Sofidel Papernet
Molino Quaglia
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
mercoledì 08 luglio 2020 | aggiornato alle 16:52| 66610 articoli in archivio
Allegrini
Rational
HOME     SALUTE     STILE DI VITA

Più pasti in famiglia, arma efficace
per combattere il bullismo giovanile

Più pasti in famiglia, arma efficace 
per combattere il bullismo giovanile
Più pasti in famiglia, arma efficace per combattere il bullismo giovanile
Primo Piano del 03 settembre 2014 | 16:43

Che sia in casa o al ristorante, pranzare o cenare in famiglia può contribuire a migliorare la salute mentale degli adolescenti, e renderli capaci di costruire una sorta di scudo contro gli effetti del bullismo sul web. Il contatto sociale, il sostegno e la comunicazione che si sperimentano durante i pasti in famiglia sono fondamentali

Cenare regolarmente in famiglia, in casa come al ristorante, può contribuire a migliorare la salute mentale degli adolescenti, aiutando ad affrontare il problema del bullismo. I giovani che si trovano a fare i conti con l’adolescenza hanno bisogno del supporto della famiglia, che ha un ruolo fondamentale nella formazione di un futuro adulto, chiamato ad affrontare una società a volte dura. Perciò è necessario che i nostri giovani crescano in un ambiente rilassato e in cui il dialogo familiare sia una costante, e quale occasione migliore se non durante i pasti per confidarsi e raccontarsi a vicenda la propria giornata?



In casa l‘atmosfera è di certo calda e informale, ma nulla impedisce che anche pranzare o cenare al ristorante con la famiglia possa essere un buona occasione per rinsaldare il rapporto genitori-figli, permettendo ai primi di essere aggiornati sullo stato d’animo dei figli, e ai secondi di sentirsi più liberi di esprimere ansie, timori o dubbi. Senza considerare che l’offerta gastronomica è talmente varia che basta poco per incuriosire i giovani proponendo un buon pasto ogni volta in un ristorante diverso, tipico, etnico, specializzato in carne o pesce.
 
Secondo uno studio della McGill University, pubblicato sulla rivista Jama Pediatrics, il contatto sociale, il sostegno e la comunicazione che si sperimentano durante i pasti in famiglia potrebbero aiutare gli adolescenti a costruire una sorta di scudo contro il bullismo online. Per arrivare a queste conclusioni gli studiosi hanno intervistato oltre 20mila adolescenti, misurando l'esposizione al bullismo online e a quello “faccia a faccia”. Inoltre hanno indagato sull'eventuale presenza di altri problemi di salute mentale, come depressione, ansia, uso di sostanze, autolesionismo, pensieri suicidi e tentati suicidi.

I ricercatori hanno anche raccolto informazioni su come gli adolescenti cenano regolarmente con la loro famiglia. Gli adolescenti che hanno sperimentato il cyberbullismo avevano il 2,6-4,5 volte di probabilità in più di soffrire di problemi emotivi, comportamentali e di uso di sostanze rispetto a coloro che hanno sperimentato il bullismo tradizionale.

Questi problemi sono risultati più comuni tra gli adolescenti che hanno cenato meno in famiglia, il che suggerisce che il contatto con la famiglia riduce alcuni degli effetti sconvolgenti del cyberbullismo. «I risultati sono promettenti - hanno detto i ricercatori - ma non vogliamo semplificare eccessivamente quello che abbiamo osservato. Molti adolescenti non fanno regolari pasti in famiglia, ma ricevono un sostegno in altri modi».

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail
Abbonati alla rivista cartacea in spedizione postale

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


adolescenza bullismo pranzo in famiglia ristorante

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Sky
Sofidel Papernet
Allegrini
Caricamento...
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®