Rotari
Rational
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
sabato 04 aprile 2020 | aggiornato alle 00:19| 64609 articoli in archivio
Rotari
Rational
HOME     BIRRA    

Rifermentate in bottiglia, universo da intenditori

Rifermentate in bottiglia, universo da intenditori
Rifermentate in bottiglia, universo da intenditori
Pubblicato il 01 febbraio 2008 | 00:00
Le birre rifermentate in bottiglia sono spesso considerate un 'mondo nascosto” e misterioso. Si tratta di una tipologia di birre molto particolari e ricche di sorprendenti qualità.
Parliamo delle birre rifermentate in bottiglia.
Sono birre speciali che seguono antiche ricette tradizionali, minimamente riviste di generazione in generazione da mastri birrai. Di solito sono più alcoliche e luppolate delle altre e sono l'eccezione che conferma la regola che la birra va consumata in breve tempo. Non pastorizzate e non filtrate, sono in grado di evolvere nel tempo esattamente come un buon vino. Generalmente raggiungono l'apice della maturazione entro cinque anni, ma talvolta possono arrivare anche a venticinque. A chi avesse intenzione di invecchiare qualche esemplare è bene ricordare alcune norme.
Le bottiglie con il tappo di sughero vanno mantenute in posizione orizzontale leggermente inclinata in avanti. Quelle con il tappo a corona in posizione verticale per ridurre il rischio di ossidazione. L'ambiente ideale è quello della cantina, umido e al riparo dagli sbalzi di temperatura.
Come nascono le birre rifermentate in bottiglia?
Le birre rifermentate in bottiglia rappresentano un ritorno alle origini visto che nell'antichità, per poterle conservare, era necessario questo procedimento. Da molto tempo sono soprattutto le birre belghe a continuare questa splendida tradizione e semplicemente per due ragioni.
Fu l'imperatore del Sacro Romano Impero Carlo IV, a occuparsi della birra prodotta in Belgio e nel 1364 emanò la legge 'Novus modo Fermentandi Cervisiam” (si imponeva l'uso del luppolo per la vendita della birra sul territorio). Il clima del Belgio poi, è temperato e sono sempre stati coltivati cereali e ingredienti per fabbricare birra.
Il luppolo cresce selvatico e abbondante in tutta la zona. Regioni come il Vallo vicino la Senna, nella regione bruxelese, hanno un ambiente naturale microbiologico specifico. Facile capire ora perché il Belgio detenga ancora oggi un primato invidiabile per le birre rifermentate.
Alcuni piatti da abbinare alle birre rifermentate?
Rispettando la solita regola degli abbinamenti che vogliono gusto e aroma in equilibrio con la bevanda. Più interessante invece è comunicare a tutti gli operatori come, grazie a questi prodotti, si possa elevare l'offerta gastronomica inserendo prodotti così unici come le birre rifermentate.

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


talia a Tavola alimenti food bevande caffè birra distillati vino salute diete ristorazione aziende attrezzature ristoranti pizzerie bar enoteche hotel SPA agriturismi appuntamenti fiere turismo circoli libri stampa ricette oroscopo enogastronomia territorio ospitalità  horeca

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Caricamento...
Edizioni Contatto Surl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES - Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). - © ®
Edizioni Contatto Surl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES - Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). - © ®