Rational
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
mercoledì 01 aprile 2020 | aggiornato alle 06:42| 64490 articoli in archivio
 
Rational

Gran Trofeo d'Oro della Ristorazione: medaglia alla scuola di Chatillon

Gran Trofeo d'Oro della Ristorazione: medaglia alla scuola di Chatillon
Gran Trofeo d'Oro della Ristorazione: medaglia alla scuola di Chatillon
Pubblicato il 26 febbraio 2008 | 00:00
Il 17 febbraio a Brescia, presso il Centro Fiera di Montichiari a Brescia durante la fiera Aliment&Attrezzature, si è tenuta la finale dell'ambito Gran Trofeo della Ristorazione Italiana, che ha visto la partecipazione di 20 scuole alberghiere provenienti da tutta Italia che si sono contese la medaglia del Presidente della Repubblica Italiana, On. Giorgio Napolitano.  La competizione, che ha previsto il confronto dei giovanissimi allievi rappresentanti di diversi istituti professionali alberghieri d'Italia rispetto ad abilità tecnico-pratiche di accoglienza e realizzazione di una proposta gastronomica tipica del territorio bresciano, ha avuto un gran successo di pubblico e un grande apprezzamento da parte delle più alte cariche delle amministrazioni locali della Regione, Provincia e Camera di Commercio di Brescia. La scuola di Chatillon, vincitrice del 1° premio (nella foto a lato), presso il Centro Fiere del Comune di Montichiari, promossa dall'Assessorato all'Agricoltura della Provincia di Brescia, dalla Camera di Commercio di Brescia in collaborazione con ALMA, la Scuola Internazionale di Cucina Italiana, CAST Alimenti e le delegazioni bresciane delle Associazioni Cuochi, del Consorzio Pasticcieri, dell'Associazione Italiana Sommeliers, di Amira e Arte in Tavola, ha ricevuto oltre ad un cospicuo premio in denaro, la prestigiosa medaglia messa in palio dal Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano. Gli studenti dell'Istituto Professionale Regionale Alberghiero di Chatillon in provincia di Aosta, hanno brillantemente soddisfatto le aspettative della una prestigiosa giuria e sono stati ritenuti particolarmente capaci di saper integrare la cucina tipica territoriale con i prodotti tipici ed i formaggi Dop delle Valli e delle Pianure bresciane. Alla scuola Molinari di Sciacca, invece, il premio per la 'Miglior valorizzazione del prodotto bresciano” mentre il 'Miglior servizio del formaggio bresciano” è andato alla scuola Vittoria Colonna di Roma e il 'Miglior servizio del trancio del manzo all'olio di Rovato” è stato aggiudicato all'Istituto 'Ruffini” di Arma di Taggia.
A giudicare gli allievi dell'Istituto Professionale Regionale Alberghiero di Chatillon in provincia di Aosta, una giuria di altissimo livello, composta da due gran maestri della cucina, Gualtiero Marchesi ed Iginio Massari e dalle più prestigiose firme del giornalismo specializzato e generalista italiano, tra i quali Lamberto Sposini (noto anchor man della televisione Italiana, ideatore della Rubrica Gusto), Luigi Cremona (Miglior giornalista enogastronomico d'Italia) Carlo Raspollini (Giornalista Rai, ideatore del famoso programma Uno Mattina), Marco Sabellico (giornalista enogastronomico di Rai Sat – Gambero Rosso Channel). Il tema in cucina su cui hanno dovuto cimentarsi gli allievi dell'Istituto Professionale Regionale Alberghiero Chatillon di Chatillon in provincia di Aosta, capitanati dai professori Alessandro Zito e Manuela Parolo, è stato la realizzazione delle ricette in cucina e la coreografia del piatto. Tra le prove centrali, del Gran Trofeo della ristorazione italiana, il taglio dei formaggi: provolone, grana padano, formaggella di Tremosine, robiola, semistagionato di capra, formaggio della Valle Camonica, nostrano Valtrompia, Sabbio, latte crudo di Tremosine; la realizzazione e il taglio o sporzionamento a tavola del famoso Manzo all'olio, tipica ricetta del comune di Rovato in Franciacorta; nonche gli altrettanto noti Casoncelli al burro versato.
'Siamo entusiasti del risultato conseguito - ha dichiarato il professor Alessandro Zito – soprattutto in considerazione del livello della giuria di esperti di fronte alla quale abbiamo dovuto misurarci. I nostri ragazzi hanno saputo raccogliere la sfida e hanno dimostrato una grande capacità di elaborazione dei prodotti tipici bresciani adattandoli alla loro tradizione culinaria. Ritengo sia proprio questa la nostra missione, quella di soddisfare i palati più esigenti, curando ogni aspetto dell'ospitalità, senza avere alcun limite territoriale, ma sapendo trasformare con perizia e rispetto ogni prodotto della nostra Italia dei sapori.

Lo chef oggi è certamente un ambasciatore di un territorio, ma anche un interprete delle più diverse tradizioni culinarie, dove la tipicità raggiunge un valore maggiore, in relazione a quanto si distingue e si avvicina alle altre culture enogastronomiche”. A condurre magistralmente le tre giornate del gusto, sono stati, due personaggi d'eccezione, Gerardo Antelmo, conduttore del programma 'Le regole del gusto”, in onda il mercoledì mattina su RADIORAI e Tania Zamparo, già Miss Italia e popolarissima presentatrice televisiva, che hanno saputo gestire l'evento e sottolineare e promuovere l'eccellenza dei prodotti tipici bresciani. 'Si tratta di un evento che ha mirato, riuscendoci, a promuovere le nostre tipicità territoriali bresciane – ha dichiarato Franco Bettoni, Presidente della Camera di Commercio di Brescia – che avrà evidenti ritorni in termini di immagine per la nostra provincia, ai vertici quantitativi per la produzione lattiero casearia di livello e non solo. Il Gran Trofeo della Ristorazione Italiana, ha dato la possibilità a tutti i ragazzi che hanno partecipato al concorso, al di là del loro posizionamento nella classifica, di misurarsi con i prodotti della terra bresciana dall'alto valore nutrizionale e organolettico, per aumentarne a visibilità e la conoscenza in tutta Italia”. 'Per il secondo anno riteniamo di aver raggiunto l'obbiettivo di promuovere i prodotti tipici, attraverso eventi come il Gran Trofeo della Ristorazione Italiana, perché sono convinto che ciò che è buono piace a tutti – questa la dichiarazione di Iginio Massari , maestro del Consorzio Pasticceri, che sottolinea l'importanza del premio messo a disposizione dalla Repubblica Italiana, come riconoscimento dell'eccellenza delle produzioni lattiero casearie e non solo della provincia di Brescia.
'E' necessario elevare la professionalità nella ristorazione italiana, dal piatto al dolce – ha continuato Massari – con un'attenzione particolare rivolta all'ospite che deve mangiare bene, degustando prodotti di elevato valore qualitativo, in un ambiente piacevole, dove ogni momento deve essere indimenticabile. Brescia deve diventare il Centro della Cultura dell'Alimentazione Italiane e perché no, anche Europea e questo si può ottenere grazie all'utilizzo di prodotti d'eccellenza qualitativa e alla loro trasformazione esemplare. Solo così si può ambire a realizzare qualcosa di straordinario. Dal cuoco, al pasticcere al maitre, deve arrivare un segnale di grande dedizione e di ricerca della perfezione. I ragazzi invitati a partecipare hanno dimostrato di conoscere a fondo le attività da intraprendere, senza trascurare l'istruzione, la dimestichezza con le lingue straniere e la filiera dei prodotti tipici provenienti da tutta Italia. Consci che quello che sarà il loro lavoro per la vita nulla ha a che fare con il ‘servilismo', ma con il servizio. I ragazzi delle scuole alberghiere che hanno partecipato al concorso – ha concluso Massari – hanno dimostrato di aver ben compreso che chi si occupa di ristorazione regala non soltanto attimi di piacere, ma anche vere e proprie pillole di salute. Chi mangia bene, mangia correttamente” 'Il made in Italy è apprezzato in tutto il mondo e bisogna compiere ogni sforzo per mantenere alta questa vocazione – ha dichiarato Alberto Cavalli, Presidente della Provincia di Brescia – Le esportazioni relative ai prodotti caseari confermano questa tendenza come terra vocata al mercato globale. Bisogna solo stare attenti alle contraffazioni – continua Cavalli - Molte sono le imitazioni che vengono spacciate per Grana Padano. Eventi come Il Gran Trofeo della Ristorazione Italiana, mirano a tutelare le nostre tipicità difendendole e garantendole su tutte le fasce di mercato, perché la buona tavola è un'immagine forte dell'Italia nel mondo e rappresenta una tra le nostre più importanti risorse economiche. Aliment, nell'ambito della quale si svolge Il Gran Trofeo della Ristorazione Italiana, è certamente la nostra immancabile vetrina, per gli innumerevoli e per la più parte sconosciuti formaggi tipici, ma non solo, giunta quest'anno alla sua 21° edizione, vuole proporsi come il polo di tutte le azioni comunicative dei prodotti bresciani. Sappiamo – ha continuato Cavalli – che non possiamo competere con i mercati emergenti sul piano dei prezzi, ma siamo certi di poter combattere e vincere la sfida della qualità.

La seconda edizione del Gran Trofeo delle Ristorazione Italiana a Montichiari-Brescia, rivolta ai giovani allievi delle scuole alberghiere e di formazione professionale di tutte le regioni d'Italia – ha concluso Cavalli – ha voluto proprio trasferire a professionisti della ristorazione di domani questa ‘sfida', perché la raccolgano e siano in grado di garantire nel tempo il primato della cucina italiana nel mondo” 'Il Gran Trofeo della Ristorazione Italiana, giunto quest'anno alla sua seconda edizione – ha affermato Sergio Grazioli, Assessore all'Agricoltura della Provincia di Brescia – si è proposto ancora una volta come un banco di prova di un consolidato accordo di programma con il quale Camera di Commercio e provincia di Brescia uniscono le loro forze per la promozione dei prodotti tipici bresciani, che punta a razionalizzare forze e risorse. Intendiamo perseguire l'obiettivo della valorizzazione del territorio e dei prodotti tipici ad esso legati – ha continuato Grazioli – attraverso la gestioni di progetti formativi, informativi e divulgativi. Il Gran Trofeo incarna perfettamente questi obiettivi e punta a proporsi negli anni a venire come un evento immancabile delle azioni di promozione, rivalutazione messe in atto dal nostro Ente” 'Il turismo enogastronomico oggi è molto richiesto – ha dichiarato Riccardo Minini, Assessore al Turismo della Provincia di Brescia – ed eventi come il Gran Trofeo della Ristorazione Italiana possono certamente richiamare attenzione verso le nostre tipicità agroalimentari. Sono certo che sarà possibile realizzare un itinerario turistico intorno ai nostri prodotti di punta che sono quelli lattiero caseari, che veicoli il turismo rurale verso il territorio bresciano delle Valli e delle Pianure e quindi alla degustazione dei suoi prodotti tipici. Comunicando l'immagine di ristorazione di altissimo livello – ha concluso Minini - presso tutte le fiere italiane e non, comunicheremo anche l'immagine di una provincia con il maggior numero di ristoranti pluripremiati dalle più referenziate guide gastronomiche italiane” "Il Gran Trofeo è un'iniziativa importante sotto il profilo culturale – ha dichiarato Marco Sabellico, giornalista del Gambero Rosso e volto noto di RaiSat-Gambero Rosso Channel - oltre ad essere ovviamente una grande operazione di promozione per i prodotti tipici bresciani. Troppo spesso, infatti, le Scuole Alberghiere vengono accusate di fornire un insegnamento "generico" e non calato nella realtà territoriale dove i ragazzi di oggi saranno i professionisti di domani. Il gran Trofeo invece invita ad approfondire la conoscenza di un territorio, in questo caso Brescia, e a riscoprire il filo conduttore ed i legami secolari che uniscono le ricette, i prodotti tipici e i grandi vini di questa terra. Altre province dovrebbero seguire l'esempio di Brescia". 

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


talia a Tavola alimenti food bevande caffè birra distillati vino salute diete ristorazione aziende attrezzature ristoranti pizzerie bar enoteche hotel SPA agriturismi appuntamenti fiere turismo circoli libri stampa ricette oroscopo enogastronomia territorio ospitalità  horeca

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Caricamento...
Edizioni Contatto Surl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES - Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). - © ®
Edizioni Contatto Surl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES - Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). - © ®