Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
martedì 03 agosto 2021 | aggiornato alle 15:49 | 76945 articoli in archivio

Natura, arte, buona cucina in Valdarno Primavera di charme al Podere Picciolo

In Toscana, una delle mete più gettonate e ricche dal punto di vista paesaggistico-culturale-gastronomico è l’agriturismo Podere Picciolo a San Donato in Fronzano, nel comune di Reggello (Fi). Tenuta di charme con solo cinque camere, è un’oasi di pace che offre un ambiente raffinato ma semplice

16 febbraio 2011 | 12:56

Natura, arte, buona cucina in Valdarno Primavera di charme al Podere Picciolo

In Toscana, una delle mete più gettonate e ricche dal punto di vista paesaggistico-culturale-gastronomico è l’agriturismo Podere Picciolo a San Donato in Fronzano, nel comune di Reggello (Fi). Tenuta di charme con solo cinque camere, è un’oasi di pace che offre un ambiente raffinato ma semplice

16 febbraio 2011 | 12:56

REGGELLO (FI) - Un agriturismo di charme di sole cinque camere. Una grande casa colonica del tardo cinquecento sapientemente ristrutturata che offre tutti i comforts moderni pur mantenendo il fascino del casolare di campagna. Un'oasi di pace che offre ambiente raffinato ma semplice, dove la grande tavola accomuna gli ospiti e favorisce la comunicazione. La calda accoglienza all'insegna dell'amicizia mette a proprio agio gli ospiti e la cucina a base di tipicità del luogo propone buoni prodotti dei quali il territorio circostante abbonda. Dal vino all'olio di alta qualità, i rinomati salumi e i formaggi, come anche le mitiche bistecche di chianina, specialità di farro, ceci, ribollita, pappa al pomodoro, le marmellate fatte in casa e tanti altri prodotti, di cui molti biologici. Dalla grande terrazza e dagli spazi verdi inseriti sui nove ettari del podere si gode un maestoso panorama che spazia sulla Valle dell'Arno da Montevarchi a Pontassieve con un magnifico sfondo dove sono incastonate le vette dell'Abetone e le Apuane.



Le escursioni
Da San Donato in Fronzano si raggiungono facilmente le grandi città d'arte. A Firenze, la più prossima a 27 km, ci si arriva anche comodamente in trenta minuti con il treno che porta dritto in centro (Santa Maria Novella). Arezzo (a circa 50 Km), è raggiungibile con il treno da Figline Valdarno o in auto percorrendo l'antica via etrusca e poi romana, oggi denominata 'setteponti”. Passando per Reggello, grazioso paese, comune di riferimento della zona, nonché nota città dell'olio toscano (in questa zona l'olio è di qualità superiore). Luogo dove spesso si svolgono interessanti manifestazioni ed eventi degno di venir considerato per una visita approfondita. Quì si lambiscono Castelfranco Superiore e Loro Ciuffenna dove uno stop è pressoché d'obbligo. Percorrendo la Setteponti il panorama sulla Valdarno accompagna lo sguardo fino ad Arezzo, dove ogni primo sabato e domenica del mese ha luogo il più vasto mercato di antichità d'Italia con una esposizione di pezzi non comune. Siena e il Chianti.

Tre diversi itinerari conducono alla eterna rivale Firenze, da Figline per Greve e Castellina, passando per la strada in Chianti tra panorami mozzafiato e scorci-icona con vigneti e cipressi o attraverso l'autostrada prima e la superstrada poi, sia provenendo da nord che da sud. I dintorni sono ricchi di antiche vestigia. Terre abitate dapprima da popolazioni autoctone cui seguirono gli etruschi, romani e longobardi, i paesini e le località hanno conservato una tipicità tutta da scoprire ed ammirare. Cascia si propone con una splendida chiesa romanica ed accanto, nel museo, Il Trittico del Masaccio, opera giovanile e pietra miliare dell'epoca che aprì la strada del rapporto con la terza dimensione (www.museomasaccio.it). Vallombrosa (900 mt), sede di un'importante abbazia benedettina, offre una foresta con sentieri e spazi pic-nic attrezzati. Da qui ci si irradia verso la Secchieta (1.200 mt) su sette sentieri tracciati e ben segnalati. Rufina, nota per il Chianti così denominato per la provenienza; San Godenzo, dove nella collegiata si possono ammirare magnifiche pitture rinascimentali, fa parte con Pelago e Londa (nota per la coltivazione della pesca regina bianca, frutto di nicchia) di una graziosa località pre-montana del comprensorio della Montagna Fiorentina (www.montagnafiorentina.it).

Le offerte di primavera

Dal 27 marzo al 17 aprile (ad esclusione dei week end), tre notti in mezza pensione per 2 persone € 349.   Durante lo stesso periodo, proposta weekend (dal venerdì sera alla domenica mattina), due notti in mezza pensione per due persone  € 240. Dal 25 giugno al 16 luglio e dall'11 al 25 settembre (ad esclusione dei week end), tre notti con prima colazione per due persone € 250. Durante gli stessi periodi (da giovedì a domenica), tre notti con prima colazione per due persone costano € 285  e una settimana (da sabato a sabato), sette giorni in mezza pensione per due persone costa € 868. I bambini fino a 16 anni in terzo letto  hanno una riduzione del 40%.

© Riproduzione riservata

 
Voglio ricevere le newsletter settimanali