Rotari
Pentole Agnelli
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
lunedì 30 marzo 2020 | aggiornato alle 18:05| 64465 articoli in archivio
Rotari
Rational
HOME     TURISMO     TERRITORIO

Altamarca, ancora più in prima linea per il turismo veneto

Altamarca, ancora più in prima linea per il turismo veneto
Altamarca, ancora più in prima linea per il turismo veneto
Pubblicato il 01 novembre 2008 | 15:00

Altamarca, l'associazione di 100 soci fra spumantisti, enti pubblici, strutture ricettive e ristorazione e tempo libero si è riunita in consiglio. Piace il progetto di marketing di attrazione territoriale e sviluppo. Il recente Consiglio direttivo, riunito in Villa dei Cedri per valutare il bilancio economico della associazione e il resoconto del Forum Spumanti 2008, ha anche affrontato temi importanti e il programma dell'edizione del 2009 con novità interessanti. A luglio l'assemblea generale dei soci aveva modificato lo statuto sociale per adeguarlo ai nuovi progetti e alle nuove strategie: un primo restyling in previsione del cambio più sostanzioso previsto per fine anno.
Il Cda ha sottolineato come la partnership di UniCredit Group sia stata fondamentale per modificare i programmi 2008 del Forum e come l'ingresso di una istituzione bancaria internazionale contribuirà ancor più negli anni futuri ad uno sviluppo strategico di iniziative non solo in campo nazionale, ma sempre più all'estero. Un impegno che Altamarca si assume per gli obiettivi e scopi statutari e per le motivazioni che spinsero nel 2005 sia il consiglio del Comune di Valdobbiadene che il presidente della Camera di commercio Federico Tessari a volere un forte cambio di rotta nella programmazione con un evento più nazionale, più rivolto all'esterno chiedendo ad Altamarca e agli associati un impegno maggiore nella disponibilità di risorse, nella scelta di capacità manageriali forti ed indipendenti e di partner nuovi superpartes e sempre meno localizzati sul territorio.
Altamarca ha risposto al richiamo creando un evento Forum di rilievo nazionale, biglietto da visita di tutto il territorio trevigiano seppure con investimenti superiori, ma i frutti si vedono. Altamarca associazione, con il cambiamento iniziato a gennaio 2007, ha risposto anche in termini di novità istituzionale e operativa nel panorama consortile Trevigiano e Veneto assumendo una figura di struttura mista, polifunzionale, di ampio interesse territoriale, pronta ad essere artefice di eventi sul territorio come Primavera Prosecco Doc, Festival dell'Altamarca, mostre d'arte e cultura in Villa dei Cedri, convegni tecnici, mostre dei prodotti tipici e avviare rapporti e legami che devono ora trovare la concretezza sostanziale e politica.

Fuori dal territorio, Altamarca esporta il marchio Doc del Prosecco Conegliano Valdobbiadene, propone la tipica ristorazione dell'alta collina trevigiana al Vinitaly, presenta la propria ricettività a Salisburgo e Montecarlo e il Forum Spumanti risulta sinergico ai produttori di bollicine 'autent Floriano Zamboniche” – come sono definite dal Consorzio di tutela quelle del Prosecco Doc – e ai prodotti tipici, dai formaggi freschi e stagionati ai salumi e soppressa, dal miele ai legumi, dalle ricette alle carni, dai funghi all'olio extra vergine d'oliva.
Tutti temi affrontati nell'assemblea di Altamarca che ha approvato il bilancio consuntivo del 2007 con un importante risultato economico finanziario che da solidità e garanzie per il futuro ed ha approvato un bilancio preventivo 2008 proposto dal direttore Giampietro Comolli nel difficilissimo momento di cambio, di innovazione e di ampliamento delle forze e delle attività: «Siamo prossimi al centinaio di soci, diverse sono le categorie di rappresentanza, dal pubblico alle cantine, dalle strutture didattiche a quelle sportive, dai ristoratori agli albergatori, dai comitati a organizzatori di eventi. Ora le basi ci sono tutte per fare nella primavera 2009 un altro salto di qualità e di impegno con scelte trasparenti, nuovi progetti di interesse collettivo e un consiglio direttivo allargato a diverse forze e realmente rappresentativo dal Grappa al Consiglio».
«Questa – dice il vicepresidente dell'associazione Pietro Giorgio Davì - è l'Altamarca Trevigiana che tutti vogliamo, a cominciare dal comune di Valdobbiadene che, per anni, è stato l'unico ente pubblico e che ora chiama gli altri comuni a puntare su una soluzione, di sistema e collettiva, vincente. Valdobbiadene è l'origine, la storia, la sede dell'Altamarca mentre tutti insieme dobbiamo fare il futuro di un ampio territorio che molti aspetti in comune ed ha peculiarità diverse da altre aree della provincia di Treviso, ad iniziare dai prodotti tipici e doc e dal tipo d turista e di turismo».
«Lo sforzo operativo e direzionale recente – sottolinea Floriano Zambon, (nella foto) presidente di Altamarca – ha dato grandi risultati, passando da 30 a circa 100 soci, di diversa natura e con obiettivi diversi. Molti sono gli enti pubblici e le istituzioni che si accingono a far parte della compagine sociale, prova reale che una Altamarca rivolta a tutti i settori economici e turistici è condivisa e necessaria, anche per collaborare con entità deputate poi a proporre e diffondere in Italia e nel mondo i progetti e i prodotti dell'intera provincia di Treviso e con altri organismi settoriali e di ambiti collegati».

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


talia a Tavola alimenti food bevande caffè birra distillati vino salute diete ristorazione aziende attrezzature ristoranti pizzerie bar enoteche hotel SPA agriturismi appuntamenti fiere turismo circoli libri stampa ricette oroscopo enogastronomia territorio ospitalità  horeca

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Caricamento...
Edizioni Contatto Surl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES - Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). - © ®
Edizioni Contatto Surl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES - Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). - © ®