Rotari
Rational
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
lunedì 06 aprile 2020 | aggiornato alle 06:59| 64652 articoli in archivio
HOME     VINO     GUIDE

Guida ai vini del Friuli 2011
40 tre stelle e 4 premi speciali

Guida ai vini del Friuli 2011 40 tre stelle e 4 premi speciali
Guida ai vini del Friuli 2011 40 tre stelle e 4 premi speciali
Pubblicato il 18 febbraio 2011 | 16:07

Sono 990 i vini che hanno oltrepassato la soglia dei 78 punti: la prima commissione ha valutato 603vini da una stella (da 78 a 81 punti) e 307 da due (da 82 a 84 punti). La seconda commissioneha invece attribuito 40 tre stelle (l’anno scorso erano 33) e 40 volte la “menzione per le due stelle”

Decimo compleanno per la Guida ai vini del Friuli Venezia Giulia, la pubblicazione curata dalle quattro Camere di commercio regionali, quest'anno presentata alla Conference Hall dell'Università a Gorizia, in una cerimonia speciale che ha riassunto il lavoro e l'impegno di questo decennio. Dieci anni in cui la Guida è cresciuta fino a diventare punto di riferimento per l'enologia di qualità e la promozione del Friuli Venezia Giulia attraverso una delle sue più qualificate e rinomate eccellenze.

Ma anche esempio di un gioco di squadra che funziona, grazie a una collaborazione sempre più proficua fra team operativo, istituzioni e territorio. La Guida 2011 ritrae dunque un anno importante, evidenziato da numeri altrettanto importanti, come ha sottolineato il presidente del Comitato Guida ai Vini Sergio Lucchetta.

Si tratta dell''edizione con la più elevata selezione in termini di aziende e campioni: sono 271 le aziende inserite in Guida (una ventina in più dello scorso anno), dopo il prelevamento e la degustazione di 1.181 campioni da parte delle Commisioni (990 i vini inseriti in guida). Sono 990 i vini che hanno sorpassato la soglia dei 78 punti: la prima commissione ha valutato 603 vini da una stella (da 78 a 81 punti), 307 da due stelle (da 82 a 84 punti). La seconda commissione ha avuto l'onore di attribuire 40 volte le tre stelle (l'anno scorso erano 33) e 40 volte la 'menzione per le due stelle”. Infatti, i vini che in seconda commissione non raggiungono 88 punti (le Tre stelle) ma mantengono più di 85 punti si guadagnano una speciale menzione.

«Stiamo inoltre lavorando - ha precisato Lucchetta - per promuovere la Guida anche in occasione della tappa friulana del Giro d''Italia, a Spilimbergo e sullo Zoncolanat». Durante la serata sono stati finalmente svelati i tanti attesi vini a Tre Stelle: 40 quelli di quest''anno e sono stati assegnati quattro riconoscimenti speciali, in occasione del decennale. A fare gli onori di casa, il presidente della Cciaa di Gorizia, Emilio Sgarlata, assieme ai colleghi di Pordenone Giovanni Pavan, di Trieste Antonio Paoletti e di Udine, che ha dato avvio alla pubblicazione nel 2000-2001, Giovanni Da Pozzo.

Nel portare il suo saluto, Sgarlata ha sottolineato l''ottima fattura della guida. «Lancio comunque un''idea che mi è venuta spontanea questa sera - ha detto: una pubblicazione che non faccia classifiche e presenti tutti i vini del Fvg, senza vincitori né vinti». Per Pavan, «la Guida rappresenta il giusto coraggio dei nostri vinificatori - ha detto - che sanno mettere alla prova i propri prodotti d''eccellenza di fronte a commissioni di esperti serissime, altamente professionali.

«La Guida - ha aggiunto Pavan - è inoltre prova che sappiamo superare i campanilismi per collaborare al meglio a un obiettivo comune. Questa manifestazione è ormai consolidata e la pubblicazione sempre più seguita: condivido con Sgarlata l''idea che la guida sia sempre più, oltre che una classifica, anche un mezzo di valorizzazione del territorio ed è proprio in questa direzione che stiamo andando con sempre più evidenza».

Il presidente Paoletti ha poi sottolineato l''importanza della guida «nelle attività di internazionalizzazione con cui le Cciaa sostengono le imprese: nelle missioni all''estero portiamo sempre la Guida, promuovendo così i nostri vini in tutto il mondo. Le consegniamo, inoltre, durante i numerosi incoming di operatori, giornalisti e opinion leader che dall''estero parlano così di noi e dei nostri prodotti vinicoli d''eccellenza».

Paoletti ha anche sottolineato un fatto nuovo: «quest''anno c''è anche il Prosecco, la cui prima vendemmia come Doc in Fvg è avvenuta lo scorso anno. Ben 324,5 ettari di territorio sono stati dichiarati a Doc Prosecco nel 2009, per una produzione di oltre 5000 tonnellate d'uva e 35.000 ettolitri di Doc».

Infine è intervenuto Da Pozzo, ripercorrendo la storia della Guida, che nella prima edizione 2000-2001 fu realizzata dalla sola Cciaa di Udine. «L''idea - ha spiegato Da Pozzo - nacque da un vignaiolo, critico nei confronti delle Guide nazionali, che propose di realizzare una Guida locale. La proposta trovò l'appoggio del grande giornalista Fortuna, primo responsabile del progetto redazionale, che crebbe subito, dall'anno successivo, coinvolgendo le altre Cciaa e assumendo carattere regionale. Così oggi questa pubblicazione esprime al meglio la connessione tra produzione e territorio».



Quello festeggiato a Gorizia, ha aggiunto Da Pozzo, è dunque davvero un bel compleanno per la Guida che, ha ricordato, «rappresenta quasi 280 le aziende: sono davvero tantissime. Nelle missioni all''estero, come diceva Paoletti, uno dei settori sempre rappresentato è il vitivinicolo: con esso, infatti, rappresentiamo tutto il territorio, la sua cultura, il suo turismo. è  l''ambasciatore di tutti gli altri comparti. La Guida in questi anni ha visto oltre 10 mila campioni degustati, di cui 8 mila 300 inseriti in Guida, per 345 Tre Stelle di cui 40 in quest''ultima edizione. Numeri importanti che meritano sempre più attenzione anche da parte della nostra Regione».

Con loro, presentati dalla conduttrice televisiva Tjasa Dornik, anche il responsabile della comunicazione istituzionale della Banca Popolare FriulAdria, partner del progetto, Giovanni Lessio. «Siamo presenza storica e convinta a fianco della Guida - ha detto Lessio - e vogliamo significare il sostegno della Banca alle eccellenze del territorio. Questi vini non hanno nulla da temere dalle valutazioni degli esperti, che sono le aziende stesse a richiedere». In sala, tra le tante autorità, erano presenti anche il sindaco di Gorizia Ettore Romoli e l''assessore all''agricoltura della provincia di Udine Daniele Macorig.

Aziende inserite in Guida

271

di cui prov Udine

162

di cui prov Gorizia

65

di cui prov Pordenone

39

di cui prov Trieste

5

Aziende nuove presenti

24

Campioni

 

Prelevati e Degustati

1.181

di cui prov Udine

726

di cui prov Gorizia

255

di cui prov Pordenone

187

di cui prov Trieste

13

Inseriti in Guida

990

di cui prov Udine

600

di cui prov Gorizia

217

di cui prov Pordenone

162

di cui prov Trieste

11


Sintesi di 10 anni

Sedute di prelievo effettuate (= aziende dove è stato prelevato almeno 1 campione) in termini assoluti

2.251

Numero di schede aziendali prodotte (= aziende inserite in termini assoluti)

2.199

Aziende in termini relativi, ovvero che hanno partecipato ad almeno una edizione

415

Campioni Prelevati e Degustati

10.199

Campioni Inseriti in Guida

8.308

Tasso dei campioni inseriti/aziende inserite in Guida

3,78

Non ammessi, perché punteggio < 78/100 (a dimostrazione del rigore e della serietà delle commissioni)

1.917

Percentuale di campioni non inseriti in Guida

18,8

*** stelle

345

** stelle con menzione

145

** stelle

2.439

* stella

4.335


Il lavoro delle commissioni

Sono l'esempio della serietà del metodo che ha qualificato la pubblicazione sempre più nel corso degli anni. Sono valide se 5 elementi sono presenti e sono composte da un massimo di 6 esperti, scelti tra un panel di 95 (65 tecnici degustatori iscritti negli elenchi camerali; 15 sommelier e 15 esperti dell'Onav). Ognuna presieduta da un componente con lunga esperienza e affidabilità, si sono riunite 91 volte (79 degustazioni di I grado e 12 di II) per assaggiare i 1.181 campioni. Solo i vini che hanno raggiunto 85 punti su 100 e quelli che presentavano uno scarto pari o superiore a 8 nel punteggio fra massimo e minimo voto, sono stati analizzati da una Seconda Commissione, composta solamente da Presidenti e loro sostituti. Un sistema ottimamente organizzato, in cui i vini vengono valutati in un ambiente ideale. 

Esiti
Sono 990 i vini che hanno sorpassato la soglia dei 78 punti: la prima commissione ha valutato 603 vini da una stella (da 78 a 81 punti), 307 da due stelle (da 82 a 84 punti). La seconda commissione ha avuto l'onore di attribuire 40 volte le tre stelle (l'anno scorso erano 33) e 40 volte la 'menzione per le due stelle”. Infatti, i vini che in seconda commissione non raggiungono 88 punti (le Tre stelle) ma mantengono più di 85 punti si guadagnano una speciale menzione.

