Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
lunedì 02 agosto 2021 | aggiornato alle 10:01 | 76911 articoli in archivio

Molino Caputo, la pizza per l'estate si divide tra tavola e social

Sei pizzaioli si sono messi a confronto via streaming per condividere le novità sul piatto principe della tradizione italiana che passano attraverso una condivisione che deve essere necessariamente anche virtuale

28 maggio 2021 | 15:22

Molino Caputo, la pizza per l'estate si divide tra tavola e social

Sei pizzaioli si sono messi a confronto via streaming per condividere le novità sul piatto principe della tradizione italiana che passano attraverso una condivisione che deve essere necessariamente anche virtuale

28 maggio 2021 | 15:22

È stato un gioco, un confronto tra pizzaioli, ma anche l’occasione per indicare le nuove tendenze delle pizze, in vista dell’estate. L’appuntamento con la nona edizione di “Una Pizza per l’Estate by Mulino Caputo” è andato in scena con 3 pizzaiuole e 3 pizzaiuoli, specializzati nell’arte dell’impasto partenopeo, che hanno proposto in collegamento streaming, la loro interpretazione del disco di pasta per la stagione estiva. Un confronto tra donne e uomini per scoprire le rispettive versioni.

Le sei pizze presentate Molino Caputo, la pizza per l'estate si divide tra tavola e social

Le sei pizze presentate


Confronto su topping, abbinamenti, materia prima

Lo scorso anno, “Una pizza per l’Estate by Mulino Caputo” ha dato l’avvio agli eventi dedicati al food, trasmessi e seguiti, per ovvie ragioni, esclusivamente sulle piattaforme social. Quest’anno, ancora più rodati e con l’entusiasmo di sempre, i Maestri Pizzaiuoli chiamati a raccolta da Mulino Caputo si sono confrontati su topping, abbinamenti e materie prime. I partecipanti e gli ospiti hanno fatto anche il punto sulle nuove tendenze di consumo e sulla home delivery, una modalità che si è diffusa molto negli ultimi 12 mesi e che ha consentito di continuare a godere a casa dei prodotti della pizzeria.

Antimo Caputo: I social? Un'opportunità

«Crediamo che il web e i social - ha dichiarato Antimo Caputo, ad dell’omonimo mulino - siano un’opportunità in più; come lo è stata la delivery e come continuerà ad esserlo, anche ora che ritorneremo a sederci ai tavoli per gustare assieme la pizza. La consegna a domicilio, che era già piuttosto diffusa a Napoli, in questi mesi ha rappresentato un’alternativa significativa. È stata una opportunità importante per i consumatori perché, come amiamo ripetere: “quando una pizza nasce buona, rimane buona”».

I sei partecipanti di quest’anno sono stati: Nicoletta Di Patre, della pizzeria Magma Sakura di Torre del Greco, che ha proposto “Abbraccio”; Jessica De Vivo, della pizzeria Mary Rose di Napoli, con “Fiorina”; Roberta Esposito de La Contrada di Aversa, con la sua “Summer Light”. Per la squadra maschile, sono scesi in campo: Ciro Esposito, della pizzeria Vigliena di Napoli, con “Fortino”; Vincenzo Pagano, di Casa Caponi a Torre Annunziata, che ha preparato la “Vesuvio borbonica” e Ferdinando Simeoli, della Pizzeria Equilibri di Gusto di Pozzuoli, che ha proposto la pizza “Profumi del Golfo”.

Tutti loro si sono sfidati con le rispettive preparazioni presso la sede del Mulino Caputo, dove ad attenderli c’era proprio l’Ad del Mulino, Antimo Caputo assieme a Giuseppe Di Tommaso, giornalista e volto noto di Rai Uno. Così, grazie a Facebook, Instagram e Youtube tutti gli internauti, in Italia e all’estero, hanno potuto conoscere, apprezzare e iniziare ad assaporare con gli occhi le proposte per la prossima stagione estiva, in attesa di degustarle “in presenza” nelle sei pizzerie.


© Riproduzione riservata

 
Voglio ricevere le newsletter settimanali