Allegrini
Rational
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
martedì 14 luglio 2020 | aggiornato alle 19:09| 66723 articoli in archivio
Allegrini
Molino Quaglia
HOME     VINO     CONSORZI
di Guido Ricciarelli
Guido Ricciarelli
Guido Ricciarelli
di Guido Ricciarelli

Amarone 2010 in anteprima a Verona
«Molto buono con punte di eccellenza»

Amarone 2010 in anteprima a Verona
«Molto buono con punte di eccellenza»
Amarone 2010 in anteprima a Verona «Molto buono con punte di eccellenza»
Pubblicato il 27 gennaio 2014 | 18:31

Giudizi positivi sull’annata 2010 del vino veneto, che sono però passati in secondo piano rispetto alla questione più centrale della contrapposizione tra Famiglie e Consorzio dell’Amarone sulla modifica del disciplinare

Una vigilia, quella dell’Anteprima Amarone 2010, accompagnata dalle fibrillazioni interne con la Regione Veneto chiamata a comporre il contradditorio tra i 12 produttori associati nelle Famiglie dell’Amarone e il Consorzio per la Tutela dei Vini della Valpolicella. In ballo la modifica del comma 2 dell’articolo 4 del disciplinare relativa all’ampliamento della zona di produzione anche in terreni di pianura o di fondovalle che costituirebbe, di fatto, un aumento del 30% della superficie idonea per la produzione di Amarone.

La questione resta sullo sfondo durante il convegno che ha dato il via all’Anteprima, scandito dagli interventi di Christian Marchesini (presidente del Consorzio di Tutela), Olga Bussinello (direttore) e Daniele Accordini (vicepresidente) con la moderazione, a tratti provocatoria, di Sebastiano Barisoni. Per il presidente l’approvazione delle modifiche al disciplinare potrebbe favorire un’azione di riequilibrio fra Amarone, Valpolicella Superiore e Ripasso, posto che in pochi anni si è passati da 8 a 13,5 milioni di bottiglie di Amarone prodotte senza, peraltro, particolari problemi di invenduto. Rilanciate anche questioni cruciali come quelle dell’ambiente e della sostenibilità, ferma restando la necessità di puntare sempre più sull’estero come mercato di sbocco per vini che fanno già adesso dell’export il punto di forza.

Molto centrate le relazioni di Olga Bussinello e Daniele Accordini, tese a valorizzare l’intensificazione degli sforzi in termini di comunicazione, che passano dalla presentazione del nuovo marchio-logo (una fusione tra la V di Valpolicella e vino, stilizzata a forma di tralcio di vite, la C di Consorzio e cura e la T di territorio) alla descrizione delle caratteristiche della vendemmia 2010 calate sulle singole vallate. La narrazione dei tratti comuni e degli elementi distintivi, la via maestra per definire concretamente un territorio.

Più complicata la percezione nel bicchiere di quello che si presenta come il primo millesimo a marchio Docg. «Molto buono/ottimo con punte di eccellenza», secondo il panel consortile, e certamente sfaccettato nelle risultanze della degustazione partita solo a convegno chiuso. La preponderanza dei campioni di botte suggerisce prudenza. Vini meno sdolcinati e muscolari, più freschi e sostenuti dall’acidità (questa l’impressione generale) potrebbero giovare alla causa di una tipologia capace, nelle migliori espressioni, di una longevità straordinaria. Provare per credere l’Amarone 1960 di Bertani.

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail
Abbonati alla rivista cartacea in spedizione postale

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


anteprima annata 2010 Amarone Valpolicella vino Veneto Famiglie dell Amarone Consorzio disciplinare

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Sky
Sofidel Papernet
Allegrini
Caricamento...
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®