Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
sabato 25 giugno 2022 | aggiornato alle 22:23 | 85735 articoli in archivio

Il Fattore umano secondo Franco Pepe con Grana Padano a Identità Golose

di Andrea Radic
 
07 marzo 2018 | 12:51

Il Fattore umano secondo Franco Pepe con Grana Padano a Identità Golose

di Andrea Radic
07 marzo 2018 | 12:51
 

La qualità di Grana Padano 24 mesi e la maestria di Franco Pepe, grande interprete di impasti e pizze, sono stati protagonisti di una masterclass davvero seguitissima durante Identità Golose 2018.

La qualità di Grana Padano 24 mesi e la maestria di Franco Pepe, grande interprete di impasti e pizze, sono stati protagonisti di una masterclass davvero seguitissima durante Identità Golose 2018.

Ottima la regia di Elisabetta Serraiotto, direttore marketing del Consorzio tutela Grana Padano, nel dare forza al marchio durante le tre giornate del congresso “Identita Golose” che anche quest’anno ha portato cuochi e protagonisti nazionali e internazionali del food, del wine e del beverage a confrontarsi e discutere, a partire dal tema “Il fattore umano”.

Franco Pepe (Il Fattore umano secondo Franco Pepe con Grana Padano a Identità Golose)
Franco Pepe

«Un fattore molto importante che unisce noi che stiamo in cucina con chi produce le grandi materie prime che utilizziamo», commenta Franco Pepe nella lounge Grana Padano, che riferendosi alla Dop in questione, prosegue dicendo: «Capire come viene prodotto, visitando i caseifici e conoscendo le persone che vi lavorano, è un arricchimento non solo professionale, ma culturale».

«La ricetta che abbiamo presentato e alla quale abbiamo lavorato per oltre due mesi, è frutto esattamente di questo - aggiunge Pepe - dell’interazione con il Consorzio Grana Padano, perché non si tratta solo di acquistare un prodotto di qualità ma di capirne l’origine e valorizzarlo appieno nelle ricette. Solo così si arriva davvero al palato delle persone con la declinazione del Grana e la croccantezza dell’impasto».

(Il Fattore umano secondo Franco Pepe con Grana Padano a Identità Golose)

«Per noi la soddisfazione è anche quella di aver unito due culture, quella campana dell’arte di Franco Pepe e quella del territorio del Grana Padano. All’inizio si poteva pensare che fosse più logico, per un cuoco, utilizzare prodotti della sua terra, invece con Franco l’unione ha davvero fatto la forza. Noi portiamo nel mondo l’italianità - ha detto Elisabetta Serraiotto - con la Dop Grana Padano, la più consumata al mondo con 1,7 milioni di forme esportate rispetto alle 5 milioni prodotte. Una pizza come quella di Franco Pepe che usa prodotti di qualità come Grana Padano è una bandiera italiana che piace in tutto il mondo».

Per informazioni:
www.granapadano.it

© Riproduzione riservata STAMPA

 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
       


Algida Dolce Vita