Ros Forniture Alberghiere
Pentole Agnelli
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
martedì 21 gennaio 2020 | aggiornato alle 02:04| 63024 articoli in archivio
Ros Forniture Alberghiere
Rotari
HOME     EVENTI     GOURMET

È nato l’Inap
l'istituto degli assaggiatori del pane

È nato l’Inap 
l'istituto degli assaggiatori del pane
È nato l’Inap l'istituto degli assaggiatori del pane
Pubblicato il 17 ottobre 2009 | 18:35

Si è costituito presso la CastAlimenti di Brescia un organismo che, anche attraverso l'utilizzo della tecnica dell’analisi sensoriale, intende promuovere le qualità dei pani italiani presso un pubblico di consumatori e addetti ai lavori sempre più ampio e competente

I soci fondatori InapLo scorso 8 ottobre, si è costituito presso la CastAlimenti di Brescia un organismo che, anche attraverso l'utilizzo della tecnica dell'analisi sensoriale, possa promuovere le qualità dei pani italiani presso un pubblico di consumatori e addetti ai lavori sempre più ampio e competente. Per la sede istituzionale è stato scelto il Museo del Pane di Altomonte (Cs).

Per poter voler bene al pane bisogna essere realisti: il pane si è allontanato dai consumatori di oggi!

Principale imputato delle diete dimagranti; considerato alla stregua di una semplice comparsa nei vari fast consumption; declassato dagli stessi nuovi padri panificatori che, pur di svolgere un lavoro più facile e tranquillo, ne hanno impoverito l'elaborazione, fino a svestirlo di moltissi­me qualità.

Solo chi appartenente alle classi precedenti il '70 (del secolo scorso) può vagamente ricordare i profumi e i sapori dei forni di un tempo; ma purtroppo, i più vecchi hanno un ricordo sempre più lontano e i più giovani l'hanno vissuto poco. Questi ricordi-profumi non erano altro che la capacità innata nel discernere il buono dal cattivo, il fresco dallo stantio, il saporito dallo scontato ecc..

Oggi i nostri figli non possiedono più termini di paragone, tutto e più salato, più 'saporito”, più croccante. Tutte sensazioni che imitano in malo modo la genuinità. La missione fondamentale degli adulti di oggi è quindi quella di consegnare ai nostri figli gli strumenti utili al giusto discernimento. In conseguenza di ciò è sempre più difficile disporre di strumenti utili a riconoscerne la qualità.

È nato l’Inap l'istituto degli assaggiatori del pane

L'attività, che questa costituita INAP svolgerà, è imperniata sulla formazione di un pool di assaggiatori di pane affidabili e riconosciuti, specificatamente preparati ed esaminati, attraverso la realizzazione di appositi corsi per aspiranti assaggiatori; con lo scopo di promuovere, diffondere, ampliare e valorizzare la cultura del pane e delle produzioni panarie in generale; alla luce delle metodologie di assaggio più avanzate e della considerazione del prodotto panario, come espressione della tradizione e della realtà del proprio territorio.

Gli intenti dei soci fondatori, che hanno indicato Altomonte come sede istituzionale, sono orientati a rispondere all'esigenza di rendere disponibile un corpo di assaggiatori affidabili e riconosciuti, perché specificatamente preparati ed esaminati, atti a svolgere la delicata e impegnativa funzione. Lo scopo è cercare di attivare un confronto tra conoscitori delle caratteristiche gustative e delle tecnologie di produzione, offrendo un osservatorio sulla qualità ottenibile da una filiera rintracciabile e chiara.

A tal proposito, si istituiranno corsi specialistici per i soci, a tutti i livelli, al fine di dare loro una preparazione generale, che sia il più possibile unitaria; di contribuire a una sempre maggiore e migliore affidabilità in sede di valutazione, offrendo un continuo aggiornamento sotto il profilo metodologico. Verrà creato e gestito un registro nazionale, allo scopo di tutelare il titolo "Assaggiatore di Pane" e le sue prerogative, instaurando rapporti di fattiva collaborazione con altre organizzazioni omologhe, enti, istituzioni, associazioni ed attività editoriali.

 L'autorevolezza dei soci membri non lascia adito a dubbi circa la serietà dell'iniziativa: si va da Piergiorgio Giorilli, l'eminente maestro panificatore italiano apprezzato e riconosciuto a livello mondiale, a Carlo Veggetti e Paolo Pagani, di Paillasse Italia; dal prof. Andrea Giomo, docente esperto di analisi sensoriale, al prof. Franco Antoniazzi, tecnologo alimentare di chiara fama; dal Direttore Walter Cricrì, altra eminenza nel campo dell'analisi sensoriale, artefice ed ideologo dell'Associazione; al Presidente di INAP, cav. Vincenzo Barbieri, assessore al Turismo del Comune di Altomonte e, soprattutto, imprenditore nel campo alberghiero e della ristorazione, nonché ideatore della Gran Festa del Pane, che, seppur ancora 'giovane” (è giunta alla edizione), ha già riscosso interesse internazionale per il suoi variegati contenuti.

Insomma, l'intento sarà quello di proporre un punto di riferimento per il mondo della panificazione che operi in assoluta libertà e senza condizionamenti di varia natura, rimanendo a disposizione di chiunque provi interesse, curiosità e necessità di informazione sul pane. A tal proposito sarà al più presto creato uno sito Web a cui possano fare riferimento i componenti del gruppo di lavoro e tutti gli utenti interessati.


Istituto Nazionale Assaggiatori Pani
piazza Castello c/o palazzo Battaglia
87042 Altomonte (Cs)
E-mail: assaggiatori.pane@gmail.com

Partita IVA: 03027380785

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


pane inap degustatori museo del pane altamura michetta analisi sensoriale cibo gastronomia Italia a tavola tavola

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Caricamento...
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - Mail & Credits - Sitemap - Policy - © ® - Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch).
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - Mail & Credits - Sitemap - Policy - © ® - Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch).