Ros Forniture Alberghiere
Pentole Agnelli
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e ospitalità
mercoledì 25 aprile 2018 | aggiornato alle 04:55 | 53709 articoli in archivio
di Andrea Radic
di Andrea Radic

A Milano il Dry raddoppia
Pizza gourmet per milanesi hipster

Pubblicato il 25 ottobre 2017 | 17:16



Andrea Berton, Giovanni Fiorin, Tiziano Vaudafieri e Diego Rigatti, hanno deciso di abbinare pizza gourmet, cucina di carattere, una carta dei vini molto innovativa e una mixology di alta classe in un unico locale, Dry.

La location è accogliente, moderna, contemporanea, in una parola "hipster", una cucina di ottima mano, quella di Simone Lombardi, una sala professionale gestita con competenza e un sorriso in più da Mirko Grosso con Riccardo Fedele capace di proporre ottime scelte dalla carta dei vini e il bartender, Domenico Carella che fa della mixology la sua cultura. Tutti diretti da Francesco Galdi arrivato da poco direttamente dalle atmosfere globali dei locali di Dubai.

(Al Dry di viale Vittorio Veneto pizza gourmet per milanesi hipster)

Ottima l'idea di ospitare per una serata speciale, uno dei re della pizza napoletana, Enzo Coccia, la cui maestria ha richiamato i gourmet e intenditori milanesi a godersi le sue "montanarine" e le celebri pizze fritte di cui sono ghiotti tutti, dal presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis a Diego Armando Maradona.

(Al Dry di viale Vittorio Veneto pizza gourmet per milanesi hipster)
Enzo Coccia e Simone Lombardi (primo e secondo da destra) con la loro brigata

Un classico della gastronomia napoletana, che Coccia ha interpretato magistralmente con ingredienti davvero particolari come la salsiccia di Bufala e un formaggio erborinato dello stesso animale. Ottimo. «Spero di aver portato il calore e la cordialità di Napoli a Milano», dice Enzo Coccia, ci è riuscito in pieno.

Al Dry molto, molto interessante la carta dei vini divisa per vitigni e per tipologie: Pinot Nero, Riesling, bollicine con scelte da zone e cantine eleganti e di carattere e una proposta di un bianco, un rosso, un rosè. Anche a calice ed è un bene, perché viene voglia di degustare più etichette, alcune con il grande respiro dei formati magnum. E prima o dopo cena non perdete la mixology del Dry, sarebbe un vero peccato.

Per informazioni: www.drymilano.it

Milano Dry pizza gourmet Enzo Coccia lombardi mixology bartender carta vini


ARTICOLI CORRELATI
Loading...
Mostra più articoli >

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >

ARTICOLI RECENTI
Loading...


COMMENTA
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

Caricamento...
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - Mail & Credits - Sitemap - Policy - © ® - Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Edizioni Contatto Srl
via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg)
P.IVA 02990040160
Mail & Credits - Sitemap - Policy - © ®
Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548