Ros Forniture Alberghiere
Feudo Arancio
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
lunedì 21 ottobre 2019 | aggiornato alle 06:56| 61545 articoli in archivio
Ros Forniture Alberghiere
Feudo Arancio
HOME     ALIMENTI     TENDENZE e MERCATO

Minacce per le mance ai riders
La rivolta dei vip corre sui social

Minacce per le mance ai riders 
La rivolta dei vip corre sui social
Minacce per le mance ai riders La rivolta dei vip corre sui social
Pubblicato il 27 aprile 2019 | 09:01

Sta scatenando una raffica di reazioni la protesta dei fattorini del cibo a domicilio, i “riders”, che ieri sui social hanno attaccato alcuni personaggi famosi, denunciandone la poca propensione a lasciare la mancia.

Un’iniziativa che in realtà è un ulteriore modo per far parlare di sé e dei loro diritti, che da tempo rivendicato nei confronti delle multinazionali per cui lavorano, in fatto di condizioni contrattuali, che ha avuto subito un’enorme risonanza, proprio perché ad essere tirati in ballo sono stati alcuni volti noti dello spettacolo, dello sport e del jet set.

(Minacce per le mance ai ridersLa rivolta dei vip corre sui social)

Accuse che hanno scatenato, com’era prevedibile, un’ondata di insulti rivolti dal popolo della rete a questi personaggi famosi. E proprio alcuni di quelli che i riders hanno inserito nella blacklist dei clienti più tirchi, hanno reagito attraverso i media e i canali social che i loro “accusatori” avevano utilizzato per attaccarli. Tra i primi a reagire, con un video pubblicato sul suo profilo Facebook, è stato il cantante Fedez: «Parlano di lotta di classe 2.0 ma mettono l'attenzione sulle mance, che fanno parte di un retaggio americano che è il non plus ultra dello sfruttamento del capitalismo», ha detto, aggiungendo: «Inoltre a me le liste di proscrizione pubblica hanno sempre puzzato di fascio».

Anche Mauro Coruzzi, in arte Platinette, è intervenuto in radio, parlando di una sorta di “intimidazione” da parte dei fattorini del cibo, che hanno minacciato di pubblicare in rete gli indirizzi privati di alcune star: «Mi sembra una polemica molto strumentale - ha detto - i loro problemi sindacali vanno risolti con il datore di lavoro, non diffondendo dati personali dei clienti».

Il conduttore tv Alessandro Cecchi Paone ha fatto sapere di lasciare sempre tra i 5 e i 10 euro di mancia a ogni consegna: «Non puoi fingere di non sapere che questi sono lavori sottopagati. E, se hai avuto la bravura o la fortuna di guadagnare bene, devi dare un segnale per dire: non ti lascio indietro». Dal canto suo, Piero Chiambretti, che a Torino è socio di ristoranti, ha detto: «Lascio il resto per non tenerlo in tasca e non giudico chi non lo fa». E ha aggiunto: «Da me, la mancia la danno solo gli stranieri. L’altra sera, Claudia Schiffer, allo Station Cafè, non l’ha lasciata ma non ha lasciato neanche se stessa. Ha aperto il menu e se n’è andata».

alimenti riders deliveroo just eat mance cibo a domicilio deliverance milano fedez piero chiambretti pony pizza

RESTA SEMPRE AGGIORNATO! Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp - Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram - Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail
SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Caricamento...
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - & Credits - Sitemap - Policy - © ® - Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch).
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160
& Credits - Sitemap - Policy - © ®
Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch).