Ros Forniture Alberghiere
Rational
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e ospitalità
giovedì 23 maggio 2019 | aggiornato alle 04:50| 59174 articoli in archivio
HOME     EVENTI     MANIFESTAZIONI

Toscani provoca a Identità Golose Dall’agnello di Dio al "porco di Dio"

Pubblicato il 28 settembre 2010 | 11:59

Il celebre fotografo e pubblicitario milanese Oliviero Toscani, ora anche allevatore di maiali, nel suo intervento ha lanciato una battuta o una provocazione. Per promuovere i suoi prodotti, Toscani avrebbe in mente una sorta di pubblicità con richiamo biblico: dall’agnello di Dio al "porco di Dio"

Presentazione con provocazione per la Guida Identità Golose. Alla conferenza stampa di ieri 27 settembre a Milano della guida ai ristoranti d'autore d'Italia, d'Europa e del mondo 2011, ideata da Paolo Marchi, c'è stato un exploit del celebre fotografo e pubblicitario milanese Oliviero Toscani (nella foto) che non è piaciuta a tutti.

Oliviero Toscani alla presentazione della Guida di Identità Golose. Foto: Fiorenza Auriemma

Toscani, ora anche allevatore di maiali, nel suo intervento ha lanciato una battuta o una provocazione. Per promuovere i suo prodotti Toscani avrebbe in mente una sorta di pubblicità con richiamo biblico: dall'agnello di Dio al porco di Dio.

L'uscita di Toscani per alcuni presenti è stata considerata non appropriata e volgare. La pensa così Matteo Scibilia, presidente dei Cuochi e ristoratori di Lombardia, consigliere del ministro dei Beni culturali e chef-patron dell'Osteria della Buona condotta di Ornago (Mb) che ha scritto una lettera aperta a Paolo Marchi.

'
Caro Paolo,
ti ho sempre giudicato uno dei migliori giornalisti del settore, innovativo e sempre avanti, il tuo 'Identità Golose” ha avuto nel tempo la capacità di rompere la stagnazione di un settore fermo e tradizionale come il nostro, ma ieri alla presentazione della tua guida c'è stata una caduta di stile imperdonabile, e non mi riferisco per esempio alla battutina sull'incapacità della ristorazione a servire birra, forse non frequenti i ristoranti giusti, ma scomodare Dio per far sorridere tutti è stata una caduta di stile che tanti in sala non hanno accettato, forse non te ne sei reso conto.
Permettere al tuo ospite, il più grande pubblicitario di tutti tempi di elogiare i suoi maiali con una battuta ripetuta più volte, battuta che preferisco non ripetere, non è piaciuto proprio.
Per premiare i migliori cuochi non c'è bisogno di tutto questo.
Con stima e affetto,
Matteo Scibilia



Articolo correlato:
Guida Identità Golose 157 new entry nell'edizione 2011

toscani identità golose cibo

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...
Mostra più articoli >

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Sky
Caricamento...
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - Mail & Credits - Sitemap - Policy - © ® - Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160
Mail & Credits - Sitemap - Policy - © ®
Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548