Ros Forniture Alberghiere
Pentole Agnelli
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e ospitalità
venerdì 17 agosto 2018 | aggiornato alle 01:59 | 55237 articoli in archivio
HOME     BEVANDE     SPIRITS
di Alberto Lupini
direttore
di Alberto Lupini
direttore

Alla ShowRum tasting competition
28 etichette “best in class”

Primo Piano del 06 ottobre 2016 | 11:23

Degustazioni, masterclass e seminari alla 4ª edizione del festival italiano dedicato al rum “ShowRum-Italian Rum Festival”, svoltosi a Roma e diretto da Leonardo Pinto, in collaborazione con Isla de Rum e Sdi Group. La giuria della blind tasting competition, composta da esperti del settore, ha assegnato 28 premi nelle varie categorie




La 4ª edizione di “ShowRum-Italian Rum Festival”, il primo e più importante evento italiano dedicato al rum e alla cachaça, organizzato e diretto da Leonardo Pinto (nella foto), in collaborazione con Isla de Rum e Sdi Group, ha decretato 28 vincitori nella “Stc-ShowRum tasting competition”. La Stc è l’unica blind tasting competition italiana dedicata a rum e cachaça, nella quale i rum sono stati divisi per anni di invecchiamento e per alambicchi di provenienza oltre che per tipologia. Unica al mondo, inoltre, a premiare, grazie a una giuria di esperti nazionali e internazionali solo il “best in class” per ogni categoria.



La giuria 2016 della ShowRum tasting competition era composta da Patrizia Beretta (esperta di distillati e liquori), Alberto Lupini (direttore di Italia a Tavola), Silvano Samaroli (selezionatore e imbottigliatore indipendente), Fabio Bacchi (Bartales), Marco Graziano (Le vie del rum), Massimo D’Addezio (bartender), Philip Ili Barrake (sommelier di sigari ed esperto di distillati) e Cristiano Mazzanti (bartender), con i “giudici ospiti” Nigel Sade, Sarah Wilkinson, Giorgia Francazzi e Giampiero Francesca.

Premi della ShowRum tasting competition 2016

Categoria

Best in class

COLUMN STILL WHITE

Malecon Extra Seco

COLUMN STILL 1-3

Malecon 3 anni

COLUMN STILL 4-7

DonQ Anejo

COLUMN STILL 8-15

Roble Viejo Extra Anejo

COLUMN STILL >15

Malecon Selección Esplendida 1987

COLUM STILL NO AGE DECLARED

Abuelo Centuria

SOLERA 1-8

Ron Cihuatan 8 Solera

SOLERA 8-15

La Hechicera

SOLERA >15 (ex aequo)

Botran Solera 18
Santa Teresa 1796 Antiguo de Solera

POT STILL & BLENDED WHITE

J.Wray Silver

POT STILL & BLENDED 1-3

J.Wray Gold

POT STILL & BLENDED 4-7

The Real McCoy 5

POT STILL & BLENDED 8-15

Appleton Estate 12

POT STILL & BLENDED >15

Appleton Estate 21

POT STILL & BLENDED NO AGE DECLARED

Appleton Estate Reserve Blend

AGRICOLE STYLE WHITE

Trois Rivieres Mojito

AGRICOLE STYLE 1-3

Trois Rivieres Ambre’

AGRICOLE 4-6

Trois Rivieres VSOP

AGRICOLE >6

Trois Rivieres Triple Millesimè

CACACHA WHITE

Cachaca Leblon

CACACHA AGED

Cachaca Magnifica Reserva Solera

OVERPROOF WHITE / AGED

Wray & Nephew White Overproof

SPICED/FLAVOURED

Ron Aguere Caramelo

SPICED/FLAVOURED AGED

Plantation Pineapple

INDEPENDENT BOTTLERS 8-15

Mezan Guyana 2005

INDEPENDENT BOTTLERS NO AGE DECLARED

Mezan XO

BEST PACKAGING

Appleton Estate 21


La rassegna “ShowRum-Italian Rum Festival” si è tenuta a Roma il 2 e 3 ottobre scorsi, presso il Centro Congressi dell’A.Roma-Lifestyle Hotel & Conference Center. L’ampia area espositiva con gli stand è stata suddivisa in quattro macro-aree (rum tradizionali, agricole, cachaça e imbottigliatori indipendenti), che hanno permesso ai visitatori di rendere la giornata non solo un momento di degustazione di altissima qualità, ma anche di informazione e conoscenza. Sono state quindi protagoniste le degustazioni delle più grandi etichette presenti sul mercato italiano e internazionale e i cocktail preparati da barman professionisti, ma anche i sigari e il cioccolato di Venchi, le masterclass - tra cui una dedicata al ghiaccio nei cocktail - e i seminari con i maggiori esperti mondiali.



Un evento che si può quasi definire un’istituzione. «Lo speriamo - dice Leonardo Pinto - istituzione è una parola grossa, però siamo arrivati alla quarta edizione, siamo felici, siamo riusciti anno per anno a dare qualcosa di più e vediamo che c’è sempre più gente che ci segue: questo vuol dire che quello che riusciamo a trasmettere funziona, quello che riusciamo a trasmettere è quello che la gente vuole. Cerchiamo di far capire al pubblico cos’è il rum, oltre a berlo semplicemente: facciamo in modo che chi entra in questa location ne esca con un’informazione, una curiosità, qualcosa che prima non aveva, oltre che chiaramente con un parterre di degustazioni fatte. Sono molto contento, arrivati alla quarta edizione stiamo già sperando molto nella quinta, abbiamo già nuovi progetti in corso, non ci fermeremo».

ShowRum è stata l’occasione per creare il più grande temporary bar italiano, che ha coinvolto 8 fra i migliori bar d’Italia, avvicinati tra loro a coppie su 4 banconi, che hanno miscelato fianco a fianco per “affinità elettive”. Dai bartender ai grandi buyer, passando per i market influencer, gli importatori, i distributori, la stampa e i blogger, oltre agli appassionati e ai neofiti del rum, tutti hanno animato la rassegna che ha previsto un “Trade day”, lunedì 3 ottobre, giornata interamente dedicata agli operatori e professionisti del settore, focalizzata sulla formazione professionale, ricca di appuntamenti e seminari con ospiti d’eccezione.

Leonardo Pinto
Leonardo Pinto

ShowRum è stato preceduto, sempre a Roma, dalla “ShowRum cocktail week”, un evento che ha coinvolto alcuni dei migliori cocktail bar della Capitale, in una settimana di degustazioni di cocktail a base rum, organizzata in collaborazione con la Guida ai cocktail bar d’Italia di BlueBlazeR, la nuova app scaricabile gratuitamente al link www.blueblazer.it/app.

Un’edizione di ShowRum con una connotazione più professionale, con meno musica, meno confusione e più consapevolezza del bere. «L’obiettivo è questo - spiega il direttore di ShowRum - noi del settore crediamo che questo distillato stia vivendo in questo periodo quelli che sono stati gli anni ‘60 per il whisky, crediamo quindi che abbia bisogno di essere riconosciuto come un distillato serio, di qualità; crediamo abbia bisogno dei giusti luoghi, del giusto modo per essere presentato al grande pubblico e ai professionisti. Quindi il messaggio che diamo è anche a livello di allestimento, di scelta della location e di format, che è appunto quello della serietà. Il prodotto vero, caraibico, con il suo spirito goliardico - che non deve mai mancare - ma comunque serio».

Rum protagonista anche del bere miscelato. «Quello che abbiamo fatto quest’anno - ricorda Pinto - è stato proprio evidenziare come il rum sia un prodotto che può avere una miscelazione d’eccellenza. Abbiamo dei temporary bar che sono veramente delle chicche, dei fiori all’occhiello dell’Italia del bartending. Ma dall’altra parte abbiamo avuto in degustazione dei prodotti che sono assolutamente equiparabili ai grandi cognac e ai grandi whisky».



E nella vasta offerta ci sono anche prodotti che “bucano” e che rappresentano segnali di nuove tendenze. «Più che un prodotto - precisa Pinto - ciò che è veramente interessante è vedere come ci siano delle filosofie di prodotto, che stanno cambiando. Molte case di produzione si stanno adeguando ad una filosofia di comunicazione che non è più soltanto marketing, ma è comunicazione reale, di ciò che si fa, di ciò che c’è nel bicchiere, di ciò che c’è nella bottiglia. Questo è un segnale del fatto che molti stanno cavalcando questo trend: c’è un’ondata si serietà che parte dal consumatore, dal professionista, e arriva fino alle aziende. Anche le aziende in questo momento vogliono concretizzare questa rivoluzione: vogliono che finalmente il rum prenda il posto che gli spetta».

ShowRum 2016 è stato organizzato da ShowRum srl con la partecipazione di Isla de Rum e Sdi Group, e di alcune importanti sponsorship di settore tra cui Vetroelite Spa.


Per informazioni:
www.showrum.it
https://www.facebook.com/ShowRumItaly

ShowRum Italian Rum Festival Leonardo Pinto Isla de Rum Sdi Group ShowRum tasting competition best in class rum cachaca blind tasting


ARTICOLI CORRELATI
Loading...
Mostra più articoli >

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >

ARTICOLI RECENTI
Loading...


COMMENTA
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

Tomatopiu
Caricamento...
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - Mail & Credits - Sitemap - Policy - © ® - Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Edizioni Contatto Srl
via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg)
P.IVA 02990040160
Mail & Credits - Sitemap - Policy - © ®
Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548