Ros Forniture Alberghiere
Pentole Agnelli
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
martedì 22 ottobre 2019 | aggiornato alle 01:42| 61573 articoli in archivio
Ros Forniture Alberghiere
Feudo Arancio
HOME     ALIMENTI     TENDENZE e MERCATO

Cibi sostenibili, c’è anche la pizza

Cibi sostenibili, c’è anche la pizza
Cibi sostenibili, c’è anche la pizza
Pubblicato il 06 agosto 2019 | 14:28

Bene Margherita e felafel (polpette di ceci mediorientali). Male fish & chips e cous cous. È quanto emerge da uno studio della Fondazione Barilla che ha messo a confronto i piatti tradizionali dei Paesi più visitati.

Paese che vai, specialità gastronomica che trovi. Non tutte, però, sono ugualmente sostenibili. La Fondazione Barilla ha compiuto uno studio, provando a stilare una classifica degli alimenti che hanno più o meno impatto sul pianeta.

Per una Margherita servono 412 litri d'acqua (Cibi sostenibili, c’è anche la pizza)
Per una Margherita servono 412 litri d'acqua

Ad ogni ricetta è stato assegnato un colore, da verde sinonimo di sostenibilità, al rosso che simboleggia un forte impatto sulle risorse del Pianeta. Si scopre così che per cucinare una classica pizza Margherita servono 412 litri d'acqua e 2,46 metri quadrati di terreno, con un impatto sull'ambiente di 652 grammi di gas serra generati lungo la filiera. Più sostenibile del fish and vhips contrassegnato dal colore arancione, ma meno della classica insalata nizzarda francese, che resta tra i piatti più green dell'estate; una porzione pesa per il Pianeta 64 grammi di Co2. Dato che conferma la tendenza positiva riscontrata nel Food Sustainability Index: il Paese transalpino, infatti, è uno dei più sostenibili quando si parla di produzione, consumo di cibo e lotta allo spreco.

L'insalata Nizzarda è la regina delle ricette sostenibili (Cibi sostenibili, c’è anche la pizza)
L'insalata Nizzarda è la regina delle ricette sostenibili

Chi visita la nazione confinante, la Spagna, non può non assaggiare la classica paella. Un piatto completo anche dal punto di vista nutrizionale, dato che unisce alle proteine del pesce e della carne, le fibre delle verdure e carboidrati. Ma che impatto ha sull’ambiente? Analizzando la classica paella valenciana, scopriamo che per produrre una porzione da 100 grammi servono 241 litri d’acqua e quasi 2 m2 di terreno. Una buona performance tutto sommato e un piatto comunque più sostenibile delle pietanze tipiche del vicino Portogallo dove il baccalà, che sia arrosto o fritto, è senza dubbio presente in molti dei suoi piatti iconici. Il Portogallo è una nazione che nel complesso risulta sostenibile anche se con delle aeree da migliorare, come per quanto riguarda la pesca.

Altre due nazioni da qualche anno sempre più protagoniste delle vacanze degli italiani sono Grecia e Croazia. La prima si trova in una posizione medio - bassa del FSI: molti indicatori sono buoni (si spreca meno cibo della media europea, ad esempio), altri meno (pochi investimenti in progetti di agricoltura sostenibile). Un piatto tipico greco, la Moussaka, può considerarsi sostenibile. La celebre ‘torta salata’ a strati composta da melanzane, patate e carne (in genere un mix di carne di agnello e/o manzo, oltre a suino) richiede 241 litri d’acqua per una porzione da 100 grammi e si trova in una zona ‘green’ della Piramide rovesciata.

Restando nel Mediterraneo, nell’area mediorientale, i falafel - piatto a base di ceci tipico di Paesi come Israele (e delle zone limitrofe) - è uno dei campioni di sostenibilità, senza considerare che è anche un buon piatto ideale per aumentare la frequenza di legumi nella dieta, che hanno un elevato contenuto in fibra e forniscono proteine di ottima qualità, ricche di aminoacidi essenziali e facilmente digeribili. Contrassegnati dal colore verde, impattano sull’ambiente con 101 grammi di Co2 per una porzione da un etto. Il Marocco, con il suo cous cous si trova in una posizione medio-bassa: per una porzione da 100 grammi servono 548 litri d'acqua e il suo colore è arancione. Sarebbe preferibile scegliere la sua versione alle verdure, dove si risparmierebbero più di 50 litri d'acqua e avrebbe il colore verde.

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e puntuale e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


alimenti cibi sostenibili pizza felafel cous cous margherita fondazione barilla studio francia insalata nizzarda polpette ceci sostenibilita

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Caricamento...
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - & Credits - Sitemap - Policy - © ® - Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch).
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160
& Credits - Sitemap - Policy - © ®
Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch).