Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
lunedì 27 settembre 2021 | aggiornato alle 12:44 | 78170 articoli in archivio

Messina Street Food Fest Vince il panino di Giuseppe Oriti

di Piero Rotolo
26 ottobre 2018 | 10:34

Messina Street Food Fest Vince il panino di Giuseppe Oriti

di Piero Rotolo
26 ottobre 2018 | 10:34

Il panino con la porchetta di maialino nero dei Nebrodi dell’Azienda Agrituristica “Il Vecchio Carro” è stata la specialità più gradita della 2ª edizione di Messina Street Food Fest.

Il panino con la porchetta di maialino nero dei Nebrodi dell’Azienda Agrituristica “Il Vecchio Carro” è stata la specialità più gradita della 2ª edizione di Messina Street Food Fest.

Giuseppe Oriti, allevatore di maialini neri dei Nebrodi e produttore di porchetta e altri salumi di eccellenza, ha dunque vinto la manifestazione dedicata al cibo di strada che si è svolta nella città dello Stretto. Oriti ha ricevuto il primo premio come operatore più gradito dal presidente di Confercenti Messina e ideatore dell’iniziativa, Alberto Palella.

(Messina Street Food Fest Vince il panino di Giuseppe Oriti)

«Siamo orgogliosi - ha affermato Giuseppe Oriti - e onorati di aver raggiunto la prima posizione. Un grazie particolare va a tutti coloro che ci hanno sempre sostenuto e che ci hanno scelto tra le tante bontà presenti al Messina Street Food». Trionfare tra 40 specialità salate e dolci presenti negli stand non era facile e Oriti che, aveva preso parte già alla prima edizione con numeri da record, era determinato a vincere.

L’Azienda agrituristica “Il Vecchio Carro” che Giuseppe Oriti gestisce insieme alla moglie Eliana Carroccetto è ubicata a Caronia, in provincia di Messina, nel territorio del Parco dei Nebrodi che è la più grande area protetta della Sicilia. L’azienda da 20 anni è specializzata nell’allevamento allo stato semibrado del maialino nero dei Nebrodi, specie autoctona antichissima che si caratterizza per la piccola taglia e il mantello scuro.

(Messina Street Food Fest Vince il panino di Giuseppe Oriti)

Le pregiate carni di maialino nero, molto tenere e saporite, vengono successivamente lavorate e trasformate in prodotti di altissima qualità, quali porchetta, prosciutto crudo, salame, salsiccia secca, capicollo, pancetta, lardo. La porchetta di maialino nero, che ha trionfato al Messina Street Food Fest, si conferma uno dei prodotti più apprezzati dalla clientela. Per la sua produzione vengono selezionati i lattonzoli con un peso che varia dagli 8 ai 20 kg. Il gusto della carne viene esaltato dai maestri salumieri attraverso un procedimento di massaggiatura con il sale marino siciliano e con vari aromi naturali, che precede la cottura nel forno a legna dell’azienda agricola, secondo l’antica ricetta di famiglia. Non vengono utilizzati né additivi, né conservanti.

L’eccellenza delle carni del maialino nero prodotto da Oriti è stata apprezzata anche dai partecipanti degli show cooking organizzati nell’ambito della manifestazione. Gli chef Nunzio e Licia Campisi dell’Antica Filanda hanno preso parte alla kermesse gastronomica, cucinando una spalla di maialino nero dei Nebrodi ripiena di castagne, che è stata molto apprezzata dal pubblico.

(Messina Street Food Fest Vince il panino di Giuseppe Oriti)

La seconda edizione dell’evento dedicato al cibo di strada ha avuto numeri record per che hanno apportato una importante ricaduta economica su Messina. Con oltre 70mila presenze, Messina Street Food Fest ha registrato un’affluenza superiore del 30% rispetto alla prima edizione. Circa 160 le persone che hanno alloggiato in città in strutture ricettive e alberghiere, confermando il valore della manifestazione anche in termini di sviluppo delle potenzialità turistiche del territorio.

Nelle 40 casette food poste all’interno del villaggio gastronomico altrettante aziende, delle quali 27 messinesi, 6 dalla provincia e 7 da fuori Messina e provenienti da Sicilia, Puglia, Toscana e Abruzzo. «Non possiamo che essere soddisfatti del risultato ottenuto - ha detto il presidente Alberto Palella - la città ha risposto in modo massiccio alla nostra chiamata, ma la manifestazione è stata visitata anche da persone provenienti da tutta la Sicilia e dalla Calabria, e numerosi crocieristi si sono fermati a Messina trascorrendo il loro tempo tra le casette del food village».

Nei 13 show cooking condotti dalla giornalista e food blogger messinese Valeria Zingale hanno operato 15 chef, tra cui due stellati. Importante il coinvolgimento di tre Enti del Terzo Settore: Cirs, Associazione Autismo Onlus e Fondazione Aurora Centro Clinico Nemo Sud, cui sono stati interamente devoluti gli incassi degli show culinari derivanti dalle donazioni dei presenti. Appuntamento alla prossima edizione.

Per informazioni: www.messinastreetfoodfest.it

© Riproduzione riservata

 
Voglio ricevere le newsletter settimanali