Rotari
Rational
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
mercoledì 01 aprile 2020 | aggiornato alle 19:36| 64527 articoli in archivio
Rotari
Rational
HOME     TURISMO     TERRITORIO

Tra cielo e terra alla scoperta
delle valli incantate pordenonesi

Tra cielo e terra alla scoperta 
delle valli incantate pordenonesi
Tra cielo e terra alla scoperta delle valli incantate pordenonesi
Pubblicato il 22 maggio 2009 | 17:58

Il Friuli-Venezia Giulia rappresenta da sempre una zona di confine tra le aree orientali dell’Europa e il resto della penisola italiana. Una terra scrigno di pregiati prodotti agricoli come i vini del Collio, delle Grave, dei Magredi, il prosciutto di San Daniele, la Pitina e il formaggio Asìn

Il territorio dell'attuale Friuli-Venezia Giulia sin dall'antichità ha rappresentato una zona di confine tra le aree orientali dell'Europa e il resto della penisola italiana. Una conseguenza di ciò è stata la necessità di passaggio quasi obbligato per questa regione di eserciti provenienti dall'Oriente e dal Nord e quindi di notevole importanza assunta dalle fortificazioni situate agli sbocchi meridionali delle strade alpine, per la difesa del territorio e del suo retroterra. Il Friuli offre la più ampia scelta di ambienti naturali, alcuni dei quali poco conosciuti e ancora incontaminati. Una terra scrigno di pregiati prodotti agricoli come i vini del Collio, delle Grave, dei Magredi, gli autoctoni delle Valli, il prosciutto di San Daniele, la Pitina e il formaggio Asìn.



Un weekend per assaggiare l'ospitalità delle Valli pordenonesi
Le Valli Pordenonesi sono un angolo del Friuli ricco di storia, tradizioni, arte, natura a soli 100 km da Venezia e dai maggiori centri della Regione. Situate nel Friuli occidentale in provincia di Pordenone, comprendendo le valli montane del Cellina, del Colvera, del Meduna, del Cosa e dell'Arzino. La natura di queste valli che si estendono tra il Livenza e il Tagliamento, offre ambienti adatti alla pratica di numerosi sport e all'escursionismo. Una palestra a cielo aperto, in un ambiente ancora intatto e incontaminato, ricco di torrenti e di fresche sorgenti che permette un tuffo nella natura più autentica e vera, immersi nei rigogliosi boschi di latifoglie e nelle folte faggete montane. Le testimonianze storico-artistiche offrono la possibilità di conoscere una ricca e variegata realtà cultuale, rappresentate dalle tradizioni, dai prodotti artigianali ed enogastronomici. All'imbocco delle vallate si estendono, inoltre, aree di rilevante interesse naturale e culturale che completano l'offerta turistica. Il territorio comprende aree naturalistiche protette come il Parco Naturale delle Dolomiti Friulane e i Magredi, borghi annoverati tra i più belli d'Italia, antichi percorsi e stazioni sciistiche come Piancavallo.

I centri città più importanti sono Maniago,la città dei coltelli. Una tradizione secolare che risale al 1400 e che tutt'ora è il giusto vanto di questa cittadina in provincia di Pordenone, il 'biglietto da visita” che l'ha resa nota in tutto il mondo. La storia dei coltelli di Maniago è raccontata nel Museo dell'arte fabbrile e delle coltellerie. Spilimbergo, conosciuta soprattutto come 'città del mosaico”, è la capitale dell'arte musiva del Friuli Venezia Giulia, con una Scuola che è, nel suo genere, punto di riferimento e sperimentazione unico al mondo. Ma Spilimbergo custodisce anche un pittoresco centro storico e un castello a forma circolare. Poffabro, in provincia di Pordenone, con i balconi in legno e le case con le pietre tagliate a vivo, un esempio unico nel suo genere di architettura spontanea delle Prealpi friulane. Borghi autentici, che meritano indubbiamente una visita anche per la cucina intrisa di sapori altrove perduti e soprattutto per la gente, che ama dare il benvenuto in una comunità che vi accompagnerà alla riscoperta dei ritmi lenti di una volta. Un viaggio ideale per tutti i gusti, per ogni età e in qualsiasi stagione.
 
