Rotari
Rational
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
domenica 05 aprile 2020 | aggiornato alle 02:42| 64629 articoli in archivio
Rotari
Rational
HOME     TURISMO     TERRITORIO

La Sicilia scommette sul turismo, volano per l'economia

La Sicilia scommette sul turismo, volano per l'economia
La Sicilia scommette sul turismo, volano per l'economia
Pubblicato il 08 gennaio 2009 | 15:00

Un vero patto per lo sviluppo, con una progettualità strategica e moderna in grado di proiettare la Sicilia verso il mare aperto della competizione internazionale. è quanto si augura il vicepresidente della Sicilia, Giambattista Bufardeci, (nella foto sotto al centro) che ha presentato il suo programma istituzionale volto a rilanciare l'isola siciliana nel segno del turismo.
La cornice scenografica è stata affidata e allestita dall'equipe di maitre specializzati nell'arte del flambage diretta da Sergio Manenti, socio Amira, Associazione maitre italiani ristoratori e albergatori. In tavola il Moscato di Siracusa delle aziende Pupillo, le creepes siracusane trattate alla fiamma, i semifreddi ai tipici aromi siciliani.
«In Sicilia sono tanti gli esempi di eccellenza - ha ricordato il vicepresidente - ma non possono e non debbono essere più solo degli esempi. Della rassegnazione e della tragicità dei Malavoglia non c'è più traccia nelle campagne siciliane. Gli imprenditori coraggiosi che ogni giorno competono con i mercati di mezzo pianeta abitano la campagne siciliane riarse dal sole. In molte parti di Sicilia, spesso, questa capacità di fare sistema ha funzionato frantumando secoli e secoli di individualismo distruttivo e cominciando a credere al tutti per uno. Dobbiamo partire da qui, rivoluzionando gli attuali rapporti istituzionali  e amministrativi organizzati su improprie supremazie, garantendo strumenti, azioni, rappresentanze per rispondere alle necessità di sistema delle comunità».
«Serve una forte azione di promozione condivisa in una visione strategica e integrata per la qualità dei servizi, la valorizzazione delle eccellenze, le specificità territoriali - ha aggiunto. Se questo avverrà, e deve avvenire, saremo all'altezza di una competizione che in Europa e nel Mediterraneo  già avviene e avverrà sempre più per sistemi e per progetti. Distinguendo e qualificando istituzioni e classe dirigente capaci di anticipare i problemi e di risolverli in un contesto programmatico, pianificatorio e progettuale. Un salto culturale da compiere presto».
 
Turismo, vero volano allo sviluppo del Mediterraneo
Il riferimento di Bufardeci riguarda il protocollo d'intesa per la conduzione a sistema del turismo siciliano siglato nell'ottobre 2008 tra il dipartimento del turismo della Presidenza del consiglio dei ministri e la regione siciliana. Il protocollo prevede la realizzazione di un polo form ativo regionale per l'eccellenza, investimenti per la mobilità turistica e la rete dei trasporti, il potenziamento di sistemi di ospitalità diffusa, la creazione di circuiti commerciali per l'extra ricettivo, l'incremento della dotazione tecnologica, interventi per i sistemi museali e culturali, sviluppo del turismo congressuale.
A dicembre si sono poi conclusi i lavori del tavolo tecnico per la legge di riforma del turismo. Il testo ora passa all'esame della giunta di governo.
Sempre in tema di turismo sono stati investiti 200 milioni di euro per infrastrutture alberghiere. Ammonta a oltre 200 milioni di euro la quantità di risorse impegnate per le infrastrutture alberghiere nel 2008. Le somme provengono dalla misura 4.19 dei fondi por 2000/07.

«Le scadenze dei prossimi mesi, dei prossimi anni richiedono partecipazione, scelte e percorsi condivisi - spiega Bufardeci. Gli interventi  non possono più fermarsi agli aspetti emergenziali e superficiali delle specifiche questioni che vengono di volta in volta al proscenio,  ma devono riguardare tutto il sistema regione e il sistema delle relazioni euromediterranee. Occorre da subito individuare i progetti e le linee di rilancio, le risorse finanziarie, gli investimenti, i soggetti pubblici e privati, definendo responsabilità e impegni di tutte le comunità nazionali, regionali, locali. Facendo sistema e collegando i territori, con regole moderne e funzionali che permettano a un popolo di talenti e di eccellenze, spesso soffocati, a creare civiltà e cultura del lavoro».
 
«Un grande ruolo strategico - conclude - sarà svolto dai fondi comunitari che non sono e non devono essere solo risorse finanziarie ma possono e devono essere metodo e regola per modernizzare la Sicilia e governare il suo sviluppo. Il P.o.Fesr 2007/2013 è l'ultimo appuntamento e anche l'ultima occasione.
è urgente a questo punto  una nuova riflessione sull'autonomia e un ulteriore adeguamento alla nuova fase politica e normativa, affrontando nella sua integrità l'impalcatura dell'organizzazione in un'ottica federalista e competitiva».


© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


talia a Tavola alimenti food bevande caffè birra distillati vino salute diete ristorazione aziende attrezzature ristoranti pizzerie bar enoteche hotel SPA agriturismi appuntamenti fiere turismo circoli libri stampa ricette oroscopo enogastronomia territorio ospitalità  horeca

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Caricamento...
Edizioni Contatto Surl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES - Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). - © ®
Edizioni Contatto Surl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES - Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). - © ®