Ros Forniture Alberghiere
Pentole Agnelli
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
mercoledì 11 dicembre 2019 | aggiornato alle 02:17| 62496 articoli in archivio
Ros Forniture Alberghiere
Rotari
HOME     BEVANDE     TENDENZE e MERCATO

Un Vinitaly di qualità per la Grappa Soddisfatti i produttori e le associazioni

Un Vinitaly di qualità per la Grappa Soddisfatti i produttori e le associazioni
Un Vinitaly di qualità per la Grappa Soddisfatti i produttori e le associazioni
Pubblicato il 06 aprile 2009 | 12:57

Anag e Istituto nazionale grappa sono soddisfatti dei risultati positivi del 43° Vinitaly. Lo sono anche gli stessi produttori che hanno constatato un aumento dell'attenzione da parte di operatori e consumatori. Le dichiarazioni dei diretti interessati

Bilancio positivo per il mondo della distillazione alla luce dei primi risultati della 43ª edizione del Vinitaly: presenti diversi produttori e l'Anag, l'Associazione nazionale assaggiatori di grappa. Un sodalizio, quest'ultimo che vuole insegnare l'arte del modo migliore per degustare un distillato, far capire la differenza tra i prodotti di una tipologia anzichè un'altra, saper assaggiare un prodotto alcolico senza "bere" e non eccedere mai verso una soluzione di quantità eludendo la qualità ed essere, non ultimo, un concreto aiuto ai distillatori che da sempre gli rimangono vicini. Silvano Facchinetti, presidente nazionale Anag, ha sottolineato l'importanza, per l'associazione, di essere presente al salone veronese al fianco di Rastal, l'azienda che ha creato il bicchiere dell'assaggiatore, presentando ed esponendo i vincitori dell'ultima edizione del concorso Acquaviti d'oro.

Grande soddisfazione anche da parte dei soci dell'Istituto Nazionale Grappa. Tra le numerose aziende aderenti all'istituto e presenti al Vinitaly è regnato il buonumore, grazie al notevole afflusso di pubblico che si è recato ai padiglioni nonostante la congiuntura economica non favorevole. In contrasto con le previsioni, infatti, l'affluenza alla fiera è stata di oltre 125.000 persone, un terzo dei quali provenienti dall'estero.
 
Anche il presidente dell'Istituto Cesare Mazzetti si dichiara soddisfatto: «L'interesse per la grappa da parte degli operatori e consumatori che hanno affollato il salone si è mantenuto apprezzabilmente, inaspettatamente alto. E non si può nemmeno parlare di una deviazione dei prodotti verso le fasce di prezzo più economiche: le grappe presentate dai distillatori che punteggiavano i vari padiglioni regionali fieristici facevano sfoggio di confezioni raffinate, di packaging preziosi e non lasciavano certo intendere che il loro prezzo fosse particolarmente aggressivo. Sarebbe forse interessante ricercare le ragioni di questo fenomeno: – continua il presidente -  alcuni direbbero forse che si tratta di una reazione alla crisi dilagante, di una piccola rivincita dei consumatori sulle proprie preoccupazioni. Credo però che quello che davvero interessa ai distillatori è la soddisfazione di vedere l'interesse verso i prodotti, e la certezza che i loro sforzi decennali su alambicchi, flussometri, caldaie e botti di rovere sono oggi premiati dalla affluenza di consumatori interessati, e di buyers che conoscono perfettamente la grappa, e che desiderano acquistarla».
 
Elvio Bonollo, Vice Presidente Ing, giudica più che positivo l'interesse verso il prodotto: «c'è una volontà di conoscere e capire le caratteristiche della grappa, e questo interesse lo abbiamo riscontrato soprattutto nei giovani. Nel momento in cui vengono guidati attraverso la degustazione olfattiva, e sorseggiano con attenzione al gusto, vengono educati ad un bere consapevole e con moderazione. Inoltre possiamo dire che i consumatori di questo Vinitaly hanno mostrato sempre più interesse alla contestualizzazione del prodotto al territorio creando un legame con la tradizione e il luogo di origine».
 
Della stessa opinione anche Giuseppe Bertagnolli, presidente dell'Istituto di tutela della grappa trentina, il quale ha riscontrato soprattutto un cambiamento nell'afflusso di clienti ed operatori: «La gente è più interessata – ha dichiarato – e ho notato con piacere che è cambiata la 'qualità” di chi visita gli stand. Per noi trentini che da 60 anni puntiamo a produrre e comunicare una grappa certificata di altissima qualità, questo elemento è  segno di una maggior attenzione del pubblico. La grappa, prodotto di nicchia da sempre,in questo periodo di 'crisi”  mantiene il suo status, diventando però un elemento importante agli occhi del consumatore, che oggi punta più alle caratteristiche organolettiche e qualitative rispetto ad un discorso di prezzi.»
 
Anche Alessandro Francoli delle Distillerie Francoli di Ghemme è soddisfatto dell'affluenza e della qualità dei visitatori di questo Vinitaly. «Abbiamo notato attenzione da parte di aziende ben strutturate, soprattutto di importatori esteri, che saranno pronte per una forte ripresa quando cesserà questo momento di crisi economica. A mio parere in questa edizione di sono stati meno visitatori orientali, ed ho riscontrato un interesse dei giovani verso le grappe invecchiate. Ciò dimostra una crescita culturale verso il prodotto e verso la tradizione della distilleria italiana».

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


talia a Tavola alimenti food bevande caffè birra distillati vino salute diete ristorazione aziende attrezzature ristoranti pizzerie bar enoteche hotel SPA agriturismi appuntamenti fiere turismo circoli libri stampa ricette oroscopo enogastronomia territorio ospitalità  horeca

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Caricamento...
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - Mail & Credits - Sitemap - Policy - © ® - Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch).
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - Mail & Credits - Sitemap - Policy - © ® - Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch).