Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
mercoledì 26 gennaio 2022 | aggiornato alle 06:13 | 81300 articoli in archivio

Cipolla bianca di Pompei - SCHEDA

01 gennaio 2013 | 10:59

Cipolla bianca di Pompei - SCHEDA

01 gennaio 2013 | 10:59

Zona di produzione
La zona di produzione di questa cipolla è incentrata in Campania, in particolare nel territorio dell’Agro Pompeiano, in provincia di Napoli e dell’Agro Sarnese - Nocerino nella provincia di Salerno.



Caratteristiche

  • La cipolla di piccole medie dimensioni
  • La forma è sferica, ma schiacciata ai poli
  • La polpa e le guaine esterne sono bianche con lievi sfumature verdi
  • La pezzatura è omogenea (dagli 80 ai 120 grammi)
  • Ottima serbevolezza

Coltivazione
È una cipolla dotata di elevata precocità. Si semina a spaglio, prevalentemente da agosto a settembre, su appezzamenti di terreno ben preparati, con un successivo trapianto autunnale delle piantine su file semplici o multiple.

Si raccoglie in primavera, da marzo a giugno e viene commercializzata in mazzi. Per poterne gustare appieno il sapore intenso va consumata molto fresca oppure utilizzata per la preparazione di conserve. Viene inoltre utilizzata, oltre che a livello industriale, anche casalingo, per la produzione di cipolline.

Varietà
Le varietà prendono il nome dal periodo in cui riescono a terminare il proprio ciclo di maturazione:
  • Febbratica
  • Marzatica
  • Aprilatica
  • Maggiaiola
  • Giugnese

© Riproduzione riservata

 
Voglio ricevere le newsletter settimanali