Ros Forniture Alberghiere
Pentole Agnelli
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
giovedì 12 dicembre 2019 | aggiornato alle 07:52| 62518 articoli in archivio
Ros Forniture Alberghiere
Pentole Agnelli
HOME     LOCALI     ENOTECHE
di Mariella Morosi
Mariella Morosi
Mariella Morosi
di Mariella Morosi

Enoteca regionale Palatium
Tutto il buono del Lazio

Enoteca regionale Palatium Tutto il buono del Lazio
Enoteca regionale Palatium Tutto il buono del Lazio
Pubblicato il 07 ottobre 2012 | 17:27

Palatium, l'enoteca regionale del Lazio, non ha fini di lucro, e questo si traduce per il cliente in un ottimo rapporto qualità-prezzo altrove inarrivabile. Nella grande cucina a vista c’è Dario Tornatore. L'obiettivo è far conoscere il patrimonio enogastronomico delle sue cinque province

Accogliente e luminoso, Palatium, l'Enoteca regionale del Lazio è il posto ideale per gustare tutto il buono della regione. Far conoscere il patrimonio enogastronomico delle sue cinque province è proprio la mission di questo locale giovane, l'unico gestito da una pubblica amministrazione.

Non ha fini di lucro, e questo si traduce per il cliente in un ottimo rapporto qualità-prezzo altrove inarrivabile. Nella grande cucina a vista c'è Dario Tornatore (nella foto) che dopo una lunga formazione londinese si è lanciato senza rete in una sfida ambiziosa: creare armonie gustative e innovative con un serbatoio di materie prime di piccole produzioni, espressioni di territori e culture diverse, senza snaturarne l'identità. Già appena seduti a tavola, quanto arriva il tagliere di salumi e formaggi, si comprende come il ristorante sia stato pensato progettualmente come un palcoscenico conoscitivo: Coppa di testa e salsiccia al coriandolo di Monte San Biagio, Spianata romana e Susianella di Viterbo al fegato, Gran cacio di Morolo al latte vaccino e cacioricotta di capra, Pecorino di Picinisco e Cacio di pecora in foglia di noce.

Selezioni accurate che Tornatore fa insieme a Paolo Latini, storico del cibo ma anche talent scout di produttori virtuosi. Si cerca la qualità, si recuperano ricette dimenticate, si confrontano le diverse annate di stagionatura dei pecorini, si degustano grandi vini di piccole cantine. Fresco di stampa il menu d'autunno: ci sono i classici della cucina giudaico romanesca, dal Cacio e pepe alla Carbonara, ma in tutti è riconoscibile il modo di fare cucina di questo giovane chef che toglie più che aggiungere, che bilancia accostamenti e che esalta un piatto della tradizione anche con tre soli ingredienti, impegnato nella doppia sfida di seguire il suo istinto e salvaguardare sapori e profumi di un prodotto prezioso nella sua unicità.

New entry del menu d'autunno sono autentiche sorprese: piatti della memoria sconosciuti anche agli appassionati della tradizione a tavola come la Tiella di Gaeta, una torta rustica con polpo, cozze olive che in marinai si portavano in mare, oppure il Tordo Matto, un involtino di carne di cavallo ripieno di aglio, lardo e prezzemolo. Un piatto classico, la Minestra con l'arzilla, diventa nelle mani dello chef rotonda e da mordere, una specie di supplì in cui il pesce viene amalgamato al broccolo, mentre la coratella d'abbacchio diventa un paté, da gustare come il nobile foie gras con vino dolce. In questo caso è perfetto il Cannellino di Frascati, un vino recuperato alle osterie dei Castelli Romani. A proposito di abbacchio il classicissimo scottadito si ricopre di una dorata crosta croccante alle nocciole di Viterbo e con una leggera salsa di pecorino diventa un piatto gourmet.

Dario Tornatore«Non mi aspettavo che ci fosse tanto sa scoprire in questi prodotti di piccolo e sapente artigianato, pensavo che la loro unicità mi limitasse, e invece è divenuta un punto di forza. è cresciuta la passione, la voglia di reinterpretare un alimento con scelte dinamiche con risultati che a volte sorprendono anche me».

Il menu di Palatium non è sterminato, come del resto la cantina che conta esclusivamente etichette regionali, bollicine comprese. Da Anzio arriva pesce freschissimo, soprattutto azzurro, come sgombri, alici e la delicata 'sciabola” ingiustamente trascurata. Cozze e vongole sono spesso abbinate ai legumi, nelle zuppe, così come si usava tra le popolazioni della costa. Da provare per antipasto i fritti alla romana, resi ancora più croccanti e leggeri da una pastella 'rubata” a Londra a Gordon Ramsey e di cui conserva il segreto.

Un'altra novità sono le Fettuccine al coniglio leprino di Palestrina, allevato brado, altra ricetta recuperata,e la matriciana al pomodoro crudo. Indimenticabile una porchetta -dentro un burro e fuori croccante- griffata Tornatore. I dolci sono quelli 'di casa”, dalla semplice ciambella al vino al Tiramisù al Giglio di Palestrina, una specie di leggerissimo savoiardo . L'ultima sorpresa è il conto, dopo un viaggio in questa regione che ha molto da offrire. Un pasto completo e abbondante non va oltre 35-40 euro e il ricarico dei vini è sorprendentemente modesto. Al calice si possono gustare 5 rossi e 5 bianchi, tutti scelti con cura.


"Palatium", enoteca regionale del lazio
via Frattina, 94 - 00186 Roma
Tel 06 69202132
Giorno di chiusura: domenica.

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


talia a Tavola alimenti food bevande caffè birra distillati vino salute diete ristorazione aziende attrezzature ristoranti pizzerie bar enoteche hotel SPA agriturismi appuntamenti fiere turismo circoli libri stampa ricette oroscopo enogastronomia territorio ospitalità  horeca

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Caricamento...
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - Mail & Credits - Sitemap - Policy - © ® - Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch).
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - Mail & Credits - Sitemap - Policy - © ® - Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch).