Allegrini
Ros Forniture Alberghiere
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
domenica 05 luglio 2020 | aggiornato alle 19:35| 66553 articoli in archivio
HOME     VINO     CONSORZI
di Riccardo La Palombara
di Riccardo La Palombara

L'arte nella Vernaccia Raggiunti vertici d’eccellenza

L'arte nella Vernaccia Raggiunti vertici d’eccellenza
L'arte nella Vernaccia Raggiunti vertici d’eccellenza
Pubblicato il 21 febbraio 2012 | 18:41

Più di 60 gli operatori internazionali ospiti all'anteprima della Vernaccia di San Gimignano, provenienti da tutto il mondo. Grande successo di pubblico e molta soddisfazione per il Consorzio. Letizia Cesani, presidente della Denominazione San Gimignano ci racconta un prodotto eccellente



Due giorni, 19 e 20 febbraio, per la settima edizione dell'anteprima della Vernaccia di San Gimignano. Nelle sale del museo di Arte moderna e contemporanea De Grada, in provincia di Siena, si sono riuniti trentasei produttori del Consorzio della denominazione San Gimignano, e hanno presentato le Vernacce che usciranno sul mercato nel corso del 2012 accanto a quelle delle annate precedenti.

Foto di Antonio VollarioPiù di sessanta gli operatori internazionali ospiti del Consorzio, provenienti da tutto il mondo e un grande successo di pubblico, forse anche grazie alla scelta di lasciare l'ingresso libero e gratuito per il consumatore finale nella giornata di domenica.

I vini base dell'annata 2011 hanno confermato le aspettative dei giorni della vendemmia: il fresco della seconda parte di luglio e dei primi giorni di agosto, oltre all'elevata escursione termica, hanno favorito la maturazione fenolica e zuccherina, preservato il bagaglio aromatico e garantito un perfetto stato sanitario delle uve, che hanno prodotto vini equilibrati, con buona struttura e gradazione alcolica.

Stesse caratteristiche che si sono riscontrate nelle Selezioni dell'annata, vini che a seconda delle scelte aziendali sono dei veri e propri cru oppure prodotti da uve selezionate provenienti da vigneti diversi.

Per quanto riguarda la tipologia Riserva, per la quale il disciplinare di produzione prevede un affinamento minimo in cantina e bottiglia di 13 mesi prima di uscire sul mercato, è stata presentata l'annata 2010; molte aziende però preferiscono però un periodo più lungo di affinamento, tanto che hanno presentato Vernacce Riserva delle annate 2009, 2008 e 2006.

Oltre alle anteprime, ai banchi di assaggio dei produttori si sono degustati anche vini già in commercio, che hanno fatto scoprire al pubblico l'evoluzione nel tempo di questo atipico vino bianco, che si comporta come un rosso: l'affinamento in bottiglia regala alla Vernaccia di San Gimignano mineralità e struttura, note sapide e torbate. Caratteristica che rende la Vernaccia di San Gimignano un ottimo vino a tutto pasto, che a seconda della tipologia può accompagnare piatti a base di pesce e verdure, ma anche secondi di carne bianca, dagli animali da cortile al maiale.

Letizia CesaniIn questa occasione abbiamo intervistato il presidente della Denominazione San Gimignano, Letizia Cesani (nella foto).

Cos'è cambiato in questi ultimi anni per questo vino bianco simbolo della Toscana?
«è cambiato molto. Sembra quasi un paradosso perché in fondo è un vino antico che può sembrare uguale a se stesso anno dopo anno. Nella realtà produttiva si è acquisita una maggiore consapevolezza, c'è stata una crescita culturale che ha consentito di raggiungere vertici d'eccellenza»

Sul piano tecnico si è notata una maggiore unità di stile. Cosa ha fatto il Consorzio per questo?
 «Una delle missioni del Consorzio è stata quella di rendere la denominazione facilmente riconoscibile, con un'identità chiara. Questo non significa un unico metodo di vinificazione, perché la complessità delle vernacce è anche una ricchezza; il nostro è stato una lavoro di ricerca dei cloni di vernaccia, con una selezione che puntasse al raggiungimento della massima qualità. Così sono stati puliti i vigneti. Poi è stato fatto un grande lavoro sulla degustazione, in modo da evitare personalizzazioni eccessive»

E sul piano dei numeri come possiamo sintetizzare attualmente la produzione?
«Il lavoro è andato molto bene, perché non abbiamo perso un ettaro di vigneto su 900. Cinque milioni sono le bottiglie di vino ogni anno e le giacenze sono pari a zero. La domanda di vernaccia è in aumento, quindi forse la strada intrapresa è quella giusta in un periodo di crisi»

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail
Abbonati alla rivista cartacea in spedizione postale

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


vernaccia anteprima cesani Italia a Tavola Enonews consorzio

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Sky
Sofidel Papernet
Allegrini
Caricamento...
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®