Sofidel Papernet
Molino Quaglia
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
martedì 11 agosto 2020 | aggiornato alle 15:07| 67168 articoli in archivio
Sofidel Papernet
Ros Forniture Alberghiere
HOME     ALIMENTI     DOLCI e GELATO

Fra chiacchiere e frittelle 20milioni di chili di gusto

Fra chiacchiere e frittelle 20milioni di chili di gusto
Fra chiacchiere e frittelle 20milioni di chili di gusto
Primo Piano del 13 febbraio 2010 | 15:52

Un affare da 150milioni di euro. Ritorna la preferenza per i dolci di Carnevale preparati anche in casa. 1 italiano su 4 partecipa alle manifestazioni di piazza con i carri. Secondo la Coldiretti, con meno di 5 euro ci si può preparare tutto da soli. In agriturismo molte occasioni ghiotte

Sono circa 20 milioni i chili di frittelle, castagnole, frappe, chiacchiere, tortelli  e di altre specialità regionali preparate in casa, acquistate o consumate fuori durante il periodo di carnevale per una spesa complessiva stimata in 150 milioni di euro. é quanto ricorda Coldiretti nel week end in cui si concentrano le giornate clou del carnevale con manifestazioni, maschere e carri nelle strade mentre nei forni, negli agriturismi di terranostra, nei mercati degli agricoltori di "campagna amica" e nelle case si preparano e consumano i dolci tipici della tradizione, fatti nella maggioranza dei casi di ingredienti semplici come farina, zucchero, burro miele e uova.

Berlingozzi e Cenci in Toscana, Cicerchiata in Abruzzo, Brugnolus e Orillettas in Sardegna, Galani in Veneto, Sfrappole in Emilia Romagna, Bugie in Liguria, Chiacchiere in Basilicata, Struffoli e Sanguinaccio in Campania, Crostoli in Friuli, Frappe e Castagnole nel Lazio, Pignolata in bianco e nero in Sicilia e Grostoi in Trentino, sono solo alcune delle specialità gastronomiche regionali che gli italiani riscoprono nel giorno di carnevale. Secondo l'Adoc una nota positiva per il carnevale 2010 viene proprio dal settore alimentare dove i dolci tipici hanno subito rincari inferiori all'1% che consentono di non rinunciare, nonostante la crisi, al piacere del palato da gustare anche negli agriturismi dove spesso sono conservate antiche ricette della tradizione contadina del passato.Tra le tendenze del carnevale 2010 si segnala il ritorno di un numero significativo di italiani ai fornelli per preparare personalmente le specialità tipiche del carnevale anche con la propria creatività personale negli ingredienti o nella forme dei dolci. Secondo i calcoli della Coldiretti con meno di cinque euro è possibile acquistare tutti gli ingredienti necessari per le tradizionali frappe ed anche fare fronte ai consumi energetici per la cottura. Per preparare un chilo di frappe sono infatti necessari mezzo chilo di farina (0,60 euro), cento grammi di zucchero (0,20 Euro), cinquanta grammi di burro (0,50 Euro), tre uova intere (0,50 Euro) un bicchiere di vino bianco (0,50 Euro), un litro di olio di semi (2 Euro) e un pizzico di sale (0,01 Euro).

Leggeri cambiamenti di spesa possono verificarsi per le diverse varianti dei dolci tipici di carnevale, che possono richiedere la presenza di miele, cannella o uvetta, senza tuttavia intaccare gli enormi margini di convenienza. La festa che prende le mosse dalla tradizione della campagna, dove segnava il passaggio tra la stagione invernale e quella primaverile e l'inizio della semina nei campi che doveva essere festeggiata con dovizia. Ecco perchè sono proprio gli agriturismi che conservano spesso gelosamente le ricette del passato i luoghi dove si possono meglio gustare le specialità più tradizionali della festa. I banchetti carnevaleschi sono molto ricchi di portate perchè, una volta in questo periodo si usava consumare tutti i prodotti della terra, non conservabili, in vista del digiuno quaresimale. Il festeggiamento del carnevale è un fenomeno che resiste nel tempo e coinvolge milioni di italiani, soprattutto i più giovani che sfruttano l'evento per divertirsi e approfittare delle molte feste locali e delle centinaia di golosità tipiche che la Coldiretti attraverso un monitoraggio regione per regione ha voluto evidenziare in ricordo delle tradizioni agricole e alimentari.

Un italiano su quattro festeggia il carnevale partecipando alle tradizionali sfilate di carri allegorici e maschere, senza rinunciare ad assaggiare i tipici dolci regionali, anche se preoccupa il maltempo. Se con circa un milione di presenze il Carnevale di Venezia detiene il primato seguito a ruota dalle storiche manifestazioni di Viareggio, Acireale, Cento, Putignano e Fano, iniziative molto popolari si tengono in moltissime grandi e piccole città dello stivale. A Venezia in Piazza San Marco la Coldiretti ha curato il giardino di 26 metri quadrati di tappeto erboso allestito dai florovivaisti con 4500 arbusti ad alto assorbimento di gas ad effetto serra contro i cambiamenti climatici ed il leone simbolo di Venezia realizzato in stile Arcimboldo con cipolle, pere e mele, ma e' anche aperto il mercato degli agricoltori di Campagna Amica in campo dei Frari dove gustare specialità gastronomiche tradizionali a chilometri zero.

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail
Abbonati alla rivista cartacea in spedizione postale

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


frittelle chiacchere dolci tradizione carnevale Albergo cibo gastronomia Italia a tavola tavola

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Sky
Allegrini
Caricamento...
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®