Sofidel Papernet
Ros Forniture Alberghiere
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
lunedì 10 agosto 2020 | aggiornato alle 07:50| 67145 articoli in archivio
Allegrini
Ros Forniture Alberghiere
HOME     PROFESSIONI     PIZZAIOLI

Maria Teresa Bandera è presidente Apes
Nuovi programmi per i pizzaioli europei

Maria Teresa Bandera è presidente Apes
Nuovi programmi per i pizzaioli europei
Maria Teresa Bandera è presidente Apes Nuovi programmi per i pizzaioli europei
Pubblicato il 16 ottobre 2013 | 09:43

L’assemblea dei soci Apes ha nominato all’unanimità Maria Teresa Bandera, già segretario generale dell’associazione, nuovo presidente. Vittorino Coatti è vice presidente. Stabiliti anche i vari di programmi di formazione

Maria Teresa BanderaIl presidente Antonio Primiceri, ultimamente, diceva nei suoi discorsi: «Il risultato che volevo, l’ho ottenuto: il pizzaiolo ha ora una sua dignità professionale» e nessuno, di chi sapeva e aveva vissuto con lui quei tempi, osava contraddirlo. L’assemblea generale Apes ha deliberato ora la nomina di presidente a Maria Teresa Bandera (nella foto), che da sempre ha accompagnato Antonio Primiceri nel suo lavoro e con lui ha condiviso le varie scelte che hanno permesso ad entrambi di arrivare alle mete odierne di notorietà comunicativa. Vice presidente Vittorino Coatti, e nuovo segretario generale Monica Gradilone, già direttore dei corsi professionali dell’associazione.

L’assemblea ha altresì deliberato nuovi personaggi chiave per l’attività in programmazione:
- Referente per le dinamiche professionali: Alessandra Zerbin
- Referente Interculturale: Giorgio
- Associati Apes: Generoso Ferrara 
- Ricerca e Sviluppo: Luca Mantovani
- Referente per la Formazione: Enrico Pezza Referente
- Iniziative Speciali: Domenico Todisco Referente
- Iniziative Expo 2015: Giancarlo Pesenti

I nuovi programmi dell’Associazione:
  • Certificazione delle competenze nel percorso formativo per le pizzerie
  • Riconoscimento e certificazione di qualità per gli istruttori e formatori didattici Apes
  • Le Vie della Pizza: percorso virtuale dall’Italia e nel mondo
  • Pizza Pane e Pasta Fresca a San Paolo
  • Emigrazione e solidarietà
Alla fine degli anni '70, dopo gli anni dell’austerity, nel settore della ristorazione e dell’alta gastronomia, la pizzeria e il pizzaiolo erano raffigurati come i suoi parenti poveri. La stessa città di Napoli, da cui era partito nell’immaginario collettivo il grande marketing a favore della “pizza napoletana”, sembrava non dare spazio e valore, proprio in casa sua, a questa particolare figura professionale.

La fondazione dell’Associazione pizzaioli europei e sostenitori, nel 1981, fu un vero colpo di genio ad opera di uno sparuto gruppo di ristoratori che avevano avuto l’ardire di definirsi umilmente “pizzaioli”. Alcuni di loro erano pizzaioli emigrati all’estero (da cui la scelta di associazione europea). Il consiglio nominò Antonio Primiceri, presidente europeo e Luigi Mengozzi, presidente italiano.

Antonio, era sì figlio d’arte, suo padre era un apprezzato pizzaiolo dell’epoca, ma a questa arte aveva affiancato la sua passione di ragazzo curioso del mondo: scrivere! E divenne ben presto giornalista, conducendo e introducendo capillarmente l’associazione verso programmi di comunicazione mirata: giornali e televisioni parlarono del fenomeno pizza.

La famosa "Pattuglia Acrobatica" nacque dall’idea di un altro giornalista-scrittore, suo amico, Vincenzo Buonassisi, presidente dei Probiviri dell’Apes e si moltiplicarono i concorsi e i seminari sui tanti temi professionali che vedevano coinvolta questa categoria.

Risultato di questa “infiltrazione” capillare nel mondo? Aziende e industrie scoprirono ben presto la valenza economica della pizza e si fiondarono con entusiasmo verso nuovi tipi di produzioni alimentari, ma anche e soprattutto, verso attrezzature mirate, in modo da sostenere al meglio questa attività emergente che riscuoteva sempre più consensi entusiastici, sia presso i clienti, sia presso i consumatori.
 
Quando sorsero altre associazioni sull’onda di questo primo successo, i concorsi dei pizzaioli iniziarono a moltiplicarsi e Antonio Primiceri pensò bene di uscirne. Amava tutto ciò che era nuovo, inusitato, unico. Indirizzò quindi l’attività sociale verso un diverso modo di comunicare: in primo luogo la vera formazione professionale (che dovrebbe essere alla base di ogni mestiere), alla certificazione dell’attività, alla formazione formatori e infine allo stesso consumatore attraverso incontri mirati, non tanto alla mera degustazione di prodotto, ma alla conoscenza degli ingredienti, su una base salutistica, idonea e soprattutto consona alle moderne scelte dietetiche.

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail
Abbonati alla rivista cartacea in spedizione postale

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


Apes pizzaioli pizza Antonio Primiceri Maria Teresa Bandera

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Sky
Allegrini
Caricamento...
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®