Ros Forniture Alberghiere
Rotari
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
giovedì 12 dicembre 2019 | aggiornato alle 00:14| 62518 articoli in archivio
Ros Forniture Alberghiere
Rotari
HOME     BEVANDE     TENDENZE e MERCATO

Grappa fai da te, modificato il ddl Ma il problema resta irrisolto

Grappa fai da te, modificato il ddl Ma il problema resta irrisolto
Grappa fai da te, modificato il ddl Ma il problema resta irrisolto
Primo Piano del 11 dicembre 2009 | 10:04

Il decreto di legge sulle grappe artigianali è stato ritirato e ripresentato in formula modificata. Ma l’Istituto nazionale grappa, che si è sempre battuto al fianco di Italia a Tavola, esprime le proprie perplessità al riguardo: Il provvedimento si limita a coprire il problema, non lo risolve

Il decreto di legge sulle 'grappe” artigianali è stato ritirato, e ripresentato in una formula modificata. L'Istituto nazionale grappa, battutosi fortemente per questa causa a fianco di Italia a Tavola, esprime le proprie perplessità al riguardo.

Grazie anche alle forti pressioni dell'Istituto nazionale grappa e dei suoi associati, il 3 novembre scorso è stata infatti comunicata all'assemblea del Senato la decisione presa dagli stessi presentatori del decreto di legge sulle cosiddette 'grappe artigianali” di ritirare la proposta.

è stato lo stesso senatore Enrico Montani, in data 23 ottobre 2009 a ritirare, anche a nome degli altri firmatari, il disegno di legge recante le 'Disposizioni concernenti la produzione artigianale e senza fini di lucro di grappe e di acquaviti di frutta”. A questo è seguita, poi, la ripresentazione da parte dei medesimi firmatari di un nuovo decreto di legge leggermente modificato per superare i principali aspetti di criticità evidenziati dagli operatori. Modifiche che fanno però discutere, in quanto non significativamente differenti dalla prima versione presentata.

Le parole del presidente dell'Istituto nazionale grappa Cesare Mazzetti: «L'Istituto nazionale grappa si è fortemente battuto per contrastare questa proposta da noi giudicata iniqua e pericolosa, e il ritiro del decreto di legge ha rappresentato l'esito positivo dei nostri sforzi. Purtroppo, scorrendo questo nuovo testo, ci sembra che si tratti solo di un belletto, cioè che tali aspetti siano solo stati coperti, ma non risolti. Rimane la mancanza di garanzie sulla salute, rimane la problematicità dell'uso della indicazione geografica protetta (perché di ciò si tratta) 'grappa”, rimane l'iniquità del trattamento fiscale nei confronti degli operatori onesti. Rimane, alla base di tutto, la completa mancanza di utilità di un provvedimento che non è richiesto da nessuno, e che al massimo potrebbe fare felice un pugno di agriturismi, perché potrebbero offrire ai propri clienti un bicchierino gratuito esentasse (e magari rovinare loro il pranzo, con un distillato di pessima qualità)».


Articoli correlati:
Quando la politica fa male alla salute La folle proposta della 'grappa fai da te”
La grappa aiuta il turismo No alla distillazione fai da te
Grappa 'fai da te” Più tutela per i consumatori
Grappa fai da te. No di Castagner Lettera aperta ai politici
Le distillerie contestano la Lega Solo rischi con la grappa fai da te
Grappa "fai da te" La Lega liberalizza il metanolo
Facchinetti, Anag: per la grappa "fai da te" servono patentino e formazione
Anche l'Adid si schiera contro la grappa "fai da te"
La grappa "fai da te" è solo uno schiaffo al buon senso e al Made in Italy a Tavola
Distillazione grappa "fai da te": no grazie per Anag e produttori
Grappa "fai da te": perplessità anche dal Trentino

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


grappa fai da te decreto legge cibo Italia a tavola tavola

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Caricamento...
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - Mail & Credits - Sitemap - Policy - © ® - Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch).
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - Mail & Credits - Sitemap - Policy - © ® - Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch).