ABBONAMENTI
 
Castel Firmian
Ros Forniture Alberghiere
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
sabato 19 settembre 2020 | aggiornato alle 20:59 | 67855 articoli in archivio
Rational
Ros Forniture Alberghiere

Perché in inverno ci si ammala? Tutta colpa del caldo!

Perché in inverno ci si ammala? Tutta colpa del caldo!
Perché in inverno ci si ammala? Tutta colpa del caldo!
Pubblicato il 15 febbraio 2012 | 17:55

Il freddo non ci fa ammalare, o meglio, non è il principale responsabile delle epidemie influenzali che ci colpiscono nei mesi invernali. Al contrario è la tendenza a rimanere in posti caldi e umidi che aiuterebbe la diffusione dei batteri. Ce lo spiega il Enrico Brunetta, allergologo e immunologo

L'ondata di gelo che ha investito l'Italia nelle ultime settimane, ha portato con sé anche il classico picco d'influenza. Lecito è dunque chiedersi il motivo per cui in inverno ci si ammali più spesso. Forse perché le difese immunitarie si abbassano? Nient' affatto, il vero motivo lo chiediamo a Enrico Brunetta, allergologo e immunologo clinico in Humanitas.

'
Dottor Brunetta, contrordine, il freddo non indebolisce il sistema immunitario?
Esattamente. Vari studi hanno cercato la correlazione tra la diffusione delle infezioni e gli elementi presenti in inverno, ovvero il freddo, l'umidità e le piogge, ed effettivamente il freddo sembra essere il principale fattore coinvolto nell'aumentata incidenza di malattie invernali. Tutto questo sembrerebbe riportare, quindi, al sistema immunitario, che si crede funzioni meno con il freddo. In realtà non è così. Si deve partire, infatti, dal presupposto provato scientificamente che, al contrario, i microrganismi con il freddo si riproducono meno. Si pensi, per esempio, al frigorifero, dove il freddo impedisce ai batteri presenti sul cibo di proliferare e di farlo avariare. Tecnicamente, insomma, il freddo indebolisce i microrganismi.

Ma allora perché ci ammaliamo di più proprio con il freddo?
Il freddo costringe le persone a stare al caldo, in un ambiente umido e ristretto, con le finestre chiuse e dove generalmente si trovano più persone come in ufficio, cinema, abitazione, metropolitana. Questo crea una nicchia perfetta non solo per il proliferare dei microrganismi, ma anche per la loro trasmissione attraverso il contatto o le goccioline di saliva come accade con i virus del raffreddore o dell'influenza. Il freddo, in pratica, aumenta le occasioni di condivisione di virus e batteri.

Non serve, quindi, rinforzare le difese?
Non serve perché il sistema immunitario è un insieme complesso in cui operano più fattori in concerto tra loro. E non è ancora provato scientificamente che integratori o altri preparati possano aiutare a migliorare le difese in una persona sana.

Quali sono i suoi consigli?
Seguire uno stile di vita corretto (abolendo il fumo, per esempio, e riducendo la sedentarietà) e una alimentazione sana e bilanciata. Inoltre, lavarsi bene le mani, che facilitano la diffusione dei microrganismi.


A cura di Lucrezia Zaccaria
www.humanitassalute.it

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail
Abbonati alla rivista cartacea in spedizione postale

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


inverno malattie freddo batteri Italia a Tavola salute Alimentazione diete

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Caricamento...
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®