Ros Forniture Alberghiere
Pentole Agnelli
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e ospitalità
sabato 26 maggio 2018 | aggiornato alle 04:06 | 54174 articoli in archivio
HOME     BEVANDE     ACQUA e ANALCOLICI

San Benedetto e ministero dell'Ambiente
Un'unica filosofia, la sostenibilità

Pubblicato il 14 febbraio 2018 | 18:33

Prosegue la collaborazione tra l’azienda italiana leader nel mercato del beverage analcolico e il ministero dell’Ambiente per individuare e valorizzare iniziative comuni a favore della sostenibilità ambientale.

Analisi e riduzione dell’impronta ambientale, questa la finalità dell’accordo tra Acqua Minerale San Benedetto e il ministero dell’Ambiente sottoscritto a favore della sostenibilità ambientale.

Con la firma apposta dal ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti, dal presidente di Confindustria Vincenzo Boccia e dal presidente di Acqua Minerale San Benedetto, Enrico Zoppas, prende vita un nuovo importante tassello all’interno della politica ecosostenibile adottata dall’azienda veneta.

Enrico Zoppas e il Ministro Gian Luca Galletti (in alto, Tullio Versace, Vincenzo Boccia, Matteo Zoppas) (San Benedetto e ministero dell'Ambiente Un'unica filosofia, la sostenibilità)
Enrico Zoppas e il Ministro Gian Luca Galletti (in alto, Tullio Versace, Vincenzo Boccia, Matteo Zoppas)

«Quest’azienda - ha affermato Gian Luca Galletti, ministro dell’Ambiente - rappresenta certamente un modello sul tema sostenibilità. Il nuovo accordo fra Ministero e Acqua Minerale San Benedetto non è altro che un ulteriore segnale dell'attenzione che da tempo questa azienda dedica alla qualità ambientale delle sue produzioni e dei suoi processi produttivi e, in generale, del ruolo che il mondo delle imprese sta assegnando alla sostenibilità. La misurazione della carbon footprint, l’elaborazione di misure per la riduzione dei gas serra nei processi produttivi, la ricerca in materia di eco-design ed eco-efficienza, rappresenta per il sistema delle aziende italiane un driver non solo ambientale, ma anche un potente strumento di competitività a livello nazionale e internazionale visto il rilievo e l’importanza che oggi sul mercato viene dato ai requisiti ecologici dei prodotti».

L’accordo rappresenta un comune impegno pubblico - privato, attraverso programmi di collaborazione ad hoc, attività di promozione della riduzione delle emissioni e la diffusione di modelli virtuosi.

«Siamo fieri di applicare un approccio innovativo - ha dichiarato Enrico Zoppas, presidente del Gruppo Acqua Minerale San Benedetto - che combina ed integra strumenti di gestione e quantificazione degli impatti ambientali e ci rende pionieri dell’economia circolare. Il nostro modello è costruito su base scientifica, questo ci consente di affermare con solidità ed in modo chiaro e trasparente i risultati raggiunti sul tema della sostenibilità, da sempre parte del nostro Dna aziendale».

«La San Benedetto - ha commentato Vincenzo Boccia, presidente di Confindustria - appartiene a quelle aziende di cui Confindustria è orgogliosa per la sua capacità di precorrere i tempi e indicare strade virtuose da seguire. Dopo essere stata la prima impresa nel settore delle acque minerali a firmare in Italia un protocollo con il ministero dell’Ambiente per la riduzione delle emissioni nocive, la San Benedetto rinnova e ammoderna quell’intesa dimostrando ancora una volta di essere all’avanguardia e punto di riferimento nel campo della sostenibilità ambientale. Un campo a noi molto caro come dimostra l’adozione di Manifesto per la responsabilità sociale che proprio nel rispetto dell’ambiente trova i suoi punti più qualificanti».

