Sofidel Papernet
Ros Forniture Alberghiere
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
giovedì 02 luglio 2020 | aggiornato alle 08:43| 66499 articoli in archivio
Sofidel Papernet
Rational
HOME     SALUTE     STILE DI VITA

In autunno tutti in palestra Ecco gli errori da evitare

In autunno tutti in palestra Ecco gli errori da evitare
In autunno tutti in palestra Ecco gli errori da evitare
Pubblicato il 28 settembre 2011 | 17:55

In autunno si registra sempre un incremento nelle iscrizioni alle palestre. L’entusiasmo e la voglia di fitness non devono far dimenticare le regole fondamentali per non trasformare le ore che si trascorrono in palestra in qualcosa di dannoso per la salute. I consigli del dottor Stefano Aglieri

Con la fine dell'estate e il ristorno in città e al lavoro coincidono i buoni propositi per rimettersi in forma. Come riporta l'articolo a cura di Elena Villa su humanitasalute.it, in autunno si registra sempre un certo incremento nelle iscrizioni alle palestre, sia perché si desidera mantenere la buona forma fisica acquisita attraverso l'attività sportiva praticata nel corso dell'estate, sia perché i buoni propositi tipici di questa stagione inducono a cambiare vita e a essere meno sedentari. In ogni caso, l'entusiasmo e la voglia di fitness non devono far dimenticare alcune regole fondamentali per non trasformare le ore che si trascorrono in palestra in qualcosa di dannoso per la salute. Abbiamo chiesto al Stefano Aglieri, responsabile dell'Unità Operativa di Riabilitazione cardio-respiratoria di Humanitas, di metterci in guardia da quelli che sono gli errori più diffusi tra coloro che si avvicinano al mondo del fitness.

Non trascurare la visita medica
«Indipendentemente dai motivi che inducono ad andare in palestra - avverte il dottor Aglieri - è bene tenere presente un paio di regole ferree. Innanzitutto è opportuno sottoporsi a una visita medica di controllo, dal medico di famiglia o da uno specialista che conosca bene le problematiche legate all'attività sportiva: il medico dello sport, il cardiologo, lo pneumologo. Questo non solo per verificare che le condizioni di salute siano adeguate allo svolgimento dell'attività fisica, ma anche per fornire un primo orientamento sul tipo di discipline da seguire nel vasto panorama che offre il mondo del fitness. Il consiglio del medico risulta poi indispensabile per tutti coloro che hanno bisogno di svolgere attività fisica perché soffrono di determinate patologie molto diffuse che possono essere curate anche con un certo tipo di esercizio (ad esempio la lombalgia, le tendiniti, la periartrite scapolo-omerale)».

Seguire i consigli del personal trainer
è poi bene affidarsi, all'interno della palestra, a personale qualificato - istruttori Isef, personal trainer - che possa effettuare una valutazione precisa delle caratteristiche e delle esigenze della persona, così da poter consigliare un programma adatto di allenamento individuale e di corsi collettivi che tenga conto delle caratteristiche personali. E' meglio diffidare di quelle palestre dove la professionalità è scarsa, dove ad esempio i nuovi utenti non vengono affidati a un trainer, dove l'offerta è standardizzata o dove si incoraggiano le iscrizioni a ogni tipo di corso senza tenere conto delle esigenze individuali.

Non esagerare
Perché l'attività fisica svolta in palestra si riveli un toccasana per la salute è necessario non eccedere con le sedute di allenamento. «Si deve innanzitutto procedere con gradualità - conclude il dottor Aglieri - poiché risulta dannoso passare da uno stile di vita sedentario a un ritmo forsennato di allenamento. è inoltre dimostrato che i benefici per la salute derivanti dall'attività fisica si ottengono arrivando gradualmente a praticare con regolarità esercizio fisico 4-5 volte alla settimana per 45-60 minuti ogni volta. Un eccesso di allenamento può anzi essere dannoso, ad esempio con conseguenze negative a livello tendineo e muscolare. Non va poi commesso l'errore di pensare di poter frequentare ogni tipo di corso a qualsiasi livello, poiché in palestra ci sono discipline che richiedono una fase di apprendimento e devono essere avvicinate con gradualità, dove è indispensabile la presenza di un istruttore, ad esempio fit-boxng, spinning, squash».
 
Ci sono corsi che richiedono un impegno fisico elevato e che sono quindi adatti solo a chi è in buona salute e ben allenato, anche se a volte nelle palestre vengono proposti a tutti; pensiamo ad esempio allo spinning o a corsi di ginnastica/danza aerobica, che in realtà di aerobico hanno ben poco e richiedono invece un impegno cardiovascolare, respiratorio e muscolare elevati. A questo si aggiunga il fatto che in questo tipo di corsi i partecipanti sono spesso mossi a ritmi elevati per emulare e competere con i compagni di corso più bravi. Per concludere: va bene l'esercizio in palestra senza spingersi a certi eccessi e seguendo i consigli degli esperti (trainer, preparatori) e dopo aver verificato le proprie condizioni di salute.


Fonte: www.humanitasalute.it

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail
Abbonati alla rivista cartacea in spedizione postale

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


palestra fitness autunno bellezza corpo fisico Italia a Tavola salute Alimentazione diete

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Orobica Pesca
Sofidel Papernet
Allegrini
Caricamento...
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®