Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
mercoledì 26 gennaio 2022 | aggiornato alle 06:55 | 81300 articoli in archivio

Aglio rosso - SCHEDA

01 gennaio 2013 | 10:10

Aglio rosso - SCHEDA

01 gennaio 2013 | 10:10

L’aglio rosso è decisamente più profumato e saporito di quello bianco, in quanto ricchissimo di oli essenziali (solfuri di allile), che rendono l’odore molto penetrante e il sapore piccante. Si riconosce dalle peculiari tuniche color rosso porpora che avvolgono ogni spicchio, e perché la “testa” è leggermente più grande rispetto a quella della tipologia bianca.



L’aglio rosso maggiormente conosciuto è quello di Sulmona, una delle varietà più pregiate e rare: questo ecotipo viene coltivato da secoli in Abruzzo, esclusivamente nella Valle Peligna in provincia di L'Aquila, in particolare nella zona di Prezza e Campo di Fano.

Curiosità
L’aglio rosso è l’unico a generare uno scapo fiorale (cioè lo stelo senza fiori) che viene estratto dalla pianta circa un mese prima della raccolta, per consumarlo fresco oppure conservarlo sott’olio e in agrodolce: ha un gusto meno deciso dell’aglio sebbene ne mantenga le stesse proprietà alimentari e farmacologiche.

© Riproduzione riservata

 
Voglio ricevere le newsletter settimanali