Ros Forniture Alberghiere
Pentole Agnelli
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
martedì 22 ottobre 2019 | aggiornato alle 18:10| 61589 articoli in archivio
Ros Forniture Alberghiere
Pentole Agnelli
HOME     BEVANDE     LIBRI
di Piera Genta
Piera Genta
Piera Genta
di Piera Genta

La storia secolare del Vermouth
in un libro di Giustino Ballato

La storia secolare  del Vermouth 
in un libro di Giustino Ballato
La storia secolare del Vermouth in un libro di Giustino Ballato
Pubblicato il 29 aprile 2019 | 17:00

Mai come oggi si parla di Vermouth e, curiosando, troviamo in tutta Italia diverse interpretazioni di questo vino aromatizzato che la storia vuole aver fatto nascere a Torino.

Giustino Ballato, autore de “Il grande libro del vermouth e dei liquori italiani”, afferma che questa bevanda non è nata nel capoluogo piemontese, ma in Toscana essendo anche citato per la prima volta in Oenologia Toscana (1773) del botanico Giovanni Cosimo Lanfranchi, ma le radici sarebbero legate alla Germania, in quanto il termine Wermut in lingua tedesca significa Assenzio.

(La storia secolare  del Vermouth in un libro di Giustino Ballato)

La tradizione del Vermouth di Torino risale al 1786 in una bottega di piazza Castello con Giovanni Marendazzo al quale subentrerà Antonio Benedetto Carpano. Sicuramente l’ora dell’aperitivo con il Vermouth è diventato una moda nella Torino dell’Ottocento tanto che Edmondo De Amicis in "Speranze e Glorie. Le Tre Capitali", 1911 racconta che «Torino ha l’ora del vermut, l’ora in cui la sua faccia si colora e il suo sangue circola più rapido e più caldo. Allora le scuole riversano per le strade nuvoli di ragazzi, dagli opifici escono turbe di operai, i tranvai passano stipati di gente, gli equipaggi s’inseguono, le botteghe dei liquorosi s’ affollano».

Nella prima metà dell’Ottocento il Vermouth era quello che conosciamo noi oggi: un vino aromatico, dai 15 ai 17 gradi, una base composta da vini bianchi piemontesi e a fine Ottocento si registravano una ventina di produttori, molti dei quali ancora sul mercato, con ricette segrete tramandate di padre in figlio.

Giustino Ballario ci guida attraverso un percorso di conoscenza delle origini, delle evoluzioni storiche e delle versioni contemporanee. Da esperto di erbe di botaniche illustra quali sono le erbe e droghe per fare i liquori fornendo anche le istruzioni di base ed alcune ricette. Per essere un buon liquorista, messi da parte i casi impossibili, consiglia di coltivare alcune erbe sul balcone di casa.

Completano il volume le immagini di Otto Marco Campeotto e   le ricette più classiche del bere miscelato, di cui il vermouth è uno degli ingredienti fondamentali, a partire dall’iconico Negroni (che quest’anno celebra i cent’anni della sua nascita a Firenze) al raffinato Vermouth cocktail.

Titolo: ll Grande libro del Vermouth e dei liquori italiani
Autore: Giustino Ballato,
Editore: EDT
Pagine: 192
Prezzo: 35 euro

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


bevande beverage vermouth libro giustino ballato aperitivo happy hour torino edt libri

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Caricamento...
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - & Credits - Sitemap - Policy - © ® - Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch).
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160
& Credits - Sitemap - Policy - © ®
Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch).