Ros Forniture Alberghiere
Pentole Agnelli
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
martedì 10 dicembre 2019 | aggiornato alle 01:34| 62477 articoli in archivio
Ros Forniture Alberghiere
Rotari
HOME     BEVANDE     TENDENZE e MERCATO

Grappa, Assodistil denuncia una concorrenza sleale dalla Francia

Grappa, Assodistil denuncia una concorrenza sleale dalla Francia
Grappa, Assodistil denuncia una concorrenza sleale dalla Francia
Pubblicato il 30 luglio 2010 | 15:39

False acquaviti di vino commercializzate a prezzi bassissimi, ottenute dalla distillazione di scolature di fecce e vinacce. L’azione francese danneggia non solo il comparto vitivinicolo italiano, ma anche il consumatore, che viene privato del diritto di conoscere esattamente cosa acquista e beve

Assodistil, Associazione nazionale degli industriali distillatori di alcoli e di acquaviti, lancia l'allarme: «Arriva dalla Francia, Paese che pure produce gloriose acquaviti di celebrata nobiltà, una concorrenza scorretta e insostenibile: dalla distillazione di scolature di fecce e vinacce viene ottenuto un prodotto spacciato come acquavite di vino, che sta provocando gravissime distorsioni della concorrenza e che va ad appesantire ulteriormente la crisi già in atto nel mercato delle bevande alcoliche».

«Il fenomeno - prosegue - è stato denunciato al Parlamento europeo con un'interrogazione firmata dal presidente della commissione Agricoltura Paolo De Castro e da altri europarlamentari, perché queste acquaviti di vino, come si legge nell'interrogazione, 'vengono commercializzate a prezzi bassissimi, stante il costo di acquisto della materia prima utilizzata”. Non solo - sottolinea Assodistil - il diritto del consumatore di conoscere esattamente cosa acquista e beve viene palesemente leso, così come viene danneggiato l'intero comparto vitivinicolo che si vede privato della possibilità di esitare vino per la trasformazione in acquavite».

In questo modo, rimarca l'Associazione dei distillatori italiani, «un prodotto come l'acquavite di vino italiana, ottenuta da vino autentico, viene messo irrimediabilmente fuori mercato, poiché l'utilizzazione delle scolature di fecce e vinacce (o 'percolato” secondo la sua definizione tecnica) ha costi bassissimi rispetto al vero vino ed è illegittima per la normativa comunitaria. La gravità del fenomeno è accentuata dal fatto che questa anomala produzione francese di 'acquavite di vino” avviene con l'avallo delle autorità governative d'Oltralpe: 'Risulta che la Francia - si legge nell'interrogazione al Parlamento europeo - abbia autorizzato a titolo sperimentale, ma comunque per volumi ingenti destinati ai mercati tradizionali, la produzione di acquaviti e/o distillati classificati ‘di vino' seppure ottenuti a partire dai sottoprodotti della vinificazione”».

«Non è chiaro da quanto tempo questa pratica stia andando avanti. Ma è certo - rileva Assodistil - che da un bel pezzo le acquaviti di vino italiano e spagnole stanno soffrendo la concorrenza di questa sedicente acquavite di vino francese che viene offerta su tutti i mercati. Alla Commissione europea - conclude - gli interroganti chiedono 'che iniziative intenda prendere al fine di ripristinare la legalità e assicurare il rispetto della normativa comunitaria”».

Fonte: Agi

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


distillati grappe acquaviti grappa beverage concorrenza italia francia viticoltura cibo Italia a tavola tavola

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Caricamento...
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - & Credits - Sitemap - Policy - © ® - Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch).
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160
& Credits - Sitemap - Policy - © ®
Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch).