Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e ospitalità
giovedì 23 novembre 2017 | aggiornato alle 22:59 | 51491 articoli in archivio
HOME     TURISMO     TERRITORIO
di Renato Andreolassi
di Renato Andreolassi

Il futuro del Garda ai quarantenni
Si punta sul benessere interiore

Pubblicato il 17 luglio 2017 | 18:29

Le principali località turistiche che sorgono sulle sponde del lago di Garda guardano al futuro forti dell’esperienza e consapevoli che il turismo di oggi è un’esperienza da vivere, non basta offrire una bella location


«Il futuro del lago di Garda è nelle mani dei quarantenni». Stefano Polato non ha dubbi, è appunto un albergatore-ristoratore di 40 anni che ha vinto la sfida di puntare tutto sul turismo alternativo. Nel cuore antico di Manerba del Garda (Bs), distante della massa estiva dei vacanzieri, fra vicoli strettissimi e mura medioevali ha creato il ''Borgo dei poeti'', o meglio ridato vita ad una antica struttura che stava cadendo a pezzi.

Il futuro del Garda ai quarantenni Si punta sul benessere interiore

A breve distanza dalle azzurre acque del Benaco e dalla magnifica Rocca ora, riserva naturale riconosciuta dalla Regione, ha investito tutto su un hotel Wellness, nascosto fra gerani, bouganville, edere rampicanti e vecchi balconi in legno. «La cura del corpo è importante - dice ancora Stefano - ma non solo. L'aspetto esteriore conta così come la tranquillità interiore». Ecco allora che assieme alle piscine, idromassaggi e ai più moderni servizi la nuova offerta turistica gardesana punta alla scoperta della rete di sentieri naturali che si snoda attorno alla Rocca e al Parco e soprattutto sulle piste ciclopedonali.
Una cinquantina di chilometri che corrono da Manerba attraverso i comuni della Valtenesi; Soiano, Moniga, Padenghe, Calvagese, Carzago della Riviera, Polpenazze e Puegnago. Buon vino, buon mangiare, prodotti tipici sempre più d'eccellenza, dall'olio al chiaretto, ma tutto ciò non basta più.

Il futuro del Garda ai quarantenni Si punta sul benessere interiore

«Chi viene dalla Germania, dal Nord e dall'Est Europa, dalla Francia e dall'Olanda - rimarca Stefano Polato - chiede non solo spiagge e acque pulite ma anche un ambiente tutelato e integro. In parole povere, basta colate di cemento, basta iper e super che vivono solo nei mesi estivi. La priorità è recuperare l'esistente e salvaguardare i gioielli del passato''. Perché come si dice al “borgo dei poeti” la ricetta del buon e ben vivere quella della felicità non è stata ancora inventata consiste in molta comprensione, un pizzico di buon umore, amore fondente a volontà, sorrisi tanto quanto si desidera, fedeltà molta e una lacrima di sana gelosia il tutto condito e servito in un bel ambiente».

Lago di Garda turismo resort benessere interiore Brescia Manerba


ARTICOLI CORRELATI
Loading...
Mostra più articoli >

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >

ARTICOLI RECENTI
Loading...


COMMENTA
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

Caricamento...
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - Mail & Credits - Sitemap - Policy - © ® - Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Edizioni Contatto Srl
via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg)
P.IVA 02990040160
Mail & Credits - Sitemap - Policy - © ®
Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548