trionfo di capocollo e formaggio, peperonata con patate e zucchine, pane e pomodoro, tutto locale e di grande sapore. Maccheroni con sugo di capra e capra stufata, completano l’esperienza gastronomica in modo unico.

Gallicianò nel cuore dell'Aspromonte Volto della vera Magna Grecia

A Gallicianò è anche possibile pernottare, grazie a un paio di piccoli appartamenti che si possono affittare. La colazione del mattino sarà a base di latte di capra appena munto. Le persone e i luoghi sono una cosa sola, questo è il valore di Gallicianò. Giovanni e Mimmo vi accompagneranno a visitare il Paese, Raffaele vi incanterà raccontandovi la storia della chiesa ortodossa, Mimmo cucinerà per voi e Leo suonerà la tarantella.

Aspromonte Calabria Galliciano chiesa ortodossa cultura grecanica capra capocollo fonte panorama Raffaele Roda


ARTICOLI CORRELATI
Loading...
Mostra più articoli >

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >

ARTICOLI RECENTI
Loading...


COMMENTA
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

Caricamento...
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - Mail & Credits - Sitemap - Policy - © ® - Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Edizioni Contatto Srl
via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg)
P.IVA 02990040160
Mail & Credits - Sitemap - Policy - © ®
Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548