Ros Forniture Alberghiere
Pentole Agnelli
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
sabato 20 luglio 2019 | aggiornato alle 16:44| 60056 articoli in archivio
HOME     VINO     TENDENZE e MERCATO

Annate speciali a “Nebbiolo Prima”
In mostra la qualità dei vini piemontesi

Annate speciali a “Nebbiolo Prima”  
In mostra la qualità dei vini piemontesi
Annate speciali a “Nebbiolo Prima” In mostra la qualità dei vini piemontesi
Pubblicato il 17 maggio 2010 | 14:27

Enzo Brezza, presidente di Albeisa, e Pietro Ratti, presidente del Consorzio di tutela Barolo, Barbaresco, Alba, Langhe e Roero, hanno presentato gli ultimi dati sulle annate in assaggio ad Alba (Cn): il 2006 e il 2007. Due grandi annate, molto diverse tra loro, ma con vendemmie di grande livello

ALBA (CN) - Ad Alba Nebbiolo Prima è cominciato sotto i migliori auspici di un cielo finalmente primaverile. Enzo Brezza, presidente di Albeisa, ha salutato i presenti ricordando l'andamento delle due annate presentate, il 2006 e il 2007: «Sono due grandi annate, molto diverse tra loro, ma di grande livello. Entrambe relativamente siccitose, ma con germogliamento e maturazione delle uve in tempi diversi, hanno donato vendemmie di grande livello».

Brezza ha poi ricordato il programma delle giornate, preannunciando la probabile estensione della manifestazione a un giorno in più il prossimo anno, considerato che la massiccia adesione delle aziende ha portato il numero dei campioni da degustare a circa un'ottantina al giorno. Una vera maratona per i degustatori.

Pietro Ratti ha tratteggiato brevemente la storia del Consorzio che, nato nel 1934 per volontà di un gruppo di produttori intenzionati a delineare le zone di produzione, conta ora 333 aziende, di cui l'80% sotto le 60mila bottiglie.

Ratti ha poi sottolineato che la realtà delle Langhe e del Roero conta 10mila ettari di superficie vitata, contro i 45mila dell'intero Piemonte. Un'estensione piuttosto piccola, ma di grande prestigio, all'interno della quale ben il 35% è occupato dal nebbiolo. 1.800 sono gli ettari riservati per la Docg Barolo, ma la frammentazione è talmente alta che i produttori sono in media proprietari di circa 2 ettari a testa. La situazione è pressoché simile per le altre due denominazioni.

Il presidente del Consorzio infine ha presentato gli ultimi aggiornamenti in tema di modifiche dei disciplinari delle tre Docg, recepite in base all'uscita di scena della legge 164. In particolare il Barolo ha delimitato 166 menzioni geografiche aggiuntive, ma il disciplinare è ancora in fase di aggiornamento. Sono invece già ufficiali le 65 menzioni del Barbaresco, mentre il Roero ha stabilito come facoltativa (e non più obbligatoria) l'aggiunta del 5% di uve arneis per la produzione del Roero.

Oltre 70 giornalisti, ai circa 40 buyers e alle 190 aziende coinvolte in questa grande kermesse.


Articolo correlato:
Torna a maggio 'Nebbiolo Prima” Il re delle Langhe in scena ad Alba

nebbiolo uva langhe piemonte alba cuneo barrique cibo gastronomia Italia a tavola tavola

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...
Mostra più articoli >

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Caricamento...
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - & Credits - Sitemap - Policy - © ® - Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato a tutti i mezzi del network: la rivista mensile per la ristorazione Italia a Tavola, la rivista in versione digitale per un pubblico più vasto, le diverse newsletter Italia a Tavola settimanale rivolte ad un pubblico di esperti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza su tutti i principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch)
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160
& Credits - Sitemap - Policy - © ®
Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato a tutti i mezzi del network: la rivista mensile per la ristorazione Italia a Tavola, la rivista in versione digitale per un pubblico più vasto, le diverse newsletter Italia a Tavola settimanale rivolte ad un pubblico di esperti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza su tutti i principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch)