Ros Forniture Alberghiere
Rational
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e ospitalità
mercoledì 21 novembre 2018 | aggiornato alle 13:19 | 56506 articoli in archivio
HOME     BEVANDE     SPIRITS
di Gabriele Ancona
vicedirettore
di Gabriele Ancona
vicedirettore

Ginarte si ispira al Rinascimento
e punta su artisti contemporanei

Pubblicato il 14 settembre 2018 | 11:26



Il 9 e il 10 settembre si è svolta a Milano l’edizione 2018 di The Gin Day, evento internazionale dedicato al gin, al genever e ai loro botanical. Un’opportunità per tastare il polso ai nuovi trend di mercato.

Il gin, infatti, rappresenta un universo in costante evoluzione. Un fenomeno di portata globale, in grado di modificare anche radicalmente la cultura del bere, dalla produzione fino alla mescita. Un settore che trae linfa vitale dalla continua nascita di nuove distillerie, con la conseguente produzione di inediti distillati.

(Ginarte si ispira al Rinascimento e punta su artisti contemporanei)

 E le case history di assoluto interesse anche quest’anno a Milano non sono mancate. A partire da Ginarte, presente con uno stand dedicato e presidiato da Filippo Sisti, uno dei mixologist più conosciuti in Italia, oggi titolare a Milano, sui Navigli, anche del nuovo Talea, definito cocktail bar di cucina liquida, perché riduce il gap tra bancone e cucina e che da settembre propone Ginarte nella sua innovativa cocktail list.

(Ginarte si ispira al Rinascimento e punta su artisti contemporanei)

Insieme alle bacche di ginepro raccolte sull’appennino Toscano, Ginarte è prodotto con botanicals che con l‘arte hanno un legame particolare. Elementi come la nepitella, lo zafferanone, la reseda odorata, il cardamomo, il guado di Montefeltro o lo scotano, erano infatti usati per la creazione di pigmenti colorati dai più importanti pittori del Rinascimento.

(Ginarte si ispira al Rinascimento e punta su artisti contemporanei)

In aggiunta, erbe come angelica, lavanda, ibisco, fiori di sambuco, germogli di pino, pino mugo e aghi di abete, consentono di realizzare un gin pulito, complesso e raffinato.

L’etichetta laterale della bottiglia viene inoltre di volta in volta personalizzata da vari artisti che così possono liberare la loro creatività e interpretare un tema di particolare interesse. Saranno coinvolti pittori, fotografi, street artist, tatuatori e designer in modo che ogni bottiglia di Ginarte diventi espressione di linguaggi universali diversi.

(Ginarte si ispira al Rinascimento e punta su artisti contemporanei)

Il primo artista è stato il pittore olandese Lou Thissen, che ha creato per Ginarte tre dipinti in onore del grande maestro toscano Pontormo. Ginarte è stato ideato e viene prodotto da Tommaso Cavalli, titolare della Tenuta degli Dei di Panzano Greve in Chianti (Fi).

Per informazioni: www.ginarte.it

distillato spirits iat italiaatavola Filippo Sisti Talea arte gin Ginarte Tommaso Cavalli bere mix The Gin Day


ARTICOLI CORRELATI
Loading...
Mostra più articoli >

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >

ARTICOLI RECENTI
Loading...


COMMENTA
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

Sky
Tomatopiu
Caricamento...
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - Mail & Credits - Sitemap - Policy - © ® - Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Edizioni Contatto Srl
via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg)
P.IVA 02990040160
Mail & Credits - Sitemap - Policy - © ®
Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548