Ros Forniture Alberghiere
Pentole Agnelli
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
martedì 21 gennaio 2020 | aggiornato alle 13:25| 63034 articoli in archivio
Ros Forniture Alberghiere
Pentole Agnelli
HOME     VINO     CONSORZI

Indagine sul Bardolino tra i consumatori: denominazione ben identificata con l’area del Garda

Indagine sul Bardolino tra i consumatori: denominazione ben identificata con l’area del Garda
Indagine sul Bardolino tra i consumatori: denominazione ben identificata con l’area del Garda
Pubblicato il 19 settembre 2008 | 00:00
Una denominazione conosciuta, che si identifica perfettamente con la propria zona di produzione, che offre bottiglie perfette per la tavola e facilmente reperibili sul mercato, ma che ha anche bisogno di svecchiare la propria immagine: è questo in estrema sintesi il ritratto del Bardolino offerta dai 2mila consumatori intervistati per conto del Consorzio di tutela del Bardolino tra fine giugno e metà luglio dalla società di  ricerche Dinamiche sul lago di Garda, a Verona, a Milano e in altre località del centro-nord. «Abbiamo voluto approfondire quale sia l'opinione dei nostri clienti attuali e potenziali nei mercati di sbocco dell'area di produzione e dell'Italia settentrionale», dice il presidente del Consorzio del Bardolino Giorgio Tommasi, «per trarne preziose indicazioni su quali siano le prospettive dei nostri vini e indirizzare di conseguenza la nostra azione».

L'inchiesta ha interessato sia il mondo dei consumatori che quello della ristorazione e dei buyer della grande distribuzione: ora il consorzio si accinge a rendere pubblica la prima parte della ricerca, quella appunto focalizzata sui privati, la mattina di sabato 27 settembre, alle 10.45 presso la sala consiliare del Comune di Castelnuovo del Garda (Vr), con un convegno organizzato in collaborazione con l'amministrazione comunale e la pro loco di Castelnuovo nell'ambito della locale Festa dell'uva. 'Dicono di noi: il Bardolino nell'opinione dei consumatori di Verona e del nord Italia” è il titolo dell'incontro, che vedrà protagonisti, accanto al presidente del Consorzio del Bardolino, il dottor Bruno Berni, di Dinamiche, una della maggiori società di ricerca italiane, il sindaco di Castelnuovo, Maurizio Bernardi, e l'onorevole Giampaolo Fogliardi, membro della commissione finanze della Camera, mentre farà da moderatore il giornalista Angelo Peretti.

Sono stati dunque ben 2mila i consumatori intervistati da Dinamiche per capirne di più sul Bardolino, un campione rappresentativo della popolazione di età compresa fra i 25 e i 65 anni, quasi equamente suddiviso fra uomini e donne, e così distribuito: 500 a Verona, 500 nella zona del lago di Garda, 400 a Milano e 600 nel centro-nord, privilegiando le grandi città. La frequenza media di consumo di vino da parte degli intervistati è risultata essere di 4-5 volte la settimana a casa e di una volta la settimana al ristorante, ed è soprattutto a cena che si stappa la bottiglia, sia nella propria abitazione (76% dei casi) che in trattoria (83%). Il supermercato è il luogo d'acquisto del vino per il 43% dei consumatori, e il 38% degli intervistati si porta a casa una bottiglia preferibilmente se la trova in commercio fra i 3 ed i 5 euro. Il 48% degli intervistati che amano bere un bicchiere di vino ha dimostrato di conoscere almeno una delle tipologie della Doc del Bardolino (il dato è ovviamente più alto sul lago, ma anche a Milano l'indice di conoscenza sfiora il 30%).

La popolarità maggiore spetta alla classica versione rossa d'annata, ma il Chiaretto, la tipologia rosé del Bardolino, sta crescendo parecchio in reputazione, soprattutto fra il pubblico femminile, che tende a privilegiarla anche come aperitivo. I punti di forza del Bardolino sono la sua identificazione con l'area del Garda (lo colloca perfettamente quasi il 78% degli intervistati, un dato altissimo, che si conferma anche sulla piazza di Milano, dove sfiora il 55%), la sua identità di vino da gustare in compagnia, la facile bevibilità, l'abbinabilità col cibo, mentre secondo gli intervistati la denominazione sembra essere carente soprattutto in termini di modernità e di adesione alla moda. Emerge una forte domanda di approfondimento delle caratteristiche della Doc del Bardolino: il consumatore chiede al Consorzio di investire maggiormente in comunicazione, di effettuare più degustazioni, anche nei supermercati, di promuovere iniziative enogastronomiche coinvolgendo il settore della ristorazione, di legare meglio il vino a percorsi culturali e turistici. La seconda parte dell'indagine, quella rivolta ai ristoratori dell'area di Verona e del lago di Garda, verrà presentata la mattina di sabato 4 ottobre a Bardolino.

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


talia a Tavola alimenti food bevande caffè birra distillati vino salute diete ristorazione aziende attrezzature ristoranti pizzerie bar enoteche hotel SPA agriturismi appuntamenti fiere turismo circoli libri stampa ricette oroscopo enogastronomia territorio ospitalità  horeca

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Caricamento...
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - Mail & Credits - Sitemap - Policy - © ® - Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch).
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - Mail & Credits - Sitemap - Policy - © ® - Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch).