Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e ospitalità
venerdì 15 dicembre 2017 | aggiornato alle 20:50 | 51825 articoli in archivio
HOME     OLIO    

Il laziale “Olivastro” vince Biol 2017
Miglior olio bio tra 350 iscritti

Primo Piano del 20 marzo 2017 | 18:24

Chiusa la kermesse 2017 che ha visto Ostuni epicentro dell’olivicoltura internazionale bio con 350 iscritti. L’olio vincitore "Olivastro" viene dall’azienda Quattrociocchi di Alatri (Fr), secondo un olio di Grosseto, terzo uno andaluso. Il premio BiolPack è andato al sivigliano “Egregio”, mentre quello BiolKids al pugliese “Picholine”


Sono le eccellenze olivicole di Lazio, Toscana e Spagna a salire sul podio del XXII Premio Biol, il concorso internazionale per gli extravergini biologici che ha emesso i suoi verdetti stamattina a Ostuni. Dunque ai vertici dell’annata olivicola bio, sul gradino più alto il laziale “Olivastro” dell’azienda Quattrociocchi di Alatri (Fr); secondo, il “Francibio” prodotto da Franci a Montenero d’Orcia (Gr); terzo, il biodinamico andaluso “Finca La Torre - Hojblanca”.

Il laziale Olivastro vince Biol 2017Miglior olio bio tra 350 iscritti
Il podio del concorso

A un passo dal podio, al quarto posto, il “Mimì Coratina” prodotto a Modugno (Ba) da Donato Conserva (che si aggiudica dunque anche il BiolPuglia). Se questi sono risultati i migliori assoluti dell’ultima annata tra i 350 oli in gara da 15 Paesi, ad aggiudicarsi il Premio BiolPack (miglior accoppiata etichetta-packaging assegnato da una specifica giuria di esperti in comunicazione e marketing) il total white del sivigliano “Egregio” - giudicato “Puro, semplice, efficace” - con menzione speciale al barese De Palma e al greco Arbor Beato.

Il laziale Olivastro vince Biol 2017Miglior olio bio tra 350 iscritti
Il vincitore di "BiolPack"

La proclamazione dei vincitori è avvenuta nella Cittadella dell’olio bio allestita nell’ex macello comunale, in una spettacolare cornice formata dai bambini della Giuria BiolKids: progetto che con percorsi formativi e laboratori d’assaggio di oli bio ha coinvolto in sei regioni (Puglia, Calabria, Basilicata, Sardegna, Emilia Romagna e Liguria) oltre 1.800 ragazzi di quarte e quinte classi di 20 scuole primarie. E 60 di loro hanno formato il baby panel che stamattina ha affiancato i giurati senior per assegnare il BiolKids all’olio preferito dai ragazzi: il pugliese “Picholine” della fasanese Profumi di Castro - Adriatica Vivai. A proclamare i vincitori, anche il sindaco di Ostuni Gianfranco Coppola che si è detto «orgoglioso di aver ospitato un evento internazionale di tale portata, che ha saputo coinvolgere anche le nuove generazioni attraverso il lavoro con le scuole».

Il laziale Olivastro vince Biol 2017Miglior olio bio tra 350 iscritti
Il vincitore di "BiolKids"

«Nonostante la difficile annata olivicola - ha sottolineato il coordinatore del Biol Nino Paparella - abbiamo avuto oltre 350 iscritti e un numero cospicuo di new entry, sintomo di una sempre crescente riconoscibilità del premio a livello internazionale. Confermata dalle sale strapiene per il convegno sulla Xylella e la sezione Biolinnova». Sui risultati, il commento del capopanel Alfredo Marasciulo: «Abbiamo avuto oli straordinari, sia nel Mediterraneo (e nella top ten spicca anche un olio sloveno) sia in Italia, a riprova che chi sa coltivare vince anche sulle avversità climatiche. Ottimo il livello anche dei pugliesi, padroni di casa, pur in lotta con la Xylella: a un passo dal podio la coratina, che si conferma non più da taglio, ma eccellenza in purezza».

Per informazioni: www.premiobiol.it

Premio Biol Ostuni olio olio bio Olivastro Puglia Toscana Lazio Frosinone Bari Andalusia Xylella


ARTICOLI CORRELATI
Loading...
Mostra più articoli >

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >

ARTICOLI RECENTI
Loading...


COMMENTA
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

Caricamento...
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - Mail & Credits - Sitemap - Policy - © ® - Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Edizioni Contatto Srl
via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg)
P.IVA 02990040160
Mail & Credits - Sitemap - Policy - © ®
Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548