 Valli e Magredi da scoprire e gustare
Regalati una vacanza nelle Valli Pordenonesi, scopri l'ospitalità che ti piace! Lasciati contagiare dal fascino di una sosta in campagna, dove riscoprire il tempo dei valori dimenticati e gli autentici sapori della terra. Le Valli Pordenonesi e le loro genti sono pronte ad accoglierti ed emozionarti all'interno delle loro dimore. Accoglienti strutture ricettive, ospitalità genuina emozionanti itinerari equestri e cicloturistici, sapori originali per un soggiorno all'insegna del benessere, della natura e della tradizione. Gelindo dei Magredi è un centro di turismo rurale situato nei Magredi, un parco naturale di 400 kmq poco a nord di Pordenone, ai piedi delle Alpi Carniche.

La struttura, in armonia con la tradizone locale è costituita da un podere di 15 ettari in cui sono inseriti l'albergo-ristorante; gli alloggi agrituristici, con camere confortevoli; la vecchia Lataria,storica costruzione in pietra, ex caseificio, ora adibita ad agriturismo, dove si possono degustare i prodotti tipici, l'agricampeggio con specchio d'acqua e giochi per i ragazzi. I pascoli ombrosi, gli orti e i frutteti biologici, le vigne che danno origine ai famosi 'Vini dei Magredi”, la cantina, il piccolo museo della vita contadina, le funzionali scuderie con campi scuola e maneggio coperto e la piscina completano la struttura ricettiva. Qualità, cordialità e piacere del convivio, sapori nuovi e antichi insieme; la gioia di concedersi il piacere di un soggiorno di relax . Un ampio giardino e giochi per bambini, oltre alla possibilità di visitare i dintorni in sella alle biciclette messe a disposizione. La prelibata cucina, semplice e casalinga, nel rispetto della tradizione contadina locale, rivisitata con un tocco innovativo.

Sapori originali di un territorio unico
La ricerca del gusto genuino e autentico si può ottenere solo percorrendo lo stesso ambiente che ha generato i suoi prodotti, gustandoli dalle stesse mani che li hanno appena lavorati. Numerosi sono i ristoranti, le trattorie, gli agriturismi e le ciclo-osterie (per una sosta golosa dopo una passeggiata in bicicletta), dove si possono gustare piatti prelibati in ambienti rustici, perfettamente ristrutturati e sempre caldi e accoglienti. Rinomate sono le occasioni di festa durante tutto l'anno dove protagonisti sono i formaggi tipici come l'Asìn e il Montasio, i vini autoctoni, i salumi locali come la Pitina, le erbe nostrane, il miele, i dolci fragranti.

Pitina, Peta e Petuccia
Particolare salume della cucina tipica della Val Cellina e Val Tramontina. La Pitina è un insaccato che non è un insaccato, un salume che non è un salume e riunisce in sé sapore deciso e sapido, profumo intenso, gusto goloso ed accattivante. Servita cruda, nel brodo o alla brace è composta da una parte di carne di maiale che smorza il sapore intenso e un po' selvatico della carne di capriolo, capra o pecora. Le polpette così ottenute vengono poi passate nella farina di mais e lasciate affumicare sotto la cappa del focolare.

Formaggio Asìn
La tradizione friuliana vede il formaggio Asìn Tenero spalmato su crostoni di pane grigliato o accompagnato con fettine di polenta abbrustolita e ottimi salumi per godere a pieno del suo caratteristico sapore salato.

Vini friulani Doc che risvegliano i sensi
 Enovagando nelle Valli e nei Magredi ospiti di aziende vitivinicole e agrituristiche per un'escursione nel territorio tra i vini e i sapori naturali delle Valli, dove assaporare il gusto dei cibi tradizionali che nascono da una cucina sobria che lascia il posto ai sapori autentici e genuini come il carattere e il modo di vivere degli abitanti della regione. I Magredi: terra autentica di vino e tradizione, e terra d'elezione per la viticoltura. Dal 1968, una passione per la qualità. Una posizione geografica unica al mondo, per quantità d'irraggiamento solare, umidità e temperatura, ha dato vita da sempre a vini eccellenti. Rossi intensi e vellutati come il Cabernet Sauvignon, il Refosco dal Peduncolo Rosso, il Cabernet Franc ed il Merlot, tutti garantiti dalla denominazione di origine Controllata 'Grave”, come i bianchi profumati. Chardonnay, Sauvignon, Traminer, Pinot e Tocai friulano sono i vini prodotti dai Magredi. L'azienda vinicola I Magredi rappresenta non solo il punto di partenza ideale per un'escursione tra i dolci paesaggi del Friuli, ma soprattutto un mondo di sapori e servizi a tua disposizione. Una cantina sempre aperta dove imparare a riconoscere e apprezzare i grandi vini Doc del Friuli.

Dalle colline di Castelnovo del Friuli e Pinzano al Tagliamento. I vini di Emilio Bulfon, vini da vitigni autoctoni friulani. La riscoperta di vitigni autoctoni antichi e pregiati coltivati per secoli nella zona pedemontana di questa parte del Friuli rappresenta l'obiettivo primario dell'azienda Bulfon.'Un patrimonio genetico in via di estinzione - dice il titolare - ma che va salvaguardato come un'opera rara”. Un'attività impegnativa e delicata quella intrapresa da Emilio Bulfon, che ha portato a risultati concreti: nel 1991 il ministero dell'Agricoltura ha incluso nel Catalogo nazionale delle viti le varietà Forgiarin, Piculit-Neri, Sciaglin e Ucelùt. L'azienda vitivinicola, a conduzione familiare, è situata a Valeriano a metà strada tra la cittadina medievale di Spilimbergo e San Daniele del Friuli, coniuga con sapienza innovazioni tecnologiche e antiche tradizioni in campo enologico. Immersa nel verde, dispone di una moderna cantina, di un punto vendita e di un'ampia sala degustazione. Si estende su una superficie in parte collinare, costituita da dieci ettari coltivati a vigneto esclusivamente di varietà autoctone friulane recuperate.

Antichi vitigni che, fino a una trentina d'anni fa, sembravano scomparsi, fagocitati dai rovi e dall'incuria degli uomini, in un territorio storicamente vocato alla viticoltura, ma che la passione di Emilio Bulfon ha fatto rinascere a nuova vita. Nel 1987, l'Amministrazione provinciale di Pordenone, gli ha conferito la medaglia d'oro, riconoscendo il suo lavoro. I vini ottenuti, di alta qualità e che si presentano all'amatore con una bottiglia rivestita da un'etichetta, ideata dallo stesso Bulfon e che trae spunto da un affresco medievale raffigurante l'Ultima cena, ora girano il mondo, vengono commercializzati in Italia e all'estero e rappresentano una produzione di nicchia ricercata, in tempi di sempre più accellerata e generale omologazione dei prodotti enogastronomici. Il prodotto tipico è il Piculit Neri Venezia Giulia Igt, dal colore rosso rubino con riflessi violacei lievi; al profumo è evidente la nota erbacea e fruttata, fusa nell'affascinante vaniglia e completata da un sentore fumè. Tannico, robusto, allo stesso tempo morbido e abbastanza fresco, secco, di buon calore alcolico, vivace nelle sue sfumature.

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


talia a Tavola alimenti food bevande caffè birra distillati vino salute diete ristorazione aziende attrezzature ristoranti pizzerie bar enoteche hotel SPA agriturismi appuntamenti fiere turismo circoli libri stampa ricette oroscopo enogastronomia territorio ospitalità  horeca

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Caricamento...
Edizioni Contatto Surl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES - Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). - © ®
Edizioni Contatto Surl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES - Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). - © ®