Un po' di storia e premi speciali del decimo 'compleanno”
«La Guida ai Vini Doc della provincia di Udine, voluta dalla Camera di Commercio, nasce per esigenze di chiarezza». è l'incipit di Piero Fortuna nella prima edizione 2000/2001, sorta dall'idea di un vignaiolo, critico nei confronti delle Guide nazionali, che propose di realizzare una Guida locale. La proposta trovò l'appoggio del grande giornalista, primo responsabile del progetto redazionale, che crebbe subito, dall'anno successivo, coinvolgendo le altre Cciaa e assumendo carattere regionale.

L'edizione di quest'anno rappresenta dunque la specialità di un decennio di sinergia. Per questo saranno conferiti speciali riconoscimenti, quattro premi ad altrettanti record raggiunti dalle aziende che hanno partecipato negli anni:
1) all'azienda che ha vinto più volte le Tre Stelle e al vino che per più volte ha raggiunto il massimo punteggio;
2) al vino bianco che per più volte ha vinto le Tre Stelle, garantendo l'alta qualità del prodotto per più anni;
3) al vino Docg che ha vinto più volte le Tre Stelle;
4) all'azienda con più bottiglie presentate in Guida.

Novità edizione 2011
L'impostazione della Guida è stata sostanzialmente confermata dal Comitato, con alcune pregiate novità. Le pagine sono 464 e la copertina quest'anno ha il colore della sabbia. Il restyling grafico dimostra che il prodotto si evolve pur mantenendo i capisaldi che hanno caratterizzato le nove precedenti edizioni: chiarezza, facilità di lettura, praticità. La chiarezza è nelle tabelle, nei dati, nel puntiglio con cui i funzionari fanno i controlli. La leggibilità è garantita da una veste che rispecchia il rigore ma allo stesso tempo rende gradevole la lettura. La praticità è un trittico: formato tascabile, cartina estraibile, segnalibro.

C'è una grossa novità nella cartina, dove è stata inserita la 'lista dei vini”, così il lettore può scegliere sulla base della varietà quale vino è inserito in Guida. Il percorso fotografico abbraccia tutte e quattro le province, dai capoluoghi fino alle più piccole località. La Guida è in tre lingue (italiano-inglese-tedesco) ed è composta di 6 capitoli:
  1. L'annata 2009, con l'apporto di Stefano Trinco a introdurre i dati statistici, divisi per zone a Doc e tabelle riassuntive di facile consultazione. In termini assoluti è aumentata la produzione di Doc in Friuli Venezia Giulia, dopo l'anno in calo della vendemmia 2008: 607.628 ettolitri contro i 583.363 del 2008. Rimane in costante crescita la produzione Igt: 762.042 ettolitri nel 2009, 748.291 ettolitri nel 2008, 711.265 ettolitri nel 2007.
  2. Le 40 Tre Stelle;
  3. Le aziende, di cui è stata rinnovata la parte grafica per renderla ancor più fruibile
  4. Il connubio vino-turismo: una parte è dedicata alle ricette regionali da abbinare al vino Friulano (come vino), quindi c'è un percorso tra le quattro province alla scoperta delle ricette tradizionali. Un articolo importante è dedicato alle Strade del Vino.
  5. Il capitolo sul 'mercato globale”, per il terzo anno consecutivo, con le autorevoli firme internazionali a raccontare il Friuli: dal Canada Donald Ziraldo (giornalista, produttore, distributore), da Salisburgo Christian Eder (giornalista, profondo conoscitore del nostro territorio); dal Paese emergente Polonia, il giornalista Wojciech Bońkowski.
  6. L'ultimo capitolo contiene alcune novità: è dedicato in parte al Prosecco (la cui prima vendemmia come Doc in Fvg è stata lo scorso anno. Ben 324,5 ettari sono stati dichiarati a Doc Prosecco nel 2009, per una produzione di oltre 5000 tonnellate d'uva e 35.000 ettolitri di Doc), ma anche all'olivo, alla grappa e alla Vitovska, vino tutto triestino.

La Guida e la promozione
In 10 anni sono state stampate 238 mila copie della Guida, di cui vendute (esclusa quella di quest'anno) quasi 45 mila: un vero successo. La Guida sarà in vendita in abbinamento a quotidiani e pure con spedizione a domicilio, su richiesta alla Camera di Commercio di Udine. Sarà inoltre omaggiata in occasione di tutti gli eventi che le Camere di Commercio organizzano in Friuli, Italia e nel mondo, durante le missioni, congiunte o singole. La Guida promuoverà il mondo enologico del Friuli Venezia Giulia in numerose presentazioni e manifestazioni fieristiche, anche in collaborazione con Turismo Fvg e la Regione. Sarà inoltre distribuita nel 2011 nei circuiti di Retecamere, una società nazionale che si occupa della veicolazione dei prodotti editoriali delle Camere di Commercio. Si potrà dunque trovare nelle migliori librerie a Roma, Firenze, Bologna, Milano, Torino. Sempre con Retecamere, si sta organizzando un roadshow di presentazione sul territorio nazionale: è grossa novità per rafforzare il 'viaggio” della Guida fuori dai confini regionali.

Vino Tre Stelle

Azienda

Comune

Bianco "Broy" 2008 Doc Collio

Collavini

Corno di Rosazzo

Bianco "Pomédes" 2008 Doc Colli Orientali del Friuli

Scubla

Premariacco

Cabernet Franc 2009 Doc Colli Orientali del Friuli

Pontoni Flavio

Buttrio

Chardonnay 2009 Doc Friuli Grave

Stocco

Bicinicco

Friulano "Vigneti Bosco Bando" 2009 Doc Friuli Annia

Le Favole

Sacile

Friulano 2008 Doc Collio

Schiopetto

Capriva del Friuli

Friulano 2009 Doc Colli Orientali del Friuli

La Sclusa

Cividale del Friuli

Friulano 2009 Doc Colli Orientali del Friuli

Venica Giovanni

Prepotto

Friulano 2009 Doc Colli Orientali del Friuli

Guerra Albano

Torreano

Friulano 2009 Doc Collio

Ronco Blanchis

Mossa

Friulano 2009 Doc Collio

Vosca

Cormòns

Friulano 2009 Doc Friuli Grave

Stocco

Bicinicco

Malvasia "Rive Alte" 2009 Doc Friuli Isonzo

Sgubin Renzo

Cormòns

Malvasia 2009 Doc Collio

Muzic

San Floriano del Collio

Malvasia Istriana "Leonard" 2007 Igt Venezia Giulia

Castello di Rubbia

Savogna d''Isonzo

Merlot "Leopold" 2005 Doc Collio

Fiegl

Gorizia

Merlot "Linea Pieve della Rosa" 2008 Doc Friuli Grave

Cantina Soc. Vini San Giorgio

San Giorgio della Richinvelda

Merlot "Romain" 2007 Doc Colli Orientali del Friuli

Rodaro

Cividale del Friuli

Merlot 2008 Doc Collio

Crastin

Dolegna del Collio

Picolit 2007 Docg Colli Orientali del Friuli Picolit

Sara & Sara

Povoletto

Picolit 2008 Docg Colli Orientali del Friuli Picolit

Vigne Fantin Noda'r

Pordenone

Picolit 2008 Docg Colli Orientali del Friuli Picolit

Ermacora

Premariacco

Pignolo 2007 Doc Colli Orientali del Friuli

Ca' Tullio

Aquileia

Pinot Grigio 2009 Doc Colli Orientali del Friuli

Pontoni Flavio

Buttrio

Pinot Grigio 2009 Doc Collio

Anzelin

Cormòns

Pinot Grigio 2009 Doc Collio

Colle Duga

Cormòns

Ramandolo "Ronc de Madalene" 2006 Docg Ramandolo

I Comelli

Nimis

Refosco dal Peduncolo Rosso 2008 Igt Venezia Giulia

Biasioli

Aquileia

Refosco Peduncolo Rosso Riserva 2006 Doc Friuli Aquileia

Valpanera

Villa Vicentina

Ribolla Gialla 2009 Doc Colli Orientali del Friuli

Cadibon

Corno di Rosazzo

Ribolla Gialla 2009 Igt Venezia Giulia

Scolaris Vini

San Lorenzo Isontino

Sauvignon 2009 Doc Colli Orientali del Friuli

Ca' Tullio

Aquileia

Sauvignon 2009 Doc Colli Orientali del Friuli

Guerra Albano

Torreano

Sauvignon 2009 Doc Friuli Grave

Tenuta Bosco Albano

Pasiano

Sauvignon 2009 Doc Friuli Isonzo

Tenuta Luisa

Mariano del Friuli

Spumante "Ribolla Gialla" 2006 Spumante Vsq

Collavini

Corno di Rosazzo

Spumante Talento "Etichetta Argento" Spumante Vsq

Vigneti Pietro Pittaro

Codroipo

Verduzzo Friulano Cràtis 2007 Doc Colli Orientali del Friuli

Scubla

Premariacco

Verduzzo Friulano Crei 2008 Doc Colli Orientali del Friuli

Sara & Sara

Povoletto

Verduzzo Friulano 2008 Doc Colli Orientali del Friuli

Vigne Fantin Noda'r

Pordenone


© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


vini friuli venezia giulia stelle guida barrique cibo Italia a tavola

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Caricamento...
Edizioni Contatto Surl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES - Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). - © ®
Edizioni Contatto Surl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES - Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). - © ®