Ros Forniture Alberghiere
Rational
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e ospitalità
giovedì 23 maggio 2019 | aggiornato alle 14:52| 59186 articoli in archivio
HOME     ALIMENTI     TENDENZE e MERCATO

Maltempo, maggio mai così freddo
Ue: 277 milioni per i danni del 2018

Primo Piano del 16 maggio 2019 | 09:32

Tronchi d’albero sulle spiagge di Rimini al posto degli ombrelloni, pioggia e grandine al Centronord, colture in ginocchio e temperature da tardo inverno. Per l’Italia, è il mese di maggio più freddo da 40 anni. In attesa di stime ufficiali sulla conta di danni, la Commissione europea ha proposto un risarcimento di 277 milioni per quelli del 2018.

Il timore delle organizzazioni del comparto agricolo è che il maltempo di questa primavera fredda e piovosa, arrivata dopo un inverno particolarmente secco, possa aver compromesso parte del raccolto, con ripercussioni che, anche secondo i consumatori, potrebbero verificarsi anche sul carrello della spesa. Nelle prossime ore sono attese le stime di Coldiretti; intanto questo mese di maggio si avvia ad essere il più freddo degli ultimi quattro decenni, per buona pace degli stabilimenti balneari, che devono rinviare l’inizio della stagione, ma per la gioia di quelli sciistici, dove la stagione invernale si è protratta invece ben oltre le aspettative.

(Maltempo, maggio mai così freddo Ue: 277 milioni per i danni del 2018)

Nel frattempo una buona notizia arriva dall’Unione europea: la Commissione di Bruxelles ha infatti proposto lo stanziamento di 277,2 milioni di euro del Fondo solidarietà per sostenere l'Italia e aiutarla a riparare i danni causati dal maltempo che ha devastato la Penisola nell'autunno scorso. Il nostro Paese aveva calcolato danni per 6,2 miliardi di euro. Ma affinché i finanziamenti arrivino a destinazione, si dovrà aspettare il voto favorevole di Parlamento e Consiglio europei.

La proposta riguarda i danni subiti da 15 regioni: Friuli Venezia Giulia, le Province autonome di Trento e Bolzano, Liguria, Lombardia, Toscana, Emilia-Romagna, Lazio, Campania, Calabria, Sicilia, Sardegna e il Veneto, che è la regione più colpita. In maniera minore, riceveranno un supporto anche la Valle d'Aosta e l'Abruzzo.

«Siamo a pochi giorni dalle elezioni europee e il Parlamento non sta lavorando, credo che settembre sia la scadenza più ragionevole» per ottenere il via libera dell'assemblea allo stanziamento, «poi spero che il Consiglio lavori velocemente» per l'ok definitivo, ha detto la commissaria Ue alla Politica regionale, Corina Cretu. Dalla sua istituzione, nel 2002, l'Italia è il Paese che ha beneficiato maggiormente del supporto del Fondo di solidarietà Ue, con 2,51 miliardi ricevuti a seguito di 9 catastrofi naturali.

alimenti freddo maltempo danni commissione europea risarcimento stato di calamita agricoltura raccolto turismo

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...
Mostra più articoli >

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Sky
Caricamento...
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - Mail & Credits - Sitemap - Policy - © ® - Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160
Mail & Credits - Sitemap - Policy - © ®
Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548