Sofidel Papernet
Molino Quaglia
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
giovedì 06 agosto 2020 | aggiornato alle 14:28| 67109 articoli in archivio
Sofidel Papernet
Ros Forniture Alberghiere
HOME     OLIO     CONCORSI
di Mariella Morosi
Mariella Morosi
Mariella Morosi
di Mariella Morosi

Ercole Olivario 2014, 98 finalisti
Lazio, Puglia e Umbria in testa

Ercole Olivario 2014, 98 finalisti 
Lazio, Puglia e Umbria in testa
Ercole Olivario 2014, 98 finalisti Lazio, Puglia e Umbria in testa
Pubblicato il 20 marzo 2014 | 18:18

Al via la 22ª edizione di Ercole Olivario, il concorso nazionale che premia i migliori extravergini italiani della campagna olivicola 2013-14. Sandali (Unaprol): Sarà premiata l’alta qualità della biodiversità italiana

«È una sfida puntare alla qualità del nostro extravergine, prodotto simbolo su cui l’Italia deve contare. Ma intorno deve esserci un sistema, determinante per la nostra ripresa economica, che comprenda cultura, agroalimentare e turismo». Lo ha detto la vicepresidente del Senato, Linda Lanzillotta (nella foto), alla presentazione del concorso nazionale Ercole Olivario 2014, che premia i migliori extravergini di oliva italiani prodotti nella campagna olivicola 2013-2014.

All’evento sono intervenuti il presidente di Unioncamere, Ferruccio Dardanello (nella foto, a destra), quello del comitato promotore del premio e della Camera di Commercio di Perugia, Giorgio Mercaroni (nella foto, a sinistra), e i rappresentanti dei consorzi Cno, Unaprol e Unasco. Ha coordinato il dibattito Michele Bungaro, che ha sottolineato come proprio al Senato cominciò la battaglia di alcuni parlamentari, tra cui Colomba Mongiello, che portò alla rapida approvazione della cosiddetta “legge salva olio” per arginare le contraffazioni e con regole più severe per l’etichettatura.

da sinistra: Giorgio Mencaroni, Linda Lanzillotta e Ferruccio Dardanello
Nella foto, da sinistra: Giorgio Mencaroni, Linda Lanzillotta e Ferruccio Dardanello

L’Ercole Olivario, giunto alla sua 22ª edizione, è considerato il riconoscimento più autorevole per le severe procedure di selezione che premiano solo la qualità della qualità di 16 regioni tra le più vocate. Lazio, Puglia e Umbria sono quest’anno in cima alla lista di adesioni, che vede un totale di 98 finalisti e 251 etichette iscritte, con la possibilità di partecipare a due diverse categorie: oli extravergine e extravergine Dop e Igp, per le classiche tipologie Fruttato Leggero, Medio e Intenso.

«Da sempre punto di riferimento per l’olivicoltura italiana di qualità - ha detto Giorgio Mercaroni del Comitato Organizzatore - l’Ercole Olivario è attento anche al settore biologico e prevede l’assegnazione di un premio speciale per questa categoria, a cui si aggiunge quello per la migliore etichetta che si aggiudicherà l’Amphora Olearia e dal Premio Lekytos che quest’anno andrà ad un ristoratore danese».

Saranno premiate per il secondo anno anche le nuova aziende con il premio “Il coraggio di fare nuove imprese agricole”.

Per il direttore di Unaprol, Pietro Sandali, «l’olio extravergine di oliva italiano di alta qualità certificata è unico nel panorama dell’offerta mondiale perché fattori ambientali e varietali incidono sulla variabile chimica del frutto, determinandone una biodiversità non replicabile».

Nonostante debba difendersi da taroccamenti e recentemente anche da attacchi mediatici, il nostro extravergine sta conquistando sempre più spazio nei mercati internazionali. Coinvolta nella promozione anche la ristorazione italiana nel mondo.

«Non possiamo mettere in dubbio la nostra credibilità - ha detto Ferruccio Dardanello di Unioncamere - e l’olio entra da protagonista nel grande progetto che stiamo organizzando all’estero per i tanti prodotti di eccellenza di cui l’Italia ha la leadership. Ai ristoratori aderenti abbiamo chiesto che almeno il 30% dei prodotti in cambusa siano davvero made in Italy».

In Italia vi sono un milione di imprese agricole, e la coltura dell’olivo è diffusa in quasi tutte le regioni. Il patrimonio olivicolo conta 250 milioni di piante con oltre 350 varietà diverse. Sono 42 le denominazioni di origine protetta con una produzione di quasi 500mila tonnellate. Per ragioni climatiche l’ultima campagna ha segnato un -8% soprattutto per la scarsa resa, ma la qualità è stata eccellente.

La cerimonia conclusiva dell’Ercole Olivario si svolgerà il 28 marzo a Perugia con un convegno, coordinato da Marco Oreggia della Guida Flos Olei, a cui parteciperanno Stefano Carboni, Giuliani De Risi, Alessandro Scorsone e Oliviero Toscani. Premiazione il 29 marzo al Teatro Caio Melisso di Spoleto.

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail
Abbonati alla rivista cartacea in spedizione postale

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


Ercole Olivario olio extravergine concorso oleario

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Sky
Allegrini
Caricamento...
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®