Sofidel Papernet
Rational
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
sabato 04 luglio 2020 | aggiornato alle 17:33| 66551 articoli in archivio
HOME     SALUTE     STILE DI VITA

Il fast food ci rende impazienti Colpa dell'effetto subliminale

Il fast food ci rende impazienti Colpa dell'effetto subliminale
Il fast food ci rende impazienti Colpa dell'effetto subliminale
Primo Piano del 03 maggio 2010 | 12:21

Secondo una ricerca canadese uscita sulla rivista Psychological Science il fast food sarebbe deleterio, non solo per la salute e la linea, ma agirebbe perfino sui nostri comportamenti: ci spinge a essere precipitosi, meno parsimoniosi, più propensi alla fretta anche quando non ce n’è bisogno



Impazienti anche nei weekend, quando si ha tempo di incrociare le braccia e rilassarsi un po'. è l'ansia da fast food, che ci rende irrequieti e frettolosi, ma anche più inclini a mettere mano al portafoglio senza pensarci su più di tanto. A rivelarlo è uno studio che ha guadagnato le pagine della rivista Psychological Science, condotto dai ricercatori dell'ateneo di Toronto capitanati da Chen-Bo Zhong e Sanford DeVoe, due ricercatori della Rotman School of Management.

Ebbene, i "templi di hamburger e patatine" finirebbero per avere un effetto subliminale sul comportamento, rendendo le persone impazienti e inquiete anche quando non sono affatto a corto di tempo. La cultura del fast food, inoltre, innesca un desiderio di felicità immediata e riduce, a detta degli studiosi canadesi, l'impulso al risparmio. Rendendoci, dunque, più spendaccioni e inclini ai consumi, oltre a indurci a mettere il turbo anche quando non ce n'è bisogno.

Per giungere a questi risultati e "fotografare" l'ansia da fast food, i ricercatori hanno realizzato una serie di test su 57 studenti volontari. Hanno così visto che era sufficiente mostrare loro i brand di rinomate catene della ristorazione veloce per indurli, ad esempio, a leggere un testo più rapidamente. Non solo.

McDonald's e concorrenti finiscono per influenzare anche i comportamenti di consumo, inducendoci a optare, non a caso, su prodotti studiati per farci risparmiare tempo, i gettonati "due in uno". Oltre a condizionare la gestione del denaro su scelte non sempre lungimiranti, sulla scia del "meglio un uovo oggi che una gallina domani". Il campione, infatti, preferiva ottenere piccole somme di denaro subito piuttosto che un "bottino" più ingente la settimana successiva.

«La cultura del fast food è fondata su una percezione del tempo - spiega lo stesso Zhong - incentrata sull'efficienza e la gratificazione immediata. Il problema è che l'obiettivo di risparmiare tempo viene attivato indipendentemente dal contesto».

«Ad esempio - spiega - camminare a passo svelto ha un senso se abbiamo un appuntamento e siamo in ritardo, ma è segno di impazienza se stiamo facendo una passeggiata nel parco. E i fast food sembrano avere un effetto subliminale sul nostro comportamento, finendo per renderci impazienti e frettolosi indipendentemente dal tempo a nostra disposizione».

«Il fast food è nato come simbolo dell'efficienza moderna: consente di mangiare veloce per poi dedicarsi al lavoro o ad altre attività - dice Zhong -. Il problema è che il fast food sembra aver attivato in noi la voglia di risparmiare tempo anche quando non è necessario al contesto: camminare in fretta per arrivare a una riunione in tempo è giusto, ma spingere un passeggino al parco come se stessimo partecipando a una gara dei cento metri non ha senso. Ed è invece ciò che ci sta accadendo: secondo i nostri esperimenti, basta semplicemente esporci a un simbolo che richiama alla mente il fast food per innescare in noi fretta e impazienza».

è come se il fast food stesse sempre lì a ricordarci che non possiamo perder tempo, mai. «Abbiamo innescato un meccanismo per cui è cambiato il modo in cui gestiamo il nostro tempo, anche quello libero: un'attività che dovrebbe solo rilassarci finisce per essere vissuta quasi con insofferenza - aggiunge DeVoe -. Può darsi che il fast food sia la causa di questa visone sempre più accelerata dei nostri tempi, o che ne sia solo una conseguenza. Di certo però il fast food rinforza questa nostra tendenza alla velocità e all'irrequietezza».


Articoli correlati:
McDonald's... licenzia Zaia Già finita la bufala del McItaly
Altro che panini. L'enogastronomia si promuove con verità e spirito di squadra
Prima autopsia sul McItaly Non piace il panino di Zaia
McItaly, incurante delle critiche Zaia sempre più uomo sandwich
La Romania tassa i fast food Crociata contro il cibo spazzatura
Spugnoso, pallido e asciutto Prova su strada del McItaly
Dopo il panino McItaly di Zaia Alitalia punta sulla qualità
Il Ministro scivola sul panino della discordia
Carne avariata contro McItaly è guerra tra Forza Nuova e Zaia
McItaly, Slow Food rincara la dose: Un pericolo per il Made in Italy
Il Guardian attacca McItaly: è un tradimento nazionale
McDonald's scopre l'Asiago Dop Mille anni di storia nei fast food
Ermete Realacci (Pd) vs Luca Zaia McItaly pubblicità ingannevole
McItaly, Zaia come i Gesuiti converte i panini di McDonald's
Anche il cibo spazzatura tra le cause della depressione

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail
Abbonati alla rivista cartacea in spedizione postale

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


fast food salute benessere comportamenti cibo gastronomia Italia a tavola tavola

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Sky
Sofidel Papernet
Allegrini
Caricamento...
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®