Matteo Zoppas, Gianfranco Zoppas, Enrico Zoppas, Frederic Barut, Gian Luca Galletti, Vincenzo Boccia, Tullio Versace (San Benedetto e ministero dell'Ambiente Un'unica filosofia, la sostenibilità)
Matteo Zoppas, Gianfranco Zoppas, Enrico Zoppas, Frederic Barut, Gian Luca Galletti, Vincenzo Boccia, Tullio Versace

Il modello di innovazione sostenibile utilizzato da San Benedetto si basa inoltre sui principi di scalabilità, in quanto applicabile a tutti i prodotti e siti dell’azienda, di confrontabilità, poiché studiato per comparare tra loro diversi prodotti, processi, siti produttivi - anche in Paesi diversi - e di regionalizzazione dell’impatto. Tutto questo in una logica di eco design e di eco efficienza, contabilizzando le emissioni prodotte da ogni singolo evento produttivo. Un modello di misurazione utile a progettare e a rilevare l’impatto ambientale con la logica di ottimizzare l’uso di energia e materie prime.

Tale modello ha consentito di ridurre le emissioni di gas effetto serra. Ad esempio sulla linea progetto ecogreen sono state ridotte dal 2013 al 2016 le emissioni di CO2 equivalenti del 17,5% (dati su base litro) pari a 8.171 tonnellate di CO2 equivalenti. In generale, dal 2013 al 2016, l’azienda ha evitato ben 40.732 tonnellate di CO2 equivalenti, grazie ai miglioramenti introdotti nello stabilimento di Scorzè (Ve). San Benedetto, inoltre, ha sostenuto progetti green per neutralizzare ben 69.562 tonnellate di CO2 equivalenti.

I cinque punti d'intesa tra Ministero e Acqua Minerale San Benedetto:
  1. Collaborare nella continua azione di riduzione e neutralizzazione delle emissioni di CO2 equivalenti, attraverso i meccanismi previsti dal protocollo di Kyoto e in funzione delle disposizioni del “Pacchetto Clima-Energia” dell’Unione Europea e dell’Accordo di Parigi.
  2. Elaborare innovativi modelli di Eco Design ed Eco Efficienza da applicare alla progettazione dei propri prodotti e alla gestione dei propri processi, in collaborazione con il Ministero dell’Ambiente.
  3. Condividere iniziative utili alla diffusione e valorizzazione della sostenibilità ambientale nella produzione, distribuzione e commercializzazione delle acque minerali San Benedetto, anche in collaborazione con filiere produttive più ampie, filiere distributive, Associazioni di Categoria, e altri Enti o Istituzioni.
  4. Promuovere azioni congiunte d’informazione, con le modalità previste nelle linee guida per la comunicazione relative al “Programma Nazionale per la Valutazione dell’Impronta Ambientale”, per favorire i miglioramenti delle prestazioni ambientali del prodotto acqua minerale San Benedetto.
  5. Cooperare nell’analisi del modello di calcolo degli impatti ambientali derivanti dalla produzione di acque in bottiglia, promosso dalla Commissione Europea, con lo scopo di elaborare le linee guida per la Product Environmental Footprint nel settore delle acque minerali imbottigliate “Packed Water”.

La costante attenzione alle problematiche ambientali e al risparmio energetico sono da sempre parte integrante e fondamentale del progetto aziendale di San Benedetto, azienda oggi più che mai mossa da un’ambizione di eccellenza ecofriendly nel panorama industriale italiano.

A novembre dello scorso anno San Benedetto aveva, inoltre, presentato il progetto di sostenibilità “Nasce la foresta San Benedetto” un polmone verde di 8 ettari e 6mila alberi realizzato nel comune di Scorzè in collaborazione con l’azienda fiorentina Treedom. Un'iniziativa unica nel suo genere che mira a sottolineare l’impegno dell’azienda verso le tematiche del rispetto e della tutela del territorio e dell’ambiente.

Per informazioni: www.sanbenedetto.it

Acqua Minerale San Benedetto Ministero dellAmbiente Confindustria Matteo Zoppas Gianfranco Zoppas Enrico Zoppas Frederic Barut Gian Luca Galletti Vincenzo Boccia Tullio Versace eco design eco efficenza effetto serra ecofriendly sostenibilita


ARTICOLI CORRELATI
Loading...
Mostra più articoli >

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >

ARTICOLI RECENTI
Loading...


COMMENTA
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

Caricamento...
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - Mail & Credits - Sitemap - Policy - © ® - Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Edizioni Contatto Srl
via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg)
P.IVA 02990040160
Mail & Credits - Sitemap - Policy - © ®
Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548