Ros Forniture Alberghiere
Pentole Agnelli
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
venerdì 13 dicembre 2019 | aggiornato alle 15:11| 62553 articoli in archivio
Ros Forniture Alberghiere
Pentole Agnelli
HOME     PROFESSIONI     CUOCHI
di Mariella Morosi
Mariella Morosi
Mariella Morosi
di Mariella Morosi

Imaf Chefs' Cup, a Roma la prima tappa
con le ricette di Caceres e Monosilio

Imaf Chefs' Cup, a Roma la prima tappa
con le ricette di Caceres e Monosilio
Imaf Chefs' Cup, a Roma la prima tappa con le ricette di Caceres e Monosilio
Pubblicato il 31 gennaio 2014 | 14:49

Roy Caceres e Luciano Monosilio sono stati i cuochi protagonisti della prima tappa dell'Imaf Chefs' Cup 2014, a Roma. “L’Oca in viaggio intorno al mondo” e la “Patata, burrata e anguilla” i piatti presentati

È il cinema, la settima arte, a ispirare la competizione di chef stellati articolata in 9 tappe, in altrettante città d’Italia, e che porterà all’assegnazione a Los Angeles dell’Imaf Chefs' Cup. L’iniziativa, affiancata tra gli altri da Caffè Kimbo, è organizzata da Eatart, l'associazione no profit con la mission di promuovere talenti artistici della cultura e dell’enogastronomia.

da sinistra: Luciano Monosilio e Roy Caceres
Nella foto, da sinistra: Luciano Monosilio e Roy Caceres

L’avvio di questa seconda edizione è avvenuto a Roma, in un luogo immortalato da Sorrentino ne “La grande Bellezza”: il ristorante con vista L’Olimpo dell’Hotel Bernini Bristol. Due giovani chef stellati, Roy Caceres di Metamorfosi e Luciano Monosilio di Pipero al Rex, tra i più apprezzati della capitale, si sono esibiti in un cooking show di coppia, ma la sfida non è stata tra di loro. Hanno infatti lavorato affiancati, ma ognuno con una ricetta diversa, ispirandosi al film “ll giro del mondo in 80 giorni” tratto dal romanzo di Julius Verne.

A giudicare i loro piatti, “L’Oca in viaggio intorno al mondo” (Caceres) e la “Patata, burrata e anguilla” (Monosilio) sono state due qualificate giurie. La prima, tecnica, composta dai giornalisti enogastronomici Alessandra Moneti, Franco Cuono e Luca Zanini e l’altra, una sorta di comitato garante che seguirà tutte le altre tappe, dalla scrittrice Rossella Canevari, ideatrice del format dell’Imaf Chefs' Cup, da Simona Luciani di Sina Hotels e da Sergio Di Sabato, direttore commerciale di Caffè do Brasil della Kimbo.

Roy Caceres e Luciano Monosilio hanno incassato non notevole gradimento con buone speranze di volare a Los Angeles per la finalissima, quando l’Imaf Chefs' Cup sarà assegnata ai due cuochi finalisti che si sfiderano one-to-one. Nella ricetta dell’oca c’era veramente il giro del mondo: dalle fish and chips di Londra alla erbe del Mediterraneo, dalle spezie d’oriente al mais americano rappresentato da un chicco di pop corn.

Il tutto unito nel piatto a corona, rotonda come il mondo. Altrettanto universale il prodotto scelto da Monosilio: la patata, perché cresce dovunque e a qualsiasi altitudine. E l’anguilla, misteriosa creatura del mare che nasce nel Mar dei Sargassi percorre migliaia di km per arrivare dovunque. Più che incoraggiante il giudizio dei giurati: 15/20 per la bellezza del piatto, 19/20 per la coerenza col tema, 16/20 per la complicità di ruolo e 12/20 per il costo della ricetta (Caceres aveva indicato in 6 euro la porzione il prezzo della sua Oca, e Monosilio 5 quello della Patata).

I due chef sono stati affiancati per il resto del menu-degustazione, servito in questa prima serata, da Michele Simioli, talentuoso resident chef dell’Olimpo del Bernini Bristol, che ha firmato due primi apprezzatissimi: il Raviolo di coda di bue con vellutata di sedano ed essenza di cacao amaro e Riccioli di kamut con carciofi, pancetta senese e vela di pecorino. I vini erano delle Cantine Ceci. L’evento romano era aperto al pubblico, così come lo saranno le altre tappe: Firenze, Parma, Milano, Perugia, Venezia, Viareggio, Romano Canaverse (To) e infine, il 17 aprile, Napoli.

Tutti si svolgeranno nei ristoranti della prestigiosa catena Sina Hotels e ad affiancare gli sfidanti ai fornelli saranno sempre i resident chef. Sedici gli altri stellati che si sfideranno: tanto per citarne qualcuno, Igles Corelli, Felice Sgarra, Angelo Troiani, Giulio Terrinoni, Marianna Vitale. Ferrarelle è l’acqua ufficiale degli eventi, mentre Kimbo collabora per la prima volta all’Imaf Chef's Cup.

«Siamo orgogliosi di essere partner di questa iniziativa - ha detto Sergio Di Sabato della Kimbo - perché questi chef stellati rappresentano l’eccellenza della cultura gastronomica del nostro Paese. Col nostro caffè mettiamo a disposizione tutta la nostra esperienza e maestria, interpretando la specificità dell’espresso italiano, l’unicità del suo sapore e l’autenticità della sua lunga tradizione».

Il prodotto di questa azienda affermata nel settore da oltre mezzo secolo è stato molto apprezzato in tutte le sue declinazioni: espresso, decaffeinato, macchiato, con panna, al cioccolato e al caramello, ma soprattutto a conquistare tutti è stato il dolcissimo Kimboom al caffè, una vera bomba pronta a scoppiare. Si trattava di cioccolato ripiena di squisita mousse al mascarpone e al caffè con tanto di miccia di liquirizia e fiamme di gelatina di lamponi.

Anche in questo caso è stato un famoso film ad ispirare i pasticcieri Giulia Steffanina e Sandro Masci di Le Chef Blancs: “Qualcuno sta uccidendo i più grandi cuochi d’Europa” con Jaqueline Bisset. Non solo, è venuto Roma e seguirà tutte le altre tappe il barman napoletano Carmine Castellano, il guru del caffè Kimbo, in grado di interpretarlo in 42 versioni e di proporlo in infiniti cocktail alcolici e analcolici. Non a caso ha ottenuto 3.912 voti nel sondaggio di Italia a Tavola sul Personaggi dell’anno 2013 dell’enogastronomia e della ristorazione nella categoria Barman, piazzandosi al settimo posto.

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


Roy Caceres Luciano Monosilio Imaf Chefs Cup chef Roma

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Caricamento...
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - Mail & Credits - Sitemap - Policy - © ® - Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch).
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - Mail & Credits - Sitemap - Policy - © ® - Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch).