Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e ospitalità
sabato 16 dicembre 2017 | aggiornato alle 17:49 | 51827 articoli in archivio

Servire in tavola le emozioni
La “mission” di Chs Group

Pubblicato il 29 ottobre 2017 | 15:25

Negli ultimi anni è cresciuta sempre più l’attenzione verso i temi relativi alla cucina. Ma quale lavoro c’è dietro le quinte e di che cosa ha bisogno il ristoratore per avere successo con i propri clienti?
.

Il dilemma che, da sempre, divide l’uomo è scegliere se è preferibile essere o apparire. Anche la ristorazione rientra in questo dubbio amletico. Gli chef sono dei ricercatori che continuano a lavorare e a studiare sulla presentazione della ricetta finale che appare ai nostri occhi: il piatto su cui verrà disposta la loro realizzazione e la presentazione della tavola dove questo verrà servito necessitano di cure e attenzioni. Senza una mise en place adeguata e coordinata allo stile e all’ambientazione, anche la migliore realizzazione culinaria perde di valore in percezione.

(Servire in tavola le emozioni La mission di Chs Group)
“L - Fragment” di Dégrenne Paris

Vista l’importanza di questo aspetto, da sempre Chs Group ha, come obiettivo, la selezione e la proposta dei migliori articoli in linea con i trend che il mercato sta manifestando. In un mondo in cui tutto è cambiato, in cui viviamo, viaggiamo e mangiamo alla velocità del web, la mise en place va di certo ripensata. Quali sono le idee di Chs Group in merito?

Si può rispondere alle sostanziali evoluzioni con un’offerta varia e bilanciata. Sicuramente, rispetto al passato, la composizione della tavola è più semplice nell’ideazione generale, ma più complessa nei dettagli. Dettagli che però non possono vivere nella pura anarchia artistica. La preparazione segue criteri precisi, attraverso i quali si deve ottenere come risultato un complesso armonico in cui le ricette trovano la loro naturale collocazione. Alcuni dettagli da tenere bene a mente per realizzare una mise en place di sicuro effetto sono da ricercare in un gioco di design e di colori e lucentezza degli elementi che andranno a comporre la tavola.

Per scatenare al meglio questa creatività, Chs Group ha scelto di proporre piatti e linee caratterizzati da un bianco brillante, come se fossero tele bianche sulle quali gli chef più rinomati possono sbizzarrirsi nella loro costante ricerca, ed è questa l’immagine che meglio sintetizza le linee “L” e “L - Fragment” di Dégrenne Paris. Pulizia, eleganza, delicate increspature sulla superficie, quasi martellate, un connubio ideale tra la sensazione della stuoia al tatto e la lucidità singolare del materiale all’occhio. La forza del bianco più puro è lì, eterna, a ricordarci quanto importante sarà il contrasto con qualsiasi pietanza vi si poggerà sopra.

(Servire in tavola le emozioni La mission di Chs Group)
“Canopée” di Pillivuyt

Un’altra linea di grande impatto è “Canopée” di Pillivuyt: per la sua creazione è stata chiesta una consulenza al noto studio di design contemporaneo parigino Sismo, una celebrazione dei prossimi 200 anni di storia dell’azienda. Ci sarebbe molto da dire e da raccontare, ma in questo caso non c’è niente di meglio che soffermarsi ad ammirarlo nella sua profonda bellezza. Dolce, dinamico, sinuoso, stiloso... in una parola: completo. Può accompagnarvi in paradisi di degustazione che non dimenticherete facilmente, non a caso include un particolare set “No Phone” per isolare visivamente il cellulare. Sarete voi, i commensali, la dialettica e il gusto, a regnare sovrani sulla tavola.

Il tepore di una tavola non passa mai di moda e Chs lo sa. La risposta? L’inserimento a catalogo di nuove gamme che fanno di materia e lucentezza i loro punti di forza. I sensi, il gusto e la creatività troveranno in essa un palcoscenico dove potersi esprimere al meglio. Inoltre è possibile donare colore e dettagli caldi ai vostri ambienti anche grazie a “Craft” di Steelite: questa gamma, ispirata dalle creazioni degli artigiani vasai, è in grado di donare colore grazie allo splendente smalto applicato a mano e che si lega indissolubilmente alle linee morbide della gamma stessa. Questo stesso smalto regala un tocco rustico, elemento prepotentemente di moda.

(Servire in tavola le emozioni La mission di Chs Group)
“Craft” di Steelite

Da parte di Steelite non viene meno la grande attenzione alla qualità, elemento irrinunciabile per quella ristorazione che ha fatto della professionalità e del servizio impeccabile le proprie parole d’ordine per distinguersi e caratterizzarsi. Anche questa serie, infatti, è marchiata “Made for life”, marchio che assicura che quel prodotto è garantito a vita contro le sbeccature.

Possiamo così riassumere nelle parole modernità e innovazione questi articoli di qualità superiore. Ricordate sempre: la moda passa, ma la classe resta. Anche quando eseguite una mise en place.

Per informazioni: www.chsgroup.it

Chs Group tavola mise en place ristorante servizio di sala design impiattamento Fragment Degrenne Paris Canopee Pillivuyt Craft Steelite


ARTICOLI CORRELATI
Loading...
Mostra più articoli >

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >

ARTICOLI RECENTI
Loading...


COMMENTA
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

Caricamento...
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - Mail & Credits - Sitemap - Policy - © ® - Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Edizioni Contatto Srl
via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg)
P.IVA 02990040160
Mail & Credits - Sitemap - Policy - © ®
Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548