ABBONAMENTI
 
Ros Forniture Alberghiere
Molino Quaglia
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
martedì 20 ottobre 2020 | aggiornato alle 08:49| 68649 articoli in archivio
Ros Forniture Alberghiere
Molino Quaglia
HOME     ALIMENTI     LATTICINI e UOVA

Pecorino Romano senza aiuti
Il Consorzio attacca la Bellanova

Pecorino Romano senza aiuti 
Il Consorzio attacca la Bellanova
Pecorino Romano senza aiuti Il Consorzio attacca la Bellanova
Pubblicato il 25 giugno 2020 | 14:41

Pecorino Romano, insieme a Fiore Sardo e Pecorino Sardo, fuori dal bando di 50 milioni di euro per aiutare la filiera. Il direttore del Consorzio Palitta: «Inaccettabile, come se le Dop sarde non esistessero».

Dal bando nazionale indigenti di 50 milioni di euro sono stati esclusi il Pecorino Romano, il Pecorino Sardo e il Fiore Sardo. Una esclusione che il presidente del Consorzio del Pecorino Sardo Salvatore Palitta descrive come «inaccettabile, perché i problemi legati alla pandemia hanno colpito indistintamente tutte le indicazioni geografiche e le Dop italiane». Palitta ha provveduto subito a scrivere alla ministra delle Politiche agricole Teresa Bellanova.

Salvatore Palitta e Teresa Bellanova - Pecorino Romano senza aiuti Il Consorzio attacca la Bellanova
Salvatore Palitta e Teresa Bellanova

Il bando è stato infatti messo a punto per favorire la ripresa post-pandemia del settore agroalimentare e, allo stesso tempo, per aiutare le famiglie indigenti. Nel concreto, il Governo ha deciso di acquistare per 50 milioni di euro i prodotti inclusi in un determinato paniere, aiutando così la filiera di produzione, destinandoli ad enti caritatevoli, che a loro volta li doneranno a famiglie bisognose.
Questo stesso meccanismo era stato adottato per il bando da 14 milioni del 2019, che includeva (in quel caso) il Pecorino Romano, ma che era legato alla cosiddetta vertenza latte.

«Non è accettabile - prosegue il presidente del Consorzio, chiedendo l'intervento della Regione e dei parlamentari sardi - che lo Stato italiano intervenga in una fase congiunturale estremamente difficile come questa, ignorando che esistano le Dop sarde che, fra l'altro, sono anche molto richieste nelle piattaforme di vendita e dagli enti caritatevoli».

Il primo ad aver accolto l'appello di Palitta è stato il deputato di Fratelli d'Italia Salvatore Deidda, che subito ha subito presentato un'interrogazione alla Ministra Bellanova.

«Noi - ricorda Palitta - rappresentiamo il 95% della produzione nazionale ovina e nonostante le difficoltà vissute in questo periodo abbiamo garantito la lavorazione di tutto il latte, cosa che non è avvenuta in altre parti d'Italia. Abbiamo sostenuto anche i caseifici in difficoltà sui prodotti da tavola. È perciò assolutamente impensabile che le nostre Dop isolane subiscano un'ingiustizia simile».

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail
Abbonati alla rivista cartacea in spedizione postale

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


Pecorino Romano Fiore Sardo Pecorino Sardo formaggio Sardegna Dop bando Governo aiuti esclusione ministro latte filiera agroalimentare Salvatore Palitta Teresa Bellanova Salvatore Deidda

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Sky
Caricamento...
Edizioni Contatto Surl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®
Edizioni Contatto Surl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®