Rational
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
mercoledì 01 aprile 2020 | aggiornato alle 11:04| 64496 articoli in archivio
 
Rational
HOME     TURISMO     TERRITORIO

Il turismo delle Marche è di charme
Vacanze per soddisfare i cinque sensi

Il turismo delle Marche è di charme 
Vacanze per soddisfare i cinque sensi
Il turismo delle Marche è di charme Vacanze per soddisfare i cinque sensi
Pubblicato il 14 luglio 2010 | 11:24

La nuova offerta turistica marchigiana è stata presentata a Roma dal presidente della Regione Gian Mario Stacca e dall'assessore al Turismo Serenella Moroder. Protagonisti 5 grandi cuochi, che hanno interpretato i sapori del territorio. Per un turismo che appaga il palato e tutti gli altri sensi

ROMA - Sono arrivati in forze a Roma per celebrare il gusto delle Marche: Mauro Uliassi, Lucio Pompili, Michele Biagiola, Massimo Emiliozzi e Flavio Cerioni: cinque chef che hanno voluto interpretare ognuno con la propria creatività i sapori delle Marche e delle sue cinque province di Ancona, Ascoli Piceno, Fermo, Macerata e  Pesaro-Urbino. Sugli altri 4 sensi - vista, udito, olfatto e tatto - applicati alle bellezze storiche, artistiche e paesaggistiche, non esclusa la grande tradizione musicale, si sono espressi con entusiasmo il presidente della Regione Gian Mario Stacca e l'assessore al turismo Serenella Moroder presentando il progetto 'Marche di charme, turismo a cinque sensi”.



«Vogliamo porre l'attenzione sulla capacità della nostra regione di appagare tutti i sensi di chiunque la visiti in ogni stagione - ha detto Moroder - e in più con un rapporto qualità-prezzo che ha pochi eguali in Italia e all'estero».

Emozionanti le sorprese - hanno garantito - per chi si accinge a visitare una terra tanto vasta e mai uniforme, dalle colline alle vallate divise dai fiumi fino ai 180 km di spiagge sull'Adriatico. Incrocio tra nord e sud, ma fortunatamente fuori circuito per il turismo di massa - o peggio ancora per quello mordi e fuggi - le Marche offrono paesaggi ancora incontaminati e tanti borghi e città d'arte dove il Rinascimento ha lasciato la sua impronta: non c'è soltanto il gioiello-Urbino, tutta la regione è quasi un museo diffuso.

Difficile raccontare nello spazio di una serata tutta l'offerta turistica -artistica, rurale, religiosa, sportiva e termale - e quindi al di là dei discorsi ufficiali la mission è stata affidata all'ottimo ambasciatore che è il buon cibo e al profumo dei tartufi neri messi in bella mostra che aleggiava nella sala dell'Hotel Aldovrandi dove si è svolto l'evento.

Cinque piatti firmati - ed ecco che torna il magico numero che ha caratterizzato la serata - sono stati serviti in sequenza mentre sulle pareti scorrevano immagini di paesaggi suggestivi e nella sala risuonava la musica di Spontini e Pergolesi. Lo charme - non a caso è l'anagramma della parola Marche - di questo turismo a 5 sensi è stato chiaramente percepito dagli ospiti, intensamente quasi come fa nei manifesti l'attore Usa Dustin Hoffman, testimonial ufficiale della campagna Discovery Marche, mentre legge l'Infinito leopardiano.

I cinque chef hanno puntato sui cibi: Flavio Cerioni ha firmato gli apetizers Marchigian Style, Mauro Uliassi si è esibito in una Crudité di gamberi con scalogno e pinoli appena velata da impalpabile gelatina, Massimo Emiliozzi con i Passatelli al nero di seppia con Alici, pecorino e fiori di zucca. Come secondo, Michele Biagiola ha proposto il Piccione ripieno con erbe, verdure e visciole. Colpo di teatro finale la Carota Sottoterra di Lucio Pompili, vera più del vero, ma in realtà complessa opera di imitazione della natura a base di succo di carota gelatinato, pan di spagna con yogurt e goloso simil terriccio a base di croccante in cui, in omaggio all'extravergine di Cartoceto, figuravano anche olive tritate.

Il pane era fatto con i grani marchigiani di Altura e i vini, bianchi e rossi rigorosamente regionali. Sarà anche per il cibo genuino che nelle Marche si vive più a lungo (fonte Irpet), ma è certo l'interesse delle istituzioni verso lo sviluppo sostenibile e di qualità dell'agroalimentare con il machio Qm (Qualità garantita delle Marche).

«Le Marche sono terra delle eccellenze - ha detto il presidente della regione Gian Mario Spacca - dove le ricchezze diffuse, come un museo a cielo aperto, unite ad un'elevata qualità della vita le danno grandi capacità attrattive e di accoglienza. Il Brand Marche è una destinazione turistica d'eccellenza. Puntiamo su questo e su nuove forme di economia, come la green economy, capaci di affiancarsi alla tradizionale specializzazione manifatturiera con progetti di valorizzazione integrata di tutte le eccellenze del territorio per alimentare un innovativo motore di sviluppo e rafforzare l'attrativa dell'intero sistema regionale».

Ed infine qualche numero che può dare un'idea dell'offerta: le Marche vantano 6 parchi, 3 riserve naturali, 15 foreste demaniali e due oasi naturalistiche gestite dal Wwf. Centinaia i borghi e le città d'arte con oltre mille monumenti nazionali, 37 rocche, 106 castelli, 15 fortezze, 170 torri, 34 siti archeologici, 73 teatri storici, migliaia di chiese tra cui 200 romaniche, 96 abbazie e la maggior concentrazione in Italia di musei e pinacoteche: ben 342 con straordinarie opere d'arte.

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


marche vacanze famiglia bambini riviera del conero benessere relax mare gusto cibo gastronomia Italia a tavola tavola

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Caricamento...
Edizioni Contatto Surl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES - Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). - © ®
Edizioni Contatto Surl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES - Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). - © ®