Rotari
Rational
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
domenica 05 aprile 2020 | aggiornato alle 02:00| 64629 articoli in archivio
Rotari
Rational

Scuola di cucina laziale
per i cuochi giapponesi

Scuola di cucina laziale 
per i cuochi giapponesi
Scuola di cucina laziale per i cuochi giapponesi
Pubblicato il 21 settembre 2009 | 16:22

I sapori laziali vanno alla conquista del Giappone. È lo strano caso della cuoca Anna Dente che nella sua Osteria di San Cesario alle porte di Roma ha accolto nove chef giapponesi, venuti appositamente da lei per prendere ripetizioni di cucina romana e laziale. Le lezioni durano mediamente sei mesi

 La carbonara batte il sushi. I sapori laziali vanno alla conquista del Giappone. è lo strano caso della cuoca Anna Dente che nella sua Osteria di San Cesario alle porte di Roma ha accolto in "pellegrinaggio" nove chef giapponesi, venuti appositamente da lei per prendere ripetizioni di cucina romana e laziale. Carbonara, amatriciana, gricia ma anche trippa, abbacchio e coda alla vaccinara sono solo alcuni degli argomenti trattati nelle lezioni che si sviluppano mediamente in un periodo di sei mesi.

Questo particolare fenomeno nasce proprio a Tokyo, dove nelle guide enogastronomiche internazionali alcuni chef locali scovano la piccola Osteria di San Cesario a Roma e decidono di farvi visita durante un viaggio nel Lazio. Amore al primo assaggio. Prima come clienti e poi come collaboratori, gli chef iniziano una fitta collaborazione con lo staff di Anna Dente e anno dopo anno cominciano gli scambi tra Roma e il Giappone. Gli "stage" hanno la durata di circa sei mesi, a seconda del grado di preparazione che desiderano ricevere gli allievi. Alle prese con i prodotti alimentari e con gli strumenti della cucina, gli chef prima familiarizzano con la scelta degli alimenti più freschi, poi con la preparazione e la cottura fino a rendersi autonomi nel poter riprodurre i piatti tipici nei loro ristoranti a Tokyo.

Hiroyuki Watanabe (Ristorante "Fiorenza" Tokyo), Masashi Kakinuma e Haruki Misako (Ristorante "La Lingua Ochiai" Tokyo) sono i più brillanti tra gli allievi della cuoca romana che attualmente offrono la possibilità di gustare i piatti della tradizione romana e laziale nella terra del Sol Levante. Takuma Okada (ristorante "Terzina" Sapporo) e Takao Suzuki di Nagoya, invece, sono due degli chef ancora in Italia alle prese con cicoria, cacio e pajata.

«Proprio ieri si conclusa una missione di promozione turistica a Tokyo - commenta Claudio Mancini, assessore al Turismo della Regione Lazio- dove l'assessorato al Turismo della Regione Lazio, ATLazio e Comune di Roma hanno presentato un pacchetto di proposte turistiche pensate appositamente per il Giappone. Tra gli appuntamenti organizzati, appunto, una cena-evento curata proprio dalla cuoca Anna Dente coadiuvata dagli allievi chef giapponesi. La gastronomia si conferma veicolo importante di marketing territoriale e gli stranieri che visitano l'Italia e il Lazio si appassionano sempre più alla nostra cucina tradizionale».

«Sul mercato giapponese stiamo portando avanti un programma costante di attività di promozione turistica e i risultati si vedono. Roma rimane una delle destinazioni classiche e che, grazie anche all'attrattiva delle mete enogastronomiche, come appunto San Cesario, ci consente di proporre circuiti di visita che associano alla Capitale l'offerta dell'intero territorio regionale».

La presidente di At Lazio Federica Alatri sottolinea: «L'esportazione della cucina romana e laziale, poi, ha dato inizio a un flusso di export di prodotti tipici verso i mercati orientali. Il fenomeno è destinato a crescere, visto che proprio il rifornimento di questi ristoranti è un trend che dilaga. D'altro canto, per poter preparare i piatti della tradizione, gli chef necessitano delle nostre materie prime come salumi, pasta e formaggi locali. Questo tipo di azioni di promozione, dunque, coniugano turismo ed economia, innestando un circuito virtuoso per lo sviluppo dell'intero territorio». Dunque tutti pazzi per la carbonara e la cucina laziale. Mentre il Giappone si spinge alla scoperta di nuove frontiere gastronomiche, un dubbio rimane: per la carbonara made in Tokyo serviranno le posate o le bacchette?.


Fonte: Agi

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


cucina romana cuochi giapponesi prodotti laziali Albergo cibo gastronomia Italia a tavola tavola

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Caricamento...
Edizioni Contatto Surl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES - Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). - © ®
Edizioni Contatto Surl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES - Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). - © ®