Ros Forniture Alberghiere
Pentole Agnelli
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
mercoledì 23 ottobre 2019 | aggiornato alle 15:43| 61609 articoli in archivio
Ros Forniture Alberghiere
Feudo Arancio
HOME     BEVANDE     ACQUA e ANALCOLICI
di Gabriele Ancona
vicedirettore
Gabriele Ancona
Gabriele Ancona
di Gabriele Ancona

L'acqua microfiltrata
e il pensiero “avanti” di Niko Romito

L'acqua microfiltrata 
e il pensiero “avanti” di Niko Romito
L'acqua microfiltrata e il pensiero “avanti” di Niko Romito
Pubblicato il 27 marzo 2019 | 15:24

«La partnership tra l'Accademia e Acqua Alma nasce nel segno di valorizzare l’acqua nella formazione dei cuochi. È questione di consapevolezza». Lapidario Niko Romito.

Il contesto è stato l’incontro organizzato dal Gruppo Celli all’Acquario Civico di Milano per promuovere l’utilizzo dell’acqua microfiltrata come “ingrediente segreto” di un nuovo modello di consumo ecosostenibile

«Un cuoco - ha continuato Niko Romito - non può preoccuparsi solo di cucinare, ma deve guardare all’intero ecosistema della produzione e del consumo alimentare. E l’acqua è una parte vitale di questo ecosistema. Gli allievi di oggi sono i cuochi di domani».

All’evento hanno partecipato Mauro Gallavotti, ceo del Gruppo Celli, società presente nel settore degli erogatori d’acqua microfiltrata con il brand Acqua Alma dedicato all’universo Horeca; il cuoco Niko Romito con il quale Acqua Alma ha siglato una partnership della durata di 4 anni per l’utilizzo di erogatori sia nei laboratori dell’Accademia sia nei ristoranti del format Spazio; Ivan Stammelluti, specialista di innovazione e sostenibilità della società The European House-Ambrosetti; e Gianni Gurnari, consigliere scientifico dell’Associazione degustatori acque minerali (Adam).

Mauro Gallavotti, Niko Romito, Ivan Stammelluti e Gianni Gurnari (L'acqua microfiltrata e il pensiero avanti di Niko Romito)
Mauro Gallavotti, Niko Romito, Ivan Stammelluti e Gianni Gurnari

Ma Romito è andato oltre e, sottolineando l’esigenza di mettere in discussione i modelli di consumo classici a favore di nuove soluzioni ecosostenibili, ha dichiarato che anche «al Reale verrà servita, microfiltrata, l’acqua della sorgente Casadonna, acqua “espressa” che nasce in quota. Acqua con una narrazione. Nei miei locali ci sarà acqua di fonte microfiltrata e analizzata per comporre una scheda che racconti tipologie e valori. E in menu ci sarà la voce “servizio d’acqua” a prezzo bloccato. Un’operazione che vuole migliorare il futuro. Il cuoco interpreta un ruolo sociale importante: può lanciare messaggi forti e chiari».

Con un consumo pro capite di 206 litri all’anno, l’Italia è il primo Paese in Europa e il secondo al mondo per consumo di acqua in bottiglia. La straordinarietà del dato è evidente se confrontato alla media europea, di poco superiore ai 100 litri all’anno, e a quella mondiale (che include però anche Paesi a minor reddito rispetto all’Italia) inferiore ai 50 litri.

(L'acqua microfiltrata e il pensiero avanti di Niko Romito)

«Bere e utilizzare responsabilmente l’acqua, bene comune e risorsa insostituibile - ha sottolineato Mauro Gallavotti, ceo del Gruppo Celli leader globale nel settore degli impianti e accessori per la spillatura di bevande - significa fermarsi a riflettere sul suo valore e su come tutti noi, soprattutto chi opera nella ristorazione professionale, siamo chiamati a gestirla e consumarla in modo consapevole. Solo 1 bottiglia di plastica su 5 viene effettivamente riciclata».

Al fine di ricostruire le fasi storiche e le cause che hanno portato l’Italia a essere “un Paese in bottiglia”, The European House-Ambrosetti e il Gruppo Celli hanno realizzato un’indagine analitica del settore, denominata Splash. Lo studio ha coinvolto un campione significativo di consumatori invitandoli a esprimere un’opinione sui fattori che costituiscono il valore intrinseco e immateriale dell’acqua: sicurezza, piacevolezza, accessibilità e sostenibilità ambientale.

Niko Romito (L'acqua microfiltrata e il pensiero avanti di Niko Romito)
Niko Romito

Ciò che è emerso dall’analisi delle percezioni, dei dati di fatto e delle tendenze dei consumatori è da un lato l’incongruenza tra l’opinione dichiarata e il reale comportamento. Infatti risulta che considerate le diverse filiere di consumo dell’acqua - in bottiglia, di rete, chiosco pubblico - il consumatore attribuisca a quella di rete il valore più alto (grazie ai benefici generati dalla facilità di accesso e dalla sostenibilità ambientale), ma consumi a tutti gli effetti principalmente acqua imbottigliata. Dall’altro è però evidente che gli italiani sono sempre più sensibili al tema della sostenibilità e, consapevoli che il modello su cui si basa il consumo sia insostenibile, si stanno muovendo per eliminare le barriere che li dividono da un futuro responsabile.

L’acqua minerale in bottiglia rappresenta comunque un elemento dell’italian food e dell’italian way of life. Un must sulle tavole dei ristoranti esteri più rinomati. Lo dimostrano i valori dell’export (il 10% della produzione) in crescita nel periodo 2010-2016 del 35% a volume e del 60% a valore. Una performance che ha collocato l’Italia, insieme alla Francia, a essere il principale Paese esportatore di acqua minerale al mondo.

Per informazioni:
www.celli.com
www.acquaalma.com
www.nikoromito.com

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


acqua analcolico iat italiaatavola acqua microfiltrata Gruppo Celli Niko Romito Accademia Reale sorgente Casadonna consumo responsabile Mauro Gallavotti

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Caricamento...
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - & Credits - Sitemap - Policy - © ® - Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch).
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160
& Credits - Sitemap - Policy - © ®
Